La “dittatura del Si” di Heidegger spiegata attraverso “The Truman show”

“La dittatura del Si” in Heidegger La società contemporanea è sempre più dominata da un male dilagante che si dispiega

Read More

Storia vs memoria: la strumentalizzazione in “la vita è bella”

La storia e la memoria sono come acqua e olio, o almeno dovrebbero esserlo. Perchè dire questo, perchè cercare di separare

Read More

Tra Paolo e Francesca e “Gli amanti” di Magritte: storie di due tormentosi amori

“La bufera infernal, che mai non resta, mena li spirti con la sua rapina;voltando e percotendo li molesta”. Così recita una

Read More

Auggie Pullman e Nietzsche: la maschera come risposta all’insicurezza esistenziale

“Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”. (Pirandello) Se due esseri

Read More

Quando la ragione non c’è i consumisti ballano: i rimedi secondo Goya e Caparezza

La notte, durante il sonno, la ragione viene meno. Alla luce di ciò l’unico problema che potrebbe scaturire è un

Read More

Ricordi? La rimembranza di Leopardi nell’ultimo film di Valerio Mieli

Ricordare: cosa significa? Nonostante per noi sia più immediato associare l’atto del ricordare all’ambito mentale, questo termine, etimologicamente parlando, implica

Read More

“Rendici uno”: L’uni-mente dei necromorfi in Dead Space e l’intelligenza artificiale organica

L’uni-mente e l’unificazione Dead Space è una perla horror nel mare di videogiochi del suo genere. Gli antagonisti principali della

Read More

Il vibratore cura l’isteria: l’invenzione di un’epoca senza tabù

Uno sguardo al passato Un medico inglese, scrive che circa il 75% delle donne soffriva in epoca vittoriana di isteria, una

Read More

Imagine di John Lennon: canzone nietzscheana contro i confini nazionali e l’assolutismo religioso

Il brano Imagine è un brano musicale di John Lennon pubblicato nel 1971. È la canzone più celebre e rappresentativa

Read More

Non sono mai stato tanto attaccato alla vita: il binomio guerra-morte in Kubrick e Ungaretti

Quando si è piccoli, la morte è un concetto astratto e inconsistente. Crescendo, assume invece caratteri molto più concreti. La

Read More