Il Superuovo

McLean e “Doctor Who” danno voce alla sofferenza e all’incomprensione di Van Gogh

“Un grande fuoco brucia dentro di me, ma nessuno si ferma per riscaldarsi e i passanti vedono solo un filo di fumo“. “ Cosa sono io agli occhi della gran parte della gente? Una nullità, un uomo eccentrico o sgradevole – qualcuno che non ha posizione sociale né potrà averne mai una; in breve, l’infimo … Leggi tutto

Da Frida Kahlo a Freeda: il femminismo pop cantato da Brunori Sas

“Non me ne frega niente di quello che pensa il mondo. Sono nata puttana. Sono nata pittrice. Sono nata fottuta. Ma sono stata felice sulla mia strada. Tu non capisci quello che sono. Io sono amore. Io sono piacere, sono essenza. Sono un’idiota. Sono un’alcolizzata, sono tenace. Sono io, semplicemente sono… (E tu sei una … Leggi tutto

La Psicologia della Gestalt svela i meccanismi percettivi dietro il Futurismo di Balla

Arte e Scienza sono discipline solitamente indipendenti tra loro, che poco hanno a che fare l’una con l’altra e che difficilmente vengono ad incontrarsi. Quando però questo accade, il risultato è tanto notevole quanto interessante: è questo per esempio il caso del Pointillisme, o Puntinismo, corrente pittorica di cui Georges-Pierre Seurat è sicuramente il principale … Leggi tutto

Nelle scarpe di Van Gogh: psicobiografia di un’anima tormentata

“Senza paura e malattia la mia vita sarebbe una barca senza remi” Così diceva Edvard Munch, forse il più celebre esponente del movimento artistico Espressionista, a proposito del suo vissuto, un vissuto teso all’Arte (“L’Arte è il sangue del nostro cuore“, dirà a Berlino) e segnato da profonde ferite emotive: la morte della madre in giovanissima età … Leggi tutto

Il lato oscuro di Picasso: quello che la storia dell’arte non insegna

Il cielo della Parigi del ventesimo secolo, aprì un panorama culturale rivoluzionario, le cui ripercussioni sono oggi salde fondamenta della nostra storia, quando, da tutto il mondo, artisti, letterati e filosofi si riunirono attorno ad un unico fuoco, alla scoperta delle nuove avanguardie ed alla ricerca della fortuna. Il giovane Pablo aveva appena diciannove anni … Leggi tutto

Artemisia Gentileschi: la voce dell’arte squarcia il silenzio dell’abuso

Nel XVI secolo il critico d’arte Giorgio Vasari affermò che le artiste donne sono in grado di fare solo i ritratti vista la loro “lunga consuetudine con lo specchio”. A smentire la sua dichiarazione fu Artemisia Gentileschi: pittrice (e donna) rivoluzionaria, incarnazione di una libertà totalmente priva di quella vergogna e docilità che avevano sempre … Leggi tutto