Il Superuovo

La scalata per il successo: 7 tecniche per potenziare forza di volontà e autocontrollo

La scalata per il successo: 7 tecniche per potenziare forza di volontà e autocontrollo

L’autocontrollo e la forza di volontà sono alla base del successo personale. Fortunatamente, esistono delle strategie per potenziare tali abilità: scopriamo quali sono.

 

In questo periodo così incerto, è difficile fare piani a lungo termine e porsi degli obiettivi. Chi vive alla giornata sentirà meno questa mancanza, mentre chi è abituato a fare progetti è costretto a far fronte a un futuro di nebbia. Ma per poter raggiungere qualsiasi obiettivo, è essenziale saper esercitare l’autocontrollo. La ricerca ha dimostrato che l’autocontrollo è fondamentale per il successo ed è addirittura più importante del talento.
Ma c’è una notizia positiva: l’autocontrollo e la forza di volontà possono essere potenziate.
Ecco come.

1. No alla soppressione del pensiero

Lungo la strada che porta ad un obiettivo, si possono incontrare degli ostacoli e delle tentazioni che possono distrarre dalla meta. Per non distrarsi serve a poco sopprimere il pensiero della tentazione, perché si finisce con il pensare solo a quello. Facciamo una prova: non dovete assolutamente pensare a un elefante rosa.
Qual è la prima immagine che vi è venuta in mente?

2.  No alla poca concretezza

La poca concretezza è un altro aspetto che non permette di potenziare forza di volontà e autocontrollo in vista dei propri obiettivi. In altre parole, focalizzarsi solo sull’obiettivo a lungo termine e sulla sua importanza lo fa sembrare piuttosto astratto e lontano. Se si vogliono risultati, bisogna seguire un piano rigoroso e concreto.


3. Saper programmare

Una strategia estremamente utile consiste nel fare programmi concreti per avvicinarsi all’obiettivo. Più il programma è concreto e descritto passo passo nei dettagli, più è facile seguirlo. Non è necessario fare grandi salti in avanti in poco tempo, ma è importante progredire sempre e conquistare a mano a mano piccoli traguardi lungo il percorso. Avere un programma lascia poco spazio all’indecisione e alle distrazioni, dal momento che ciò che bisogna fare è già stato deciso e non resta altro che eseguirlo.

4. Prevedere gli ostacoli

All’inizio del percorso verso il nostro obiettivo, è importante anche saper prevedere i possibili ostacoli e le relative soluzioni per superarli. In questo modo, davanti al problema vero e proprio avremo pronta una soluzione immediata per poter continuare il cammino. Questa strategia è la soluzione alternativa più efficace alla soppressione del pensiero.
Prevedere ostacoli e soluzioni potrà sembrare banale, ma ha un forte potere sulla forza di volontà, perché avere già una soluzione permette di non sprecare tempo ed energie. Ad esempio, la capacità di prevedere come superare certi ostacoli ha permesso a pazienti molto anziani, reduci da importanti operazioni chirurgiche, di riprendere una vita normale. Tutto quello che hanno dovuto fare è stato programmare nei minimi dettagli cosa fare per far fronte al dolore delle sedute di riabilitazione.
Una nota: era stata stimata una bassa probabilità di recupero dall’operazione per questo tipo di pazienti.

5. Organizzare lo spazio

Inutile dire che una strategia efficace per non distrarsi è allontanare fisicamente tutte le distrazioni. Probabilmente un’infinità di volte avremo deciso di mettere via il telefono e concentrarci sullo studio, con l’intenzione di voler provare l’ebbrezza di un 30 a un esame, ma puntualmente ci siamo ritrovati online tra i meme.

Fonte: Reddit

6. Avere sufficienti energie

Per esercitare l’autodisciplina è necessario uno sforzo attivo, in modo tale da evitare le distrazioni e concentrarsi sullo scopo prefissato. Ma questo sforzo attivo impiega energie fisiche e mentali, consumandole un po’alla volta secondo l’effetto di svuotamentoÉ importante, quindi, tenere presente che la capacità di autocontrollo tende a diminuire nel corso della giornata, rendendo meno produttivi.

7. Convinzioni

Le strategie proposte finora sono indicazioni piuttosto concrete. Ma anche un particolare atteggiamento mentale può potenziare la forza di volontà e l’autocontrollo. Per esempio, indipendentemente dall’effetto di svuotamento, chi crede che la forza di volontà sia una risorsa inesauribile si farà scoraggiare meno facilmente. Inoltre, se una persona crede di impegnarsi volontariamente e per ragioni personali, sarà più motivata rispetto al caso in cui si sente costretta ad eseguire ordini imposti da altri.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: