Il Superuovo

Caparezza fa squadra con l’Islandese: tutti Contro Natura. L’allenatore? Giacomo Leopardi

Tutti i più grandi autori e artisti hanno subito la fascinazione di Leopardi. “Non sei un uomo se..” cantava nel 2008 Caparezza all’interno della traccia “Un vero uomo dovrebbe lavare i piatti”. Nel 2021 possiamo aggiornare la canzone con “non sei un uomo se non ti fai influenzare da Leopardi“. Una canzone di Caparezza la … Leggi tutto

Freddo e vuoto Natale: Ungaretti e Calcutta ci offrono due visioni del senso di solitudine

Natale e Natalios. Il poeta Ungaretti e il cantante indie Calcutta, oltre al titolo, condividono la medesima tematica: il senso di solitudine.  A Natale siamo tutti più buoni. Non è sempre così. Qualcuno potrebbe ribattere con “a Natale siamo tutti più soli”. Concetto spiegato dai due artisti chiamati in causa nell’articolo: Ungaretti e Calcutta. Naturalmente … Leggi tutto

L’horror The Vigil e Veglia di Ungaretti: vegliare per essere più attaccati alla vita

Vegliare non è sempre un’esperienza tranquilla che ci mette in contatto con noi stessi. A volte questo può essere anche pericoloso. E’ interessante notare però come inserire dei momenti di morte nella nostra vita mantiene in vita. Quando Ungaretti cominciò a riordinare le sue poesie, diede loro il titolo Vita di un uomo. Non si … Leggi tutto

Armageddon all’italiana: scopriamo insieme cinque romanzi distopici che forse non conoscevi

Quando parliamo di distopia balza subito alla mente “1984” di Orwell, ed esso domina su tutti. Ma se dovessimo rivolgerci al nostro panorama letterario, chi troveremo? Ecco quindi cinque opere letterarie italiane dal filone distopico che forse (e sottolineo “forse”) non conoscevate. L’utopia, da alcuni suoi nodi irrisolti, sviluppa, direbbe Carrer, il proprio avversario: la distopia. … Leggi tutto

Pirandello e Brunori Sas insegnano che ognuno ha la propria verità

Le canzoni di Brunori Sas richiamano molto i cari temi pirandelliani evidenziati nella sua novella-manifesto “La Trappola”.  “Il mondo è bello perché è vario”, ripeteva mia nonna quando accadeva qualcosa che non rientrava nei suoi schemi di ragionamento. Esatto. Ma Pirandello e Brunori Sas ripiegherebbero questa frase con “il mondo è bello perché ognuno lo … Leggi tutto

L’ultima stupida volontà: 3 Autori che non conosceremmo se avessero realmente bruciato le loro opere

Nell’articolo di oggi si parlerà di tre autori che hanno lasciato il “malsano” testamento di distruggere una determinata opera, o un corpus di opere, ma che non sono stati ascoltati dagli amici.  Quando scriviamo un romanzo o una poesia, il più delle volte non sono gli altri a disprezzarci ma noi stessi; è un po’ … Leggi tutto

Ercole Luigi Morselli: 4 motivi per cui questa figura deve essere riscoperta

Lo scorso 16 marzo si è celebrato il centenario dalla morte del poeta E.L. Morselli. Egli non viene citato neanche da un manuale scolastico, eppure ha una fortissima personalità e temi che appassionerebbero gli studenti di oggi. Lotta, sacrificio, tenacia, voglia di mettersi in gioco, spirito d’avventura. Sono questi gli ingredienti fondamentali per evocare la … Leggi tutto

Il film Haunt e la selva di Tasso insegnano a fronteggiare i nostri mostri

Nella vita possiamo far finta di essere coraggiosi quanto vogliamo; ma tutti noi abbiamo un punto debole, una paura di fronte alla quale scappiamo a gambe levate. Tasso, Scott Beck e Bryan Woods ce lo dimostrano! Ognuno di noi ha un mostro che abita al suo interno. Esso può essere nato a causa di un … Leggi tutto

Gozzano e De André delineano la perfetta figura dell’inetto alla vita moderna

È utile, non è utile, è utile, non è utile? Nella nostra società se l’intellettuale fosse una margherita, l’ultimo petalo offrirebbe la prevedibile sentenza finale: non è utile. Nei primi del ‘900 prende l’avvio una nuova concezione dell’intellettuale. La società comprende che può fare a meno dei suoi insegnamenti, dei suoi voli pindarici nei cieli … Leggi tutto

Baudelaire e Guccini hanno una sola cosa da dire alla società moderna: addio

Epoche differenti ma medesimo intento di penna. Baudelaire e Guccini raccontano il loro non riuscire a rispecchiarsi all’interno di una modernità che mette al primo posto la materialità invece della sensibilità.  Il bersaglio delle invettive è l’abbassamento del livello culturale che spegne il sogno nelle persone e le abitua ad accontentarsi del poco. Sia il … Leggi tutto