Foucault

Per Foucault è centrale il concetto di “estetica dell’esistenza”, tema molto ampio e complesso. La logica fondamentale è quella della cura di sé, quindi formazione del proprio carattere e del proprio corpo, nonché la padronanza e il controllo di entrambi gli aspetti. Per questo il filosofo propone e analizza una serie di pratiche psicofisiche, che coinvolgono l’uomo dalla testa ai piedi. L’obbiettivo è quello di conquistare se stessi e formarsi sia dal punto di vista fisico, sia da quello mentale. Questo percorso dell’estetica dell’esistenza comincia da noi stessi per poi riportarci a noi. Acquisiamo così una forma, che è la forma dell’arte. Infatti così facendo noi siamo allo stesso tempo soggetto ed oggetto, rendiamo noi stessi un’opera d’arte.

Schopenhauer

In Schopenhauer è fondamentale la Ragione Pratica. È un concetto simile all’estetica dell’esistenza di Foucault. La facoltà della Ragione Pratica permette all’uomo di essere al tempo stesso artista, spettatore e regista della propria vita. È ciò che permette di riflettere su noi stessi con distacco e di controllare il nostro corpo e la nostra mente. Per fare ciò servono esercizi del corpo e dello spirito, finalizzati alla conquista del sé e non all’annullamento del corpo. Vi deve essere un’unione dinamica tra psiche e soma, ovvero mente e corpo. Ci permette di dare uno stile, una forma alla nostra vita che siano un bello stile ed una bella forma. La Ragione Pratica ci permette di fare della nostra vita un’opera d’arte, ed essere pienamente soddisfatti e in armonia.

Body art

Arte che si è sviluppata negli anni ’60 negli Stati Uniti e in Europa. Nella filosofia della body art il corpo è uno strumento diretto. per l’espressione artistica. I body artists fanno del proprio corpo un’opera d’arte. Durante la performance il body artist esercita un controllo e una padronanza sulla propria mente e sul proprio corpo non certo indifferente. Egli attraverso un faticoso e lungo percorso di formazione è diventato capace di essere allo stesso tempo soggetto e oggetto. Egli si esprime attraverso gesti, azioni, travestimenti, provocazioni e scandali di cui è il diretto protagonista. Nella performance egli mostra una verità, la propria verità. La manifesta in tutta la sua concretezza corporea, rendendo il proprio corpo una “forma di verità”.

Pole dance

La pole dance è considerata una forma di Body art moderna. Questa pratica richiede impegno, disciplina e pazienza che portano ad una maggiore consapevolezza di sè, dei propri limiti e delle proprie capacità. Il proprio corpo diventa uno strumento di cambiamento, di crescita, nel rispetto del proprio corpo e con molto esercizio. La pole dance è quindi una vera e propria forma d’arte.
Si avvicina alla disciplina dello yoga: cura verso se stessi, sia a livello fisico che mentale. La performance della pole dance è un esempio di estetica dell’esistenza di Foucault e della Ragione Pratica di Schopenhauer. Il corpo è un’opera d’arte usato per manifestare una verità. Nella pole dance si è attori, registi e spettatori della propria vita.

Elena Bellinello 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: