Il Superuovo

“Il ritratto di Dorian Gray”: Oscar Wilde ha previsto l’ossessione moderna per la bellezza

“Il ritratto di Dorian Gray” è il libro più famoso del grande scrittore Oscar Wilde.

Un’immagine dello scrittore Oscar Wilde (Google)

Il romanzo continua ad essere un classico della letteratura affrontando temi molto moderni e contemporanei.

“Il ritratto di Dorian Gray”: il romanzo

Il libro è del 1890-1891. La trama è molto famosa.
Nella Londra Vittoriana del XIX secolo, un giovane borghese, Dorian Gray, fa del suo aspetto esteriore una vera e propria ragione di vita.
La sua ossessione comincia con un dipinto che lo ritrae nel pieno della sua bellezza, regalatogli dall’amico pittore Basil Hallward.
È però Lord Henry Wotton, conosciuto presso lo studio dell’amico, con i suoi lunghi discorso ad avvicinarlo ad una visione malsana di se stesso.
Dorian Gray diventa quindi ossessionato dal quadro che rimarrà per sempre belli mentre lui andrà inevitabilmente incontro alla vecchia e alla decadenza del suo florido aspetto.
Assalito dal panico, Dorian si spinge a firmare un “patto con il diavolo” grazie al quale lui preserverà per sempre la sua bellezza mentre il quadro invece invecchierà al posto suo.
Dopo una tormenta storia d’amore con Sybil Vane, Dorian, accortisi che il quadro assume espressioni ogni qual volta il protagonista commette qualcosa, come se fosse lo specchio della sua coscienza, chiede il quadro in soffitta e si dà ad una vita sregolata, convinto che sarà il quadro a soffrirne le conseguenze.
L’unico a sapere del quadro sarà Henry, ucciso da Dorian in preda ad un attacco di collera scaturita dalle critiche del pittore.
Di tanto in tanto, Dorian di reca in soffitta ad osservare quel quadro “maledetto” che poi squarcerà con lo stesso coltelli usato per uccidere Henry.
I servi troveranno Dorian trafitto dal coltelli, invecchiato e irriconoscibile, mentre il quadro, ai suoi piedi, è tornato a ritirarlo giovane e bello.

Un’immagine del film “Il ritratto di Dorian Gray” (Google)

Leggi tutto

Gabriele D’Annunzio e i Rolling Stones: l’edonismo come stile di vita

L’edonismo come stile di vita ha caratterizzato la letteratura e non solo. L’edonismo è stato al centro di romanzi, vite di scrittori, attori e di molte rock star. L’edonismo Secondo l’edonismo il bene dell’uomo è sommo e il suo conseguimento è il fine esclusivo della vita o, più in generale, la ricerca del piacere. Questo … Leggi tutto

Si può trovare la felicità nel piacere? L’edonismo di Aristippo e Guè Pequeno

Cosa possono avere in comune un ex membro dei Club Dogo e un allievo di Socrate? Sembra impossibile trovare punti di contatto tra due personaggi così distanti, eppure condividono un aspetto fondamentale: hanno scelto la stessa filosofia di vita.   L’edonismo è una corrente filosofica dalle antiche radici, fondata ai tempi di Socrate. La sua … Leggi tutto

Ghali, come Lorenzo de’ Medici e l’idillio, ci invita a prendere la vita con leggerezza

La vita di tutti i giorni spesso risulta contraddittoria, problematica e precaria, il distacco potrebbe sembrare l’unica soluzione per affrontarla. Forse è il distacco dal mondo circostante, che permette di avere pace in una realtà sfaccettata e percepita come incontrollabile. Lo percepiscono Ghali, Lorenzo de’ Medici e Iacopo Sannazaro, che ci invitano a sorridere e … Leggi tutto

Anche i politici vogliono apparire più giovani: cartelloni elettorali come ritratti speculari di Dorian Gray

Rispetto al protagonista di Wilde, i politici hanno per la loro immagine un’ossessione uguale e contraria: nelle foto per le campagne elettorali sembrano sempre più giovani e belli. I was 21 years when I wrote this song / I’m 22 now but  it won’t be for long / Time hurries on / And the leaves that are green turn to brown … Leggi tutto

Carpe diem: Orazio e Kant assolvono e giustificano John Keating ne L’attimo fuggente

carpe diem

Carpe diem è la celebre espressione tratta dalle Odi del poeta latino Orazio letteralmente traducibile con “Cogli il giorno”, ma tradotta (erroneamente) in “Cogli l’attimo”. Il carpe diem di Orazio è diventato nel tempo il simbolo di una delle filosofie esistenziali più famose della storia, trovando ampio spazio anche nella società moderna e divenendo un … Leggi tutto

Childfree: quando la volontà di non avere figli diventa un movimento

Nel 2013 un fenomeno sociale conquista la copertina del Time: si tratta del movimento childfree (dall’inglese child, bambino, e free, libero), che recentemente si sta facendo conoscere sempre più anche in Italia. Questa iniziativa raccoglie al suo interno tutti coloro che per scelta, e non per impossibilità o altri motivi (childless), decidono di non avere figli, … Leggi tutto