Il Superuovo

Il ritratto della nostalgia: percorso tra il Romanticismo e l’arte di Pavese e Friedrich

Il senso di nostalgia analizzato tra il pensiero romantico, la poetica di Pavese e l’arte di Friedrich. La sensazione intensa che delicatamente la nostalgia lascia sulla pelle degli uomini può assumere diverse forme a seconda dei ricordi che trascina con sé, a seconda del profumo che trasporta insieme ai suoi lunghi capelli lisci, a seconda … Leggi tutto

Franco Arminio: un inno alla semplicità pura. L’importanza di ricercare la poesia nel mondo

E’ ancora possibile, nella nostra realtà tecnologica, parlare di poesia? Come e dove trovarla tramite gli insegnamenti di Franco Arminio. “Siamo ancora capaci di guardare il mondo? Possiamo ancora emozionarci, meravigliarci davanti alla bellezza del mondo? Forse sì, forse accade ancora, ma sono accadimenti brevi, fugacissimi. È che siamo storditi. Anche la giornata più ordinaria … Leggi tutto

L’ignavia: il peccato di chi non sceglie, condannato da Dante, fino ai giorni nostri

Ignavo, dal latino ignavus: pigro, ignorante, composto da in (non) e gnavus, forma arcaica per navus attivo, diligente. A partire dalla concezione di Dante, sommo poeta della letteratura italiana, fino ai giorni nostri: cos’è l’ignavia? Perché è da considerarsi un peccato? Come guarire da questa malattia? Una malattia chiamata ignavia Potremmo definire l’accidia una malattia … Leggi tutto

Cosa significa essere fragili? L’arte della vulnerabilità tra Nada, Virginia Woolf e Sylvia Plath

La fragilità scoperta tramite le delicate personalità di due autrici sopraffatte dal loro destino. Accettare ed esternare la propria fragilità non è un percorso semplice: spesso la gente non si rende conto dell’incredibile mondo che ha dentro di sé e preferisce tenerlo nascosto, forse per timore o perché non ne ha voglia e preferisce vivere … Leggi tutto

La ricerca della bellezza tra incanto e disperazione

Solitamente quando si pensa alla bellezza si tende ad associarla a quella visiva, alla bellezza che, oggettivamente, ognuno può percepire e constatare come una forma concreta. Tuttavia, il concetto di bellezza va oltre la sostanza di quest’ultima e l’autentica essenza del bello va ricercata al di là dei canoni estetici imposti dalla società. Si è … Leggi tutto

Il potere delle parole e i diversi volti della scrittura

Scrivere per esprimere se stessi, per spaccare il silenzio dell’anima.  Sviluppare la propria dimensione dovrebbe essere l’obiettivo di qualsiasi essere vivente. Come farlo? Ogni interiorità è incredibilmente diversa dalle altre: ognuno trova i colori, le forme e le dimensioni dei propri moti interiori in qualcosa di unico, differente e allo stesso tempo autentico. Non esistono … Leggi tutto

La percezione sensitiva del corpo a partire da Daniel Pennac

“Per tutta la vita dobbiamo sforzarci di credere ai nostri sensi”  (Daniel Pennac, “Storia di un corpo”) Partendo dal romanzo di Pennac “Storia di un corpo” ne scaturisce una riflessione sul ruolo della corporeità in ogni individuo. Che rapporto abbiamo con l’involucro che indossiamo quotidianamente? Che concezione abbiamo del nostro corpo e, soprattutto, quanto tempo … Leggi tutto

Anatomia di una società bloccata nel progresso, tra Bauman e Pasolini

Benvenuti nell’età moderna, nell’era in cui vige prepotentemente la norma del consumismo sfrenato. Tutto è consumo: gli stessi individui si consumano fondendosi in un’unica entità liquida. “Il terreno su cui poggiano le nostre prospettive di vita è notoriamente instabile, come sono instabili i nostri posti di lavoro e le società che li offrono, i nostri … Leggi tutto

Fabrizio de Andrè e Alda Merini: il suono della solitudine

“Sostanzialmente quando si può rimanere soli con sé stessi, io credo che si riesca ad avere più facilmente contatto con il circostante, e il circostante non è fatto soltanto di nostri simili, direi che è fatto di tutto l’universo: dalla foglia che spunta di notte in un campo fino alle stelle. E ci si riesce … Leggi tutto