Il governo tiene bene

Il primo ‘scoglio’ politico per Salvini è stato superato brillantemente da entrambe le parti che costituiscono questo governo, adesso sarà l’Aula del Senato che, entro 30 giorni, dovrà allinearsi o meno ai loro colleghi della Giunta, ma a questo punto la maggior parte degli italiani può stare serena sull’esito, in quanto salvo imprevisti, ora come ora, non vi è mai stata così grande intesa al governo come in questi giorni.
Immediate le proteste da parte dell’opposizione, che si consumano indegnamente nel cortile di Palazzo Madama, con cartelli provocatori e ‘hashtag‘ fuori luogo da parte dei senatori del Partito Democratico. In risposta alcuni pentastellati come Giarrusso, hanno mimato il gesto delle manette, con molta probabilità riferendosi all’arresto dei genitori dell’ex-segretario Pd Matteo Renzi, avvenuto il giorno della votazione.

Salvini
Fonte foto: ansa.it

‘Avrei accettato qualunque risposta’

Risponde così il Vice-Premier Salvini dopo il voto della Giunta, ringraziando i colleghi e affermando più volte che al governo non vi sono ‘singoli‘, ma una ‘squadra‘ e che quindi ringrazia ancora per la fiducia questa ‘squadra‘. Ringrazia anche per la correttezza il collega Di Maio, ribadendo che il governo non era e non è in discussione.
Il Vice-premier Di Maio è soddisfatto per l’esito della decisione e scongiurando spaccature interne, ha voluto più volte evidenziare come siano stati gli stessi elettori del M5S a votare a favore dell’immunità sulla piattaforma Rousseau e non i politici del Movimento stesso. Un modo come un altro per discostarsi dal quel Di Maio di 5 anni fa, che uscì dall’aula il giorno in cui un Parlamento a maggioranza Pd, votò a favore delle immunità diplomatiche.

Salvini
Fonte foto: ilpost.it

Oggi avete distrutto il Movimento’ e ‘ci avete venduti alla Lega’

Sono queste le parole più condivise sui social fra migliaia di appartenenti al Movimento, i quali sono rimasti delusi nei confronti dei loro rappresentanti per aver messo ‘l’interesse politico davanti alla legalità‘. Votando contro avrebbero fatto cadere il governo, ma sicuramente ne sarebbero usciti coerenti con la loro politica interna, così facendo stanno perdendo sempre più consensi e un grande primo ‘scacco matto’ potrebbe già arrivare il 26 Maggio, quando si voterà per le europee, alle quali Salvini sta arrivando sempre più forte di consensi.

Elia Belmonte

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: