Il Superuovo

Lavoriamo davvero in sicurezza? Ce lo spiega Umberto Boccioni ne “La Città sale”

Non garantire la sicurezza lavorativa ai propri dipendenti, è un atto criminale. Dal profilo Instagram di Roberto Saviano, vediamo alcuni numeri: 185, sono le vittime del lavoro nei primi 3 mesi del 2021, poco più di due al giorno, mentre dal 2015, mai meno di 1000 vittime del lavoro all’anno, circa tre morti al giorno, … Leggi tutto

Tra simboli ed allegorie: la pittura di Gaspare Mutolo ci spiega la Mafia

Analisi del simbolismo presente nei dipinti del “Picasso della Mafia” Gaspare Mutolo nacque il 5 febbraio 1940 a Palermo, fu un mafioso, e fu un collaboratore di giustizia; le sue dichiarazioni permisero tra le altre cose, di fare luce su uno degli eventi più oscuri della Repubblica, la Trattativa Stato-Mafia, ovvero i negoziati che lo … Leggi tutto

Che odore ha l’abbandono? Ce lo spiegano Friedrich e la ciclovia della Valle Olona

Cos’hanno in comune il dipinto “L’Abbazia nel querceto” e le fabbriche abbandonate della Valle Olona? Ci sono luoghi che meriterebbero qualcosa in più, qualcosa di meglio, e che puntualmente non riescono ad ottenerlo, un po’ per negligenza, un po’ perché “massì, stic***i”, un po’ perché “Ci sono cose più urgenti da fare”, ed un po’ … Leggi tutto

Che fine ha fatto il “Salvator Mundi”? Ce lo spiega il film Monuments Men

Possiamo davvero ammirare il Salvator Mundi nello yacht di Mohammed Bin Salman? Avete presente il proprietario del Salvator Mundi? Quello che pagò 450 milioni per quello che potrebbe essere un “falso”? Pare sia Mohammed Bin Salman, ed il “pare sia” è legato ai mille misteri che circondano quest’opera, a partire dalla sua dubbia attribuzione leonardesca; … Leggi tutto

“Ma non è che mi fai copiare”? Sette dipinti che trassero ispirazione da altre opere

L’arte genera arte? Scopriamolo con alcuni esempi emblematici. “Va bene guarda, ma cambia qualcosa, così sembra che non abbiamo copiato”, è proprio vero che l’arte genera arte, che le correnti artistiche, nel loro evolversi non fanno altro che ripetersi, nonostante la degenerazione che stiamo vedendo, ma ci sono casi in cui artisti contemporanei per la … Leggi tutto

Date la mancia al rider! Perché? Ce lo spiegano Pellizza da Volpedo e Chavar

Oggi, 26 marzo i Rider di molte città “incroceranno le braccia”, vediamo il perché. il 26 marzo i Rider che collaborano con le grandi aziende di Food Delivery, sciopereranno, poiché lamentano la carenza di diritti fondamentali a cui sono sottoposti a livello lavorativo; oggi i sindacati che vegliano su questa categoria di lavoratori, hanno proclamato … Leggi tutto

Freeda è davvero una pagina femminista? Ce lo spiega Frida Kahlo

Possiamo trovare tracce di sessismo in una pagina social ad orientamento prettamente femminista?     Ogni estremismo è da condannare. Qualunque ideologia portata all’eccesso con l’obiettivo di danneggiare il prossimo è malsana, aspra, irsuta, e porta il più delle volte al nulla più assoluto: l’odio che genera odio, il fuoco che cerca di spegnere il … Leggi tutto

Giovanni Boccaccio era un giornalista d’inchiesta? Ci risponde il team di Spotlight

Giovanni Boccaccio è il padre del moderno giornalismo d’inchiesta? In una sua celeberrima opera, Horacio Verbitsky, giornalista e scrittore argentino, ci illumina su quella che è la differenza tra giornalismo e propaganda: enunciando il fatto che il giornalismo, a differenza di quest’ultima, ha il compito di diffondere ciò che qualcuno non vuole che si sappia, … Leggi tutto

Mauro Corona e Celio ci spiegano perché molti artisti erano dediti all’alcolismo

Perché molti artisti erano alcolisti? Molti artisti, furono, in vita dediti all’alcolismo, per i più svariati motivi, tra cui spicca sicuramente l’insoddisfazione, dovuta forse alle proprie opere o a ciò che la critica pensava di esse: scopriremo cosa si cela dietro alle insoddisfazioni di alcuni “artisti maledetti” analizzando dei casi emblematici con l’aiuto di un … Leggi tutto

Il 18 febbraio 1564 muore Michelangelo Buonarroti: ripercorriamo qualche tratto della sua vita

Il 18 febbraio del 1564 moriva Michelangelo Buonarroti, il “Divino”. Non basterebbe un’enciclopedia per capire Michelangelo, nato nel 1475 a Caprese, in provincia di Arezzo, ci lasciò appunto nel 1564, il 18 febbraio, attraversando per intero quello che potrebbe essere considerato il Rinascimento nel senso stretto del termine, con opere amate e odiate dalla critica, … Leggi tutto