Lo stato di natura da Hobbes a Rousseau nella serie televisiva Lost

La fenomenale serie televisiva “Lost” creata da J.J. Abrams intorno al 2004 è ormai divenuta parte della cultura popolare occidentale a causa della sua complessità e della ricca e ingente quantità di riferimenti alla cultura, in particolare all’interno dell’impegnativa trama si possono trovare in particolar modo riferimenti alla filosofia di Hobbes, Locke e Rousseau.

Lost: la trama

La particolarmente ricca e intrecciata trama della serie di Abrams è pressoché impossibile da descrivere in modo breve e conciso, tuttavia la storia principale inizia con uno schianto del volo 815 da Los Angeles a Sidney in un’isola che viene inizialmente considerata disabitata. I sopravvissuti di questo volo saranno costretti a ritornare in una sorta di stato primordiale e primitivo: devono procurarsi cibo, costruirsi delle dimore e soprattutto esplorare il territorio circostante. Con il passare dei giorni e la diminuizione della speranza di tornare nel mondo civile iniziano a nascere tensioni, amicizie e misteri riguardanti l’isola.

La filosofia seicentesca: lo sviluppo del contrattualismo

Intorno alla fine del cinquecento crollò una delle teorie più salde della storia: il finalismo. Teoria secondo la quale tutte le azioni svolte dagli individui accadono secondo un fine. Attraverso il cedimento di questa elaborazione iniziò a svilupparsi il contrattualismo, procedimento filosofico che ha come fine ultimo lo sviluppo e l’instaurarsi di un mondo civile, di una società e dei valori umani scaturiti da essa attraverso l’artificio di un contratto, un patto. La teoria del contrattualismo è ancora oggi utilizzata da alcuni filosofi, come Rawls e Gautier, ed è inoltre stata una tra le tesi più criticate a causa del suo elevato tasso di finzione riguardante l’epoca primitiva.

Uno dei primi fiosofi che accettò e sviluppò la teoria è Hobbes, celebre per la frase: homo homini lupus ( l’uomo è lupo per gli altri uomini) tramite cui si può sintetizzare la sua teoria. Secondo il filosofo britannico gli uomini nello stato di natura sono uguali tra loro a causa di una mancanza di condizioni gerarchiche ma proprio per questo si sfidano l’un l’altro per riuscire a raggiungere l’obiettivo ultimo comune a tutti gli individui: la conservazione della propria vita. La condizione hobbesiana è inoltre una condizione amorale, pre-morale, dunque una situazione in cui non sono ancora presenti i valori morali comuni a tutti gli individui. Opposto a ciò si ha la tesi di John Locke (inoltre è uno dei protagonisti più importanti e avvincenti della serie): la condizione primordiale in cui gli esseri umani si trovano in stato di natura, ha anche come qualità necessaria l’essere morale. Esistono dunque i principali vizi e le più importanti virtù dell’individuo. Un ulteriore elemento importante è l’obbligo a cui sono soggetti gli esseri umani di perseguire il bene.

Ultimo, ma non per importanza, è Jean-Jacques Rousseau: secondo il filosofo francese la scienza, la cultura e le arti sono considerate come strumenti di occultamento dell’ingiustizia,e, insieme a un finto possedimento di facoltà o virtù, sono la causa principale dello sviluppo di un secondo stato di natura rinnovato ma corrotto, impuro.

La filosofia del diciassettesimo secolo applicata all’opera creata da Abrams:

I protagonisti all’interno della misteriosa isola si trovano in uno stato di natura; a causa della nascita e dello sviluppo di disaccordi, incongruenze e ingiustizie, si instaura in loro rabbia, violenza, forza e aggressività, che porteranno l’uno a prevalere sull’altro. Il tempo scorre, e la loro speranza di ritornare alla vita di tutti i giorni diminuisce, e inoltre scoprono vari e profondi misteri riguardanti l’isola: la sua irraggiungibilità, i viaggi nel tempo e il magnetismo. Questo porta ad ulteriori supremazie e allo sviluppo della proprietà privata che, causando un circolo vizioso, accresce e aumenta la loro egemonia e il loro potere.

Silvia Cherillo

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: