Il Superuovo

Arrestato Bija, capo indiscusso dei lager libici e colpevole di violazioni dei diritti umani

Abd al-Rahman al-Milad, meglio conosciuto come “Bija”, è stato arrestato. L’Onu lo aveva inserito nella sua lista nera, poiché accusato di essere uno dei più affermati trafficanti di uomini in Libia. Bija era padrone di un importante sistema di detenzione di vite umane, lasciate nei lager libici in condizioni pietose e disastrose. Inoltre, è stato … Leggi tutto

Il regime egiziano e l’assordante silenzio dello Stato Italiano: i complici dell’arresto di Patrik Zaki

Il 7 febbraio 2020 Patrick George Zaki, studente egiziano dell’Università di Bologna di ritorno in Egitto per una visita alla famiglia, viene fermato all’aeroporto del Cairo in nome di un mandato di arresto emesso nel settembre 2019 e di cui nessuno era a conoscenza.   Ieri pomeriggio, la notizia che nessuno sperava di ricevere: il … Leggi tutto

Elezioni USA 2020: quando la tecnica comunicativa della provocazione prevale sul confronto tra i programmi

Joe Biden e Donald Trump non se le sono mandate a dire. Critiche, insulti, foga eccessiva: il riassunto perfetto del confronto tra i due candidati alla Casa Bianca avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì ore italiane. Il dibattito tra i due candidati è ruotato attorno a sei macro tematiche. Ma l’aspetto più importante su … Leggi tutto

75 anni delle Nazioni Unite: una storia fatta di successi e clamorosi fallimenti

Le Nazioni Unite compiono 75 anni di vita. Il 26 luglio 1945 i delegati di una cinquantina di paesi a San Francisco firmarono la Carta che pose le basi per far nascere l’Onu.  L’Onu fu fondata dai Paesi alleati vincitori sulle ceneri della Seconda Guerra nel 1945 con l’obiettivo di evitare un’altra discesa all’inferno, dopo … Leggi tutto

News: Gli Accordi di Abramo porteranno davvero la pace in Medio Oriente?

A Washington, Donald Trump ha ha co-firmato gli Accordi di Abramo per la normalizzazione dei rapporti Israele, Emirati Arabi e Bahrein. Tra le mura della Casa Bianca, Donald Trump ha siglato nella giornata del 15 settembre gli Accordi di Abramo, che danno vita alla normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra Israele, Emirati Arabi e Bahrein e … Leggi tutto

La Disney e la geopolitica: Mulan apre il dibattito sulle violazioni dei diritti umani in Xinjiang

Il 4 settembre è uscito il nuovo film di Mulan, prodotto dalla Disney e diretto dalla regista Niki Caro. L’opera non è stata esente da polemiche, poiché, alcune scene del film erano state girate nella regione cinese dello Xinjiang, dove da anni è in corso una repressione nei confronti della minoranza etnica uigura.  Alle prime critiche … Leggi tutto

Tra condanne all’ergastolo e violazione dei diritti umani: muore uno degli artefici dei genocidi in Cambogia

Kaing Guek Eav è morto nella notte tra l’uno e il due settembre in un ospedale all’età di 77 anni. Condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità, viene ritenuto responsabile della morte di almeno 14mila cambogiani. Il criminale si trovava ricoverato presso un ospedale di Phnom Penh, la capitale cambogiana, ed era conosciuto anche con il … Leggi tutto

La Turchia vuole riappropriarsi di territori della Grecia: un incidente navale riapre la crisi diplomatica

Nel Mediterraneo Orientale soffiano venti di guerra tra Grecia e Turchia. Una collisione tra una regata turca e una greca ha rappresentato la goccia che ha fatto traboccare un vaso già di per sé parecchio traballante. Il Mediterraneo Orientale è una zona contesa da Grecia, Turchia ed Israele. E’ un punto notevolmente strategico, in quanto … Leggi tutto

Da Giovanni Sartori a Mario Draghi: La politica italiana deve proiettarsi al futuro

Le parole di Mario Draghi, al Meeting di Rimini, hanno riaperto un dibattito lungo decenni: il futuro dei giovani e lo stato d’animo d’incertezza legato ad esso. Le parole dell’ex capo della Banca Centrale Europea, suonano come un campanello d’allarme. A suo avviso, si  assistendo ad una stagione politica che manca di una proiezione al … Leggi tutto

Le masse sono passive ed incapaci di reagire come sosteneva Le bon? La bielorussia non concorda

  In Bielorussia la tensione è altissima.  Seconda giornata di contestazioni contro la farsa delle elezioni presidenziali, che hanno visto vittorioso, Aleksandr Lukashenko per un sesto mandato. Sebbene l’ultimo dittatore d’Europa abbia preso l’80% dei consensi, in migliaia sono scesi in piazza per contestare l’ennesimo voto pilotato. A dimostrazione di come questo voto non rappresenti … Leggi tutto