Kierkegaard contro 5 filosofi che non sembrano rispettare il connubio vita e pensiero

Massimi sistemi volti a risolvere le questioni più astruse che sorgono dalla domanda filosofica e poi non conciliare la propria dottrina con la vita personale… Vale davvero la pena? 

Foto presa da “Carbonio editore”, Bradatan e la presentazione del libro “Morire per le idee”.

Costica Bradatan, sull’onda di una concezione kierkegaardiana afferma che “la vera filosofia è vita vissuta”. Nella Grecia antica e nella prima Cristianità filosofica si può notare benissimo il rigore che accomuna la vita e il pensiero. Alcuni esempi al volo sono Marx, Simone Weil, Carlo Michelstaedter e così via. In essi il connubio vita-filosofia è stretto e imprescindibile: la loro dottrina non vuole essere quel blando insegnamento accademico il cui fine è solo quello di sostenere lezioni brillanti per mantenere la cattedra.

Foto presa da “Kierkegaard: Cos’è dunque la malinconia? […]”, “Significato.net”, 07/02/2020.

G. F. Hegel

Giusto per cominciare leggeri, Hegel è il tipico filosofo da cattedra. Tutti conosciamo la disputa accademica con il “collega” Schopenhauer. Certo, forse sarebbe una missione praticamente impossibile conciliare l’esposizione filosofica della risoluzione della metafisica e dell’ontologia in logicità con la sua vita. Forse non è proprio l’esempio opportuno per cominciare questa top five, ma una cosa è certa: agli occhi di Kierkegaard, Hegel aveva capito tutto fuorché se stesso. A che scopo dunque esporre una dottrina se non si lavora duramente su se stessi?

A. Schopenhauer

La critica volta al filosofo non vuole rispecchiare l’espressione introduttiva “filosofia da cattedra”, bensì è volta a mirare l’enorme discrepanza tra la sua vita personale e ciò che esponeva a lezione. Fino a quanto si può scindere dall’ambito privato? Certo, la vita del singolo, a detta di molti, non ha nulla a che vedere con la professionalità. Tuttavia, come può un filosofo di questo spessore mandare messaggi importanti a lezione e, a casa, spingere un’anziana signora giù dalle scale? O farsi trovare dai propri allievi fuori da qualche bordello?

J. J Rousseau

A mio avviso, uno dei più grandi pensatori di sempre. Però non bisogna mai dare nulla per scontato o lasciare gli eventi al caso. È risaputo che egli è stato uno dei grandi fautori degli studi pedagogici, tanto da scrivere “Emilio o dell’educazione”. Esso è un testo che si propone di sviluppare tesi legate alla pedagogia a partire dal l’affermazione secondo la quale l’uomo è naturalmente buono. Tutto molto persuasivo se non fosse per il fatto che, nella sua vita privata, ha abbandonato la bellezza di 5 figli.

Neohegeliani danesi

Data la scelta arbitraria di partire da un’ottica esistenzialista e, soprattutto kierkegaardiana, non si può evitare di citare la disputa che ha visto schierato il filosofo danese da una parte e gli accademici “compaesani” dall’altra. Una lotta a cui Kierkegaard non ha mai rinunciato. Una lotta contro quel necessitarismo hegeliano rimodellato e ripreso da più voci che non lascia spazio all’azione del soggetto in quanto “libero di scegliere”.

Antistene

È un salto lunghissimo nel passato, tuttavia anche in lui il connubio dottrina-filosofia non è proprio dei migliori. Fondatore della scuola cinica, è famoso per aver detto ai suoi allievi:“Ho ascoltato Socrate e trovato in lui il mio maestro, trovatevene uno anche voi.” Ovviamente, è un’espressione che andrebbe contestualizzata, ma il succo della questione ritengo che renda abbastanza l’idea.

In conclusione, non si voleva mandare un messaggio che screditasse i filosofi (e il gruppo di filosofi) presi in questione. L’idea mira verso un’ottica più esistenzialista di immedesimazione, di vivere davvero la filosofia che si professa… Cosa che spesso non accade!

 

 

0 thoughts on “Kierkegaard contro 5 filosofi che non sembrano rispettare il connubio vita e pensiero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.