Il Superuovo

Madame Bovary e Fahrenheit 451: nella distopia di Ray Bradbury il bovarismo è un reato

Il romanzo distopico di Ray Bradbury (1920-2012) e l’opera illustre del realismo francese rivelano il potere insito nella letteratura, dando prova del valore della cultura nella costruzione dell’individuo. Fahrenheit 451 (1953), soggetto di adattamenti sul grande e sul piccolo schermo, dal film di Truffaut (1966) alla più recente pellicola televisiva (HBO, 2018), narra una società … Leggi tutto

Neologismi letterari: quattro esempi di parole nate in letteratura e usate nel quotidiano

Vediamo quattro esempi di parole provenienti dal mondo letterario, che sono diventate di uso comune. La letteratura rappresenta un enorme e prezioso serbatoio di idee, pensieri, immagini, parole. Vi sono autori e vi sono opere che hanno lasciato un’impronta così forte nell’immaginario collettivo, che hanno influenzato la creazione di neologismi divenuti di uso comune ma … Leggi tutto

Esegesi del tradimento: l’avventura fatale di Francesca da Rimini e Madame Bovary

Perché tradiamo? Quando parliamo di “infedeltà” a cosa ci riferiamo di preciso? È un incontro occasionale, una storia d’amore, sesso a pagamento, una chat di incontri? Perché pensiamo che gli uomini tradiscano per noia e paura dell’intimità, e che le donne tradiscano per solitudine e desiderio d’intimità?   Le relazioni ai nostri giorni Un tempo … Leggi tutto

Madame Bovary siamo “noi”: l’eterna frustrazione che ci logora nello squallore dell’esistenza

Frustrazione. Una malattia a cui l’umanità è eternamente condannata, risucchiata nel proprio abisso interiore dal peso di invisibili zavorre. Come definire quel senso di insoddisfazione che affligge l’uomo, quella sua assillante percezione di inadeguatezza rispetto a un traguardo indefinito, forse pure inesistente? Sempre insufficienti, sempre carenti verso un mondo tanto grande e tanto inspiegabile, i … Leggi tutto

Il desiderio mimetico: il triangolo che non avevamo considerato

No, non è quello di Renato Zero il triangolo di cui si parla, ma quello ipotizzato da René Girard: secondo la teoria del desiderio “triangolare” o “mimetico” al rapporto, prima considerato lineare, tra soggetto e oggetto del desiderio, si aggiunge un terzo elemento rappresentato dal modello che funge da mediatore tra essi. “Il desiderio del … Leggi tutto