Il Superuovo

Perchè il cambio dell’ora ci fa gioire? Ce lo spiega Henri Bergson

Il passaggio da orario legale a solare e l’apparente guadagno di tempo allieta la coscienza collettiva, la concezione di tempo di Henri Bergson suggerisce un motivo. Il filosofo francese suggerisce la distinzione tra tempo quantitativo, su cui si basa la scienza, e qualitativo, collegato alla coscienza umana, che valorizza le componenti psicologiche. La società odierna … Leggi tutto

Kubrick e Bergson ci parlano dell’utensile e dell’evoluzione dell’umanità

Kubrick nella sua cinematografia e Bergson con le sue parole, ci raccontano l’importanza dell’utensile e dell’intelligenza nell’evoluzione umana, e verso quali orizzonti la nostra specie  è destinata a volgere lo sguardo.        “2001: odissea nello spazio” va oltre il semplice film, Kubrick ci regala una visione antropologica di tutta l’evoluzione umana: passato, presente … Leggi tutto

Il tempo che percepiamo è il tempo scientifico? Bergson, 1917 e Birdman dicono di no

Negli ultimi anni, grazie ai progressi tecnologici, numerosi registi hanno optato per scelte sempre più complesse per permettere agli spettatori di immedesimarsi meglio nell’esperienza offerta dal film. In particolare i film 1917 e Birdman permettono allo spettatore di partecipare non solo alle azioni dei personaggi, ma anche alla loro percezione del tempo, che, come spiega … Leggi tutto

La memoria non è di casa nel cervello: Bergson spiega il sistema dei tatuaggi in Memento

Nel 1896 Bergson, nel saggio “Materia e memoria”, cercava di comprendere il funzionamento della memoria in relazione al cervello. Nolan riporta la stessa concezione in un capolavoro cinematografico. Ogni giorno usiamo tanti metodi diversi per ricordare. Ogni studente ha un suo metodo per imparare e memorizzare ciò che dovrà esporre. Utilizziamo agende per segnare gli … Leggi tutto

La 10yearschallenge: la concezione di tempo secondo Bergson

In una società in cui la riservatezza potrebbe sembrare una debole particolarità del carattere, l’unico antidoto sembrerebbe il dimostrare di essere il contrario. Il continuo mostrare di sé stessi è una prerogativa dei social network, di cui la società odierna si è fatta portavoce. Ovviamente l’utilizzo di queste piattaforme non è unicamente da imputare ad … Leggi tutto