Trump in Uk e intesa con la May, Londra protesta

Trump in Uk e intesa con la May, Londra protesta

14 Luglio 2018 Off Di Francesco Rossi

Se il presidente Trump aveva inizialmente elargito dure critiche verso la premier Theresa May, quest’ultimo si è ricreduto nella giornata di ieri sancendo un’intesa con la corona inglese. Nel frattempo, Londra ha fatto sentire il proprio dissenso con un corteo che contava ben oltre i 100mila partecipanti.

 

Trump

Donald si ricrede

Donald Trump afferma pubblicamente di aver cambiato opinione sul primo ministro di Downing Street, giungendo ad affermare che la May “è una donna formidabile”. I giornalisti del quotidiano The Sun chiedono al presidente delle spiegazioni in merito alle sue dure critiche verso il piano per la “soft Brexit” voluto dalla May: “Si tratta di fake news”, avrebbe risposto il leader repubblicano, aggiungendo: “In due giorni abbiamo passato più tempo insieme che nei due anni precedenti, ci siamo conosciuti meglio, ho capito che donna speciale è la premier”.

 

Trump

Fonte immagine: propatria.it

Le conseguenze dell’incontro tra Uk e Usa

Numerose testate hanno ritenuto “pericoloso” l’incontro di ieri fra Trump e Theresa May, poiché avrebbe potuto rivelarsi una “bomba a orologeria” per l’accordo sulla soft Brexit. Ciò in previsione del voto di lunedì in Parlamento, che confermerà o annullerà il piano di salvataggio concordato tra Downing Street e Bruxelles. Al contrario, le infauste aspettative della stampa sono state smentite dai toni utilizzati dai premier durante la discussione. Lo stesso Trump ha dichiarato: “Va bene qualsiasi accordo voglia fare Theresa May sulla Brexit, qualsiasi cosa farà a noi va bene. Ciò che conta è poter avere rapporti commerciali con voi. (…) Sarebbe auspicabile un accordo che permetta agli Stati Uniti e al Regno Unito di commerciare in maniera libera e indipendente”. La premier ha risposto positivamente, affermando che la sua posizione sulla Brexit realizzerà a pieno la volontà popolare. Il presidente americano confessa di aver dato suggerimenti troppo drastici all’UK per quanto riguarda la negoziazione con l’Unione Europea. Trump rimprovera quest’ultima per le sue politiche commerciali verso gli Usa, non escludendo l’ipotesi di una nuova stretta sui dazi.

Se è arrivata una ventata di distensione tra i due paesi, occorrerà attendere il summit di Lunedì, che vedrà come protagonisti gli Stati Uniti e la Russia di Putin. Il presidente americano afferma che il dialogo con Mosca sia di vitale importanza per il futuro del mondo.

Le proteste a Londra

Il malcontento del popolo inglese si è fatto sentire con una manifestazione che ha bloccato il centro della capitale del Regno Unito. Più di 100mila dimostranti hanno sfilato nelle strade e nelle piazze londinesi per protestare contro gli Usa. In questa occasione, il leader laburista dell’opposizione ha dichiarato:”La politica di Trump è fondata sull’odio, e la May gli ha steso un tappeto rosso”.