Il Superuovo

Spoiler di “GoT” e “Avengers”? Dal 2011 uno studio della California University dice che migliorano la visione

Miaise Williams è a suo agio mentre parla con Jimmy Fellon, conduttore del “Tonight Show” che lo vede come conduttore. L’atmosfera è rilassata, allegra: la Williams ripercorre le scene più importanti per il proprio personaggio, Arya Stark, che ormai interpreta da quasi 9 anni, mentre Fellon la segue rapito. Poi arriva la domanda di rito: “Puoi farci un piccolo spoiler sull’ultima stagione?”. La Williams si schermisce, dice che la HBO è stata categorica sulle indiscrezioni. Ma, mentre inizia a raccontare un avvenimento degli ultimi giorni di riprese, accade il dramma: senza accorgersene, l’attrice fa un’anticipazione tanto inattesa quanto epocale per la sorte di Arya. Resasi conto della gaffe, il panico. Maisie chiede più volte con ansia se sia possibile rigirare la parte incriminata ad un incredulo Fellon, poi scappa dietro le quinte. Il pubblico è ammutolito. Il conduttore la segue, per accertarsi di come stia. Pochi secondi dopo i due escono, gridando “April Fool!”. Risate, applausi e sorrisoni. I presenti tirano un sospiro di sollievo: anche stavolta la paura di incappare in uno spoiler si è rivelata infondata. Ma perchè ci spaventano così tanto? C’è un motivo reale?

Leggi tutto

“Noi”: la teoria delle “chances di vita” dà una spiegazione al nuovo film di Jordan Peele

Sicuramente, mentre eri su Facebook o su Instagram, avrai visto almeno una volta, tra le centinaia di contenuti, un post o una serie di immagini dedicate ai fantomatici sosia di persone famose sparsi per il mondo. Nulla di che, dirai: è sempre facile tirar su così qualche click. Questo visto che il tema del “doppelganger“, dell’altro che … Leggi tutto

Il sovraccarico cognitivo ci ha davvero resi meno attenti di un pesce rosso?

Ogni giorno, dal risveglio fino a poco prima di addormentarci, siamo immersi in una vorticosa corrente di informazioni e stimoli di ogni genere. La nostra attenzione, la capacità di “processare” ciò che registriamo dall’esterno, è però limitata. Da bravi nativi digitali, sappiamo benissimo che una quantità eccessiva di stimoli porta al blocco dell’intero sistema, vista … Leggi tutto

Effetto Ringelmann: e se la scuola si sbagliasse sul lavoro di gruppo?

Tra le cose che migliorano l’umore di uno studente c’è sicuramente il lavoro in gruppo. Se i professori lo adottano per insegnare valori importanti come la cooperazione e l’organizzazione, e anche per velocizzare il programma, dall’altra parte della cattedra questo spesso vuol dire una cosa sola: meno lavoro per tutti e voti alti a buon … Leggi tutto

Tu lo conosci Cthulhu? Leopardi, Lovecraft e Junji Ito parlano di uomo e cosmo

Immaginatevela una siffatta tavola rotonda: da una parte Giacomo Leopardi, uno dei più importanti poeti e pensatori moderni, che nei suoi componimenti ha sviluppato il concetto di pessimismo fino a renderlo “cosmico”, relativo all’intera esistenza umana; lo stesso aggettivo viene usato per definire il filone narrativo creato da H.P. Lovecraft, il “cosmic horror”, popolato dall’intera corte di … Leggi tutto

Kick-Ass VS Merton: i vigilantes dei fumetti sono soggetti devianti?

Provate a guardarvi intorno. Osservate le persone che vi circondano. Probabilmente non le rivedrete più, e la cosa neanche vi interessa, perché, in fin dei conti, sono come noi, avranno di sicuro una vita normale. Ma perché non pensare che tra di loro si nasconda qualcuno che “normale” non è? Qualcuno che la notte esce … Leggi tutto

Il destino di un cyborg: Battle Angel Alita e il fatalismo

Il 14 febbraio è uscito nelle sale italiane l’ultimo film di Robert Rodriguez, compagno di merende e pupillo di Quentin Tarantino. L’opera che ha portato sullo schermo, “Battle Angel: Alita“, è tratto dall’omonimo manga del 1990, scritto da Yukito Kishiro. Per quanto il pubblico negli anni sia diventato scettico riguardo queste trasposizioni, dette anche “live-action”, il … Leggi tutto

Il game disorder, nuova terribile patologia o semplice strumento di mercato?

Quando i grandi media dell’informazione generalista si occupano di videogiochi è sempre interessante osservare su quali temi scelgono di concentrarsi e come affrontano il discorso. Per chi con un controller o una tastiera in mano ci è nato servizi del genere possono risultare in genere superficiali, poco interessanti o, nella peggiore delle ipotesi, fuorvianti e tacciabili … Leggi tutto

Tempesta per l’Arca della Bellezza di Celentano: Manara prende le distanze

50 anni di carriera sono un grande traguardo per qualsiasi artista. Se poi l’artista in questione è Milo Manara, il tutto diventa ancor più degno di ammirazione. Infatti, per festeggiare l’onorata carriera dell’artista alto-atesino, è stata organizzata ad Angouleme, località diventata celebre per l’annuale festival del fumetto, una ricca mostra dei suoi lavori. Questo ha … Leggi tutto

Slender Man: metafora della rete o semplice creepypasta?

Era il 13 giugno 1986 quando, a Stirling City, nel Canada, scomparvero 14 bambini dal parco giochi cittadino. La polizia si attivò immediatamente, cercandoli senza sosta. Ma nonostante ciò le ricerche non diedero alcun risultato. A rafforzare il sentimento di paura ed ansia che pervadeva la comunità fu un gigantesco incendio pochi giorni dopo la … Leggi tutto