Il Superuovo

Quanto è importante Marx per l’ecologia oggi? Scopriamo la sua idea partendo da “Our planet”

Quanto è importante Marx per l’ecologia oggi? Scopriamo la sua idea partendo da “Our planet”

“Il nostro pianeta” ci mette davanti una natura che sta per scomparire e Marx sa indicarci il modo per salvarla. 

Il cambiamento climatico e i disastri ecologici sempre più frequenti stanno oggi mettendo a rischio la nostra unica casa: il pianeta Terra. “Our planet”, serie uscita recentemente su Netflix, ci mostra quanto è rimasto di selvaggio e puro nel nostro ambiente. Per preservare questa natura, capace di lasciare senza fiato, dobbiamo rivalutare il rapporto dell’uomo con la natura. Questa è la strada che ci indica Marx. 

Economia e relazione con la natura sono intrecciati

La nostra epoca è segnata da progressi scientifici ed economici mai visti prima nella storia. Il capitalismo, la forma della società contemporanea, non è tuttavia solo una questione economica, ma interessa tutti gli ambiti della vita. È un sistema economico, ma anche una forma della nostra coscienza, che influenza il rapporto tra di noi e il mondo. Ciò si riflette anche nella relazione che abbiamo con la natura. Il fatto che essa sia oggi sempre più minacciata e colpita ci obbliga a chiederci se ci sia qualcosa da cambiare. Questo è anche quello che si chiede Marx e che lo spinge, partendo dallo studio della nostra società, a cercare un modello migliore.

“Il nostro pianeta”: la natura che resiste

Non tutto è ancora perduto. La serie “il nostro pianeta”, uscita recentemente su Netflix, ci mostra la natura selvaggia che oggi ancora sopravvive incontaminata dall’uomo. Questo è l’obiettivo degli autori della BBC: non mostrare i disastri ecologici ma concentrarsi su quanto si è salvato, e resiste ancora. Le immagini sono incredibili e le tecniche utilizzate ci proiettano dentro un ambiente selvaggio e vivo. Tutto ciò regala meraviglia e si ha come la sensazione che anche noi, in quanto uomini, facciamo parte di quell’ambiente. Sentiamo che se tutto quello andasse distrutto, perderemmo anche una parte di noi stessi. Ci sentiamo di far parte di una totalità che paradossalmente è messa a rischio dalla stessa attività umana. Partendo da questo chiediamoci qual’è per noi il significato di natura.

La domanda centrale per l’ecologia

Che cosa pensi quando si parla di natura? La risposta non è ovvia, ed è da questa domanda che deve partire ogni riflessione ecologica. I casi sono due: o la natura è vista come esterna a noi e quindi un oggetto, o è vista come un qualcosa di ampio di cui noi, in quanto uomini, facciamo parte. Nel primo caso in quanto oggetto può essere sfruttata senza alcun limite. Nel secondo caso essa è una totalità autonoma, un organismo di cui noi siamo una parte. In questo caso rispettare la natura sarebbe rispettare noi stessi. Ecco l’importanza della domanda: secondo Marx il primo è il modo in cui la natura è vista dal capitalismo, e vuole partire da qui per cambiare il nostro modo di vederla. 

Tutto si origina nelle relazioni umane

Il nostro rapporto con la natura e il sistema economico in cui ci troviamo sono quindi strettamente intrecciati. Non solo: Marx ci dice che tutto dipende dalle relazioni umane. Se c’è sfruttamento tra gli uomini allora c’è sfruttamento anche nei confronti della natura. E il problema è proprio che nel capitalismo gli uomini non si trattano come simili, ma come nemici e concorrenti. Lo sfruttamento si origina in particolare nella forma di lavoro. Il lavoro nelle fabbriche è estraniato e ciò comporta una perdita di umanità da parte dell’operaio, che si riflette in lotta con il capitalista. La soluzione che propone Marx è di abolire la proprietà privata. Questo per trasformare il lavoro estraniato in lavoro umano, sanare i rapporti degli uomini verso se stessi e tra di loro e arrivare ad un rapporto con la natura genuino e non di sfruttamento. 

Creiamo un futuro di cui l’uomo fa parte

Da questo punto di vista il pensiero di Marx è ecologico. Non dobbiamo accettare la sua soluzione, ma la sua analisi è più attuale che mai. Il capitalismo accompagna una determinata idea di natura, che oggi è responsabile di disastri inaccettabili. Impariamo quindi ad intenderla non come un oggetto, ma come un tutto di cui facciamo parte. Questa è la necessità che ci pone davanti anche “Il nostro pianeta” e che è la nostra occasione per creare un futuro in cui l’uomo faccia veramente parte del proprio mondo. 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: