Il Superuovo

“Calipso fai l’alta marea”: Madame ripercorre il viaggio filosofico dell’orgasmo femminile

Madame racconta un rapporto sessuale omoerotico pieno di passionalità, dando luce al grande tabù dell’Occidente: la sessualità femminile. In un anno d’oro per la musica italiana, a Madame spetta una posizione d’onore. Dopo il grande successo di Sanremo la cantante veneta è pronta a conquistare l’estate con il suo singolo: Marea UN AMORE CHE DIVENTA … Leggi tutto

L’abbigliamento sessualizza e discrimina? Rispondono la ginnasta Sarah Voss e “Orlando” di Virginia Woolf

L’abbigliamento determina le possibilità sociali degli individui? Scopriamolo attraverso il caso di Sarah Voss e “Orlando” di Virginia Woolf. Sarah Voss è la ginnasta che ha gareggiato con un body a gamba lunga per contrastare la sessualizzazione nello sport. Già  cento anni fa Virginia Woolf, dietro la voce del/della sua Orlando,  aveva intuito quanto i … Leggi tutto

Freeda è davvero una pagina femminista? Ce lo spiega Frida Kahlo

Possiamo trovare tracce di sessismo in una pagina social ad orientamento prettamente femminista?     Ogni estremismo è da condannare. Qualunque ideologia portata all’eccesso con l’obiettivo di danneggiare il prossimo è malsana, aspra, irsuta, e porta il più delle volte al nulla più assoluto: l’odio che genera odio, il fuoco che cerca di spegnere il … Leggi tutto

Volevo scrivere di una donna: Erica Jong e la sua Isadora

La visione di Erica Jong sul mondo femminile Nel 1973 viene pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti il libro Paura di volare di Erica Jong che scandalizza il mondo e parla di una donna indipendente, libera e al tempo stesso innamorata degli uomini. Una femminista, una donna che intimorisce per la sua grandezza … Leggi tutto

La Casa di Carta è una serie femminista? Luce Irigaray e la filosofia della differenza

Il 19 luglio è uscita su Netflix la terza parte della serie tv spagnola La Casa di Carta. In questa stagione, le donne sono le vere protagoniste attive, a tratti vicine agli ideali femministi, rivendicando sempre la propria libertà. Nairobi, una delle protagoniste, con in mano la maschera di Salvador Dalí, usata durante la rapina … Leggi tutto

Horizon Zero Dawn: cosa c’entrano i dinosauri-robot con l’ecofemminismo?

La storia e l’ambientazione di un videogioco ci danno delle importanti riflessioni sulla natura e sulle questioni di genere che possono essere meglio colte alla luce del movimento dell’ecofemminismo Ambientato in un mondo post-pot-apocalittico, Horizon Zero Dawn ci fa impersonare Aloy: una ragazza che passa il suo tempo a cacciare dinosauri-robot. Come si spiegano l’organizzazione … Leggi tutto

Femminismo androgino e paritario: Virginia Woolf e Margaret Keane, il paradigma di due storie convergenti

Nel Simposio, Platone ci lascia in eredità il mito dell’androgino, il mito di due metà che devono ricomporsi per formare un intero e che vagano alla ricerca di quello che hanno perso, per avvinghiarsi alla propria metà e sentirsi finalmente complete dopo averla trovata. Verrebbe da chiedere, siamo delle metà? Abbiamo bisogno di un altro … Leggi tutto

Breve storia dell’emancipazione femminile: dal mito di Lilith al film Mona Lisa Smile

“La mia professoressa Katherine Watson vive secondo le proprie convinzioni e non accetta compromessi neanche per il college. Dedico questo mio ultimo articolo ad una donna straordinaria che ci è stata di esempio ed ha convinto tutte noi a vedere il mondo attraverso nuovi occhi”- Betty Warren nel film Mona Lisa Smile. Mona Lisa Smile … Leggi tutto

Medea: la prima femminista della storia, secondo l’anime Fate Stay Night Unlimited Blade Works

Tutti, almeno una volta, hanno sentito parlare degli Argonauti e del Vello d’Oro. La leggenda degli eroi della generazione precedente a quelli della guerra di Troia cantata da Omero è discretamente famosa e trattata da più autori, primo tra tutti Apollonio Rodio. Di quella impresa, o racconto di formazione, come fa notare Andrea Marcolongo nel … Leggi tutto

De Beauvoir, Ginzburg, Daenerys e Cersei: tutte caschiamo nel pozzo, solo per risalire

Donna non si nasce, lo si diventa. E lo si diventa nel modo in cui una donna decide di farlo e in funzione della donna stessa che decide di diventare e di essere. L’immagine della donna è il risultato di una cultura, di una costruzione sociale. Nessun destino biologico, psichico, economico definisce l’aspetto che riveste … Leggi tutto