La vita vale la pena di essere vissuta? L’indifferenza sociale in Joker e Camus (Attenzione spoiler!)

Il  “Joker” di Phoenix sbalordisce tutta la critica al festival di Venezia aprendoci gli occhi sui problemi della società odierna.

Arthur Fleck (Joaquin Phoenix) prima e dopo la trasformazione in Joker

In questa pellicola l’obiettivo non è soltanto rappresentare un famoso villain dei fumetti, ma mostrare al pubblico come un uomo con problemi psicologici possa diventare un mostro creato dalla stessa società se questa non gli fornisce tutta l’assistenza necessaria, infatti sarebbe riduttivo definire il film un cinecomic in quanto fa da tramite per metterci in guardia su uno dei problemi più grandi dell’umanità, che verrà analizzato anche da Camus nel romanzo “Lo Straniero”, l’indifferenza sociale.

La Gotham City di Joker

Joker si sente vivo dopo aver compiuto il primo delitto

Il film ha una fascia temporale diversa rispetto ai classici cinecomic della DC, infatti la vicenda si svolge in una Gotham City degli anni ’70, dove non c’è ancora Batman a vigilare sulla città ma c’è suo padre, Thomas Wayne, che si candida come sindaco per le prossime elezioni. Quasi tutti lo vedono come un simbolo, un uomo ricco che combatte per i diritti civili, purtroppo però ciò non è vero, in quanto inizia a fare tagli sulle spese per assistenza sanitaria e psicologica mentre da un altro lato avvantaggia gli yuppies, i suoi dipendenti e broker che si vedono onnipotenti sulla popolazione povera della città. E’ qui che entra in gioco Arthur Fleck, il futuro Joker, che lavora come clown ma viene continuamente bullizzato per strada dai ragazzini ed è anche ingannato dai suoi colleghi di lavoro che se ne approfittano e lo fanno licenziare. Tutto ciò porta Fleck a cercare un aiuto per questo frequenta delle seduta con una psicologa che lo stabilizza, ma quando questa perde il lavoro e Arthur non ha più punti di riferimento si sente perduto e non sa se al mondo importa più di lui, così mentre torna a casa in metro comincia a ridere in modo apatico senza riuscire a fermarsi e tre yuppies lo prendono di mira e cominciano a pestarlo e Fleck perdendo il controllo tira fuori la pistola del collega che lo ha fatto licenziare e spara agli aggressori. Nonostante si sia solo difeso i media ritraggono le tre vittime come martiri indifesi mentre questi hanno abusato di potere, questa cosa fa infuriare i cittadini poveri di Gotham che con solidarietà si affiancano ad Arthur e manifestano contro i poteri forti. Nel frattempo Arthur crea nella sua mente una realtà alternativa dove è fidanzato e comico di successo ma torna alla realtà vera e proprio quando Murray, un noto conduttore televisivo, lo invita come ospite durante una puntata. Fleck dopo aver capito che verrà deriso decide di andare comunque allo show per spararsi in diretta e vedere se a quel punto il mondo si sarebbe accorto di lui, ma quando è davanti le telecamere confessa i suoi delitti e denuncia l’indifferenza sociale di Thomas Wayne, dopo uccide Murray e viene arrestato ma ormai in città c’è l’anarchia e i genitori di Bruce Wayne vengono assassinati, in quel momento nascono due leggende: Joker e Batman.

L’Esistenza sofferta di Meursault

Albert Camus, autore del romanzo “Lo Straniero”

L’indifferenza sociale non è stata trattata per la prima volta soltanto oggi, ma è un problema che gli esistenzialisti affrontano da secoli, uno di questi è Albert Camus che con il romanzo “Lo Straniero” crea un mondo analogo a quello di Joker. Il protagonista questa volta è un francese emigrato in Algeria per lavoro, il signor Meursault, che si trova a vivere una realtà che lo estranea, già all’inizio del romanzo non sa quando è morta la madre e al funerale di questa non mostra un minimo di tristezza, è freddo come se non fosse successo nulla, con le persone della sua vita ha un rapporto che lo porta a rinnegare i sentimenti, come con la sua ragazza Marie, che non riesce ad amare, oppure è intimorito talvolta e segue decisioni prese da altri, come con il suo capo o con Raymond, il suo vicino che lo obbliga a essere testimone della sua vita sentimentale portandolo a mentire davanti la polizia e a scontrarsi con i parenti stranieri della sua ragazza. Come per Fleck anche Meursault perderà il controllo sparando senza motivo al “cognato” arabo di Raymond, è bastato un solo colpo per ucciderlo ma Meursault fa esplodere altri 4 colpi sul corpo inerme della vittima, sarà questa azione il simbolo del danno dell’indifferenza sociale perché per la prima volta in vita sua Meursault prende da solo una decisione e questo lo fa sentire vivo anche se è un’esistenza sofferta.

La visione del mondo tra Joker e Meursault

Entrambi i personaggi sono protagonisti di una vicenda che li accomuna e per questo giungono a conclusioni simili tra loro: Joker dopo aver ucciso gli yuppies, Murray, la madre e il collega confessa che per lui uccidere non è ne bene ne male è indifferente quando compie queste azioni come sarebbe indifferente il mondo se lui morisse. Mentre Meursault una volta in carcere è odiato da tutti e le uniche persone che provano a graziarlo sono il giudice istruttore e il cappellano che vengono respinti brutalmente dal protagonista, infatti il giudice è terrorizzato dal fatto che l’imputato non prova nessun rimorso e nessuna paura per il delitto commesso, il prete invece cerca di rasserenare il cuore del detenuto prima della condanna a morte spingendolo a credere in Dio ma Meursault rifiuta dicendo che è solo un inganno e se ci fosse Dio le cose che lui ha subito e ha fatto non sarebbero successe. Infatti se potesse vivere un’altra vita il suo desiderio sarebbe di ricordare ciò che ha fatto in questa vita e l’unica cosa degna di nota è stata l’uccisione dell’arabo, per questo sostiene che la vita non vale la pena di essere vissuta, e anche perché se lui muore il mondo è indifferente, va avanti comunque, lui ha accettato questa realtà e non c’è cosa che lo fa sentire più vivo se non gli insulti che riceverà quando salirà sul patibolo per l’esecuzione.

 

 

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.