Cristianesimo e stereotipi: e se i supereroi stessero in realtà cercando di sconfiggere il pensiero acritico?

 

La missione di difesa del mondo da parte dei supereroi riletta in chiave sociologica, evidenziando i parallelismi che emergono tra la loro battaglia e quella del mondo pagano e cristiano.

 

 

Chiunque comprenda l’importanza delle differenze è chiamato a riflettere, a unirsi e “combattere”, come quotidianamente fanno i supereroi, affinché il senso critico non venga mai cancellato in favore di una verità assoluta.

L’unità come minaccia alla libertà di essere diversi.

“Trasportate di pianeta in pianeta le scatole madri si combinano per formare l’unità, un potere che non solo distrugge i mondi, ma li trasforma nel primordiale tugurio che è il mondo dove è nato Steppenwolf. Saremmo dovuti morire, invece abbiamo formato una nostra unità: amazzoni, atlantidei, tutte le tribù degli uomini, guerrieri leggendari e persino gli dei si mossero tutti insieme pronti a dare la vita per scacciare Steppenwolf”. Così, Diana Prince, figlia del re degli dei Zeus e della regina delle amazzoni Ippolita, descrive a Bruce Wayne la minaccia che incombe sul pianeta terra. L’unità, un potere che si raggiunge dall’unione di un trittico di scatole “madri”capaci da sole di trasformare un intero pianeta, rischia di schiacciare quello che l’umanità ha fino a quel momento preservato: la liberà. La libertà che gli uomini cercano di preservare, però, è da intendersi in senso più ampio come una lotta per la conservazione della libertà ad essere diversi. Il film, attraverso l’avvincente storia del gruppo di supereroi che ancora una volta si unisce per tentare di fronteggiare il nemico comune, può essere riletto indagandone gli snodi fondamentali alla luce della battaglia sociologica combattuta tutt’oggi da chi è convinto che le differenze possano portare un beneficio per la crescita sociale e culturale dell’uomo.

 

Steppenwolf e i cristiani contro le differenze.

Personaggio fondamentale per poter condurre un’analisi approfondita dei temi sopracitati è Steppenwolf. La sua azione, esattamente come quella dei cristiani che si imposero di eliminare qualunque culto “pagano”, intende cancellare ogni tipo di differenza dal pianeta, sottomettendo tutti nell’unità. A differenza di Steppenwolf, però, i Cristiani riuscirono, nel mondo antico, a cancellare qualunque forma di religiosità che fosse in qualche modo collegata al culto degli dei antichi imponendo la loro unità come forma di verità assoluta, infatti, oggi, non è più possibile trovare neanche un “vero” pagano. La riuscita della missione cristiana nel mondo antico va ricercata nella mancata alleanza di quei pagani che, a differenza dei Cristiani, accettavano di buon grado la religioni differenti dalla propria, poiché nelle religioni antiche gli dei degli altri non erano concepiti come una minaccia all’unica verità. ma come una possibilità, una risorsa. Nel mondo antico, dunque, il carattere plurale degli dei era visto come qualcosa che poteva far nascere, all’interno di ognuno, un sentimento di curiosità che si sarebbe inevitabilmente trasformato in una ricerca in merito agli dei “stranieri” che avrebbe avuto come risultato l’inglobamento di questi nel pantheon di divinità note. Dopo la venuta di Cristo, però, questo sentimento di curiosità e questa voglia di ricerca andarono affievolendosi, infatti, autori come Tertulliano scrivono: “Dopo la venuta di Cristo, noi non abbiamo bisogno di andar curiosando”. La curiosità diviene qualcosa da evitare, da sostituire con l’accettazione cieca dell’unità e dei dogmi che essa porta con sé.

I supereroi come espressione del mondo pagano.

Un kriptoniano, un’amazzone, un atlantideo, un umano e due metaumani… sì, sembra l’inizio di una classica barzelletta, ma è questo l’entourage da cui è composta la squadra che Bruce Wayne riesce a mettere insieme per cercare di difendere il pianeta dall’incombente minaccia dell’unità. Ogni membro della squadra rappresenta un elemento del mondo pagano che questa volta, unito, riesce a combattere la volontà di soppressione delle differenze da parte dell’unità. Due discendenti degli dei antichi (Zeus e Poseidone), un alieno proveniente da un altro mondo, due esseri umani che hanno acquisito poteri speciali (simili ai semidei) e un uomo sono la barriera che impedirà la cancellazione di quel sentimento di curiosità che deve essere preservato ne mondo moderno affinché nessuna verità possa cercare di imporsi cancellando il senso critico e la voglia di ricerca che sono propri di chi non si accontenta della mera accettazione di un dogma che spesso risulta essere illogico e insensato.

 

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: