fbpx
Hygge è la filosofia scandinava che ti insegna a vincere la depressione con la quotidianità

Hygge (pronunciata hue-gah) è una parola di origine danese e in seguito norvegese che indica un sentimento, un’atmosfera e un’ambiente accogliente che mette di buon umore. 

Questa parola viene spesso collegata al Natale o considerata un rimedio contro la depressione. Il concetto di hygge infatti non ha come fine una felicità momentanea, ma vuole rappresentare un sentimento di benessere e di calore. Viene collegata al Natale perché questa, più di altre festività, rappresenta momenti di felicità, di condivisione e di calore. Scopriamo però perché viene considerata un rimedio contro la depressione.

Si può essere felici senza sole?

Le ore di luce solare hanno un’importante effetto sullo stato mentale di ognuno di noi. Uno studio dell’Università dello Utah ha mostrato come le persone siano più tristi quando le giornate sono meno soleggiate e ci sono meno ore fra alba e tramonto. Si tende invece ad essere più felici e di buon umore quando c’è più luce e più sole.

Perché il sole ci rende più felici? Senza essere troppo prolissi e semplificando un po’ ci basti sapere che la luce del sole stimola la produzione di serotonina ovvero l’ormone del buonumore. Inoltre l’esposizione alla luce e al sole permette di rilassarsi e il fatto di rilassarsi è sicuramente una componente importante dello stare bene.

Come tutti sanno, le popolazioni del nord Europa hanno un clima molto rigido che è caratterizzato, in inverno, da pochissime ore di luce e giornate tutt’altro che soleggiate. Va da sé, quindi, che se il sole aiuta ad essere più felici e in questi paesi c’è poco sole, chi li abita debba cercare felicità altrove. Proprio per questo motivo, nella tradizione danese e norvegese si è intrufolata la parola hygge che vuole essere un’ispirazione ad uno stile di vita in cui si trova la felicità nelle piccole azioni quotidiane e domestiche. In particolare, essendo quello più cupo, è il mese di Novembre a dare il via a questa ricerca di felicità nelle piccole cose.

 

Qual è il significato di Hygge?

Il significato della parola hygge è atmosfera di calore, benessere e intimità. Indica quel modo di vivere in cui ci si sente in pace e in grado di gioire delle piccole cose e del momento che si sta vivendo (hic et nunc). Il concetto di hygge racchiude molto. E’ considerato hygge il bagliore delle candele, decorare l’albero di Natale, bere la cioccolata calda, guardare un film con la persona amata, fare lo sport che ci piace, una passeggiata in mezzo ai boschi, dedicarci al nostro passatempo preferito o in generale tutte quelle piccole azioni normali che ci fanno stare bene.

Questa parola è apparsa per la prima volta in un testo danese alla fine del XVIII secolo e da quel momento è entrata a far parte della lingua corrente. E’ un termine che si può applicare a qualsiasi cosa, i danesi infatti lo usano per tutti gli aspetti della vita quotidiana. E’ una parola che si riconduce al Natale per due principali motivi: innanzi tutto il bisogno di trovare felicità da fonti che non siano il sole si ha maggiormente in inverno quando c’è poca luce, quindi in generale nel periodo natalizio. In secondo luogo la Danimarca ha una forte tradizione natalizia, il Natale rappresenta infatti, per i danesi, un periodo felice. Queste popolazioni hanno quindi cercato di prendere tutto il bello del Natale e di farne uno stile di vita.

Hygge come antidepressivo naturale?

La depressione è una patologia psichiatrica che, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non interessa solamente la sfera emotiva e l’umore, ma interessa anche il corpo, influenzando i comportamenti e manifestandosi anche con sintomi fisici. Ci sono diverse forme di depressione e si tratta di una patologia molto complessa e delicata, quindi è ovvio che in questo caso si sta semplificando e più che di cura per la depressione si parla di rimedio preventivo per stare bene.

Come dicevo prima, la luce del sole è fondamentale per essere felici e questo è scientificamente provato. Proprio per questo, in penuria di sole, ci si può affidare a dei rimedi tanto semplici quanto efficaci. Il concetto hygge può davvero essere utile affinché ognuno di noi si ritagli uno spazio di benessere nella propria vita di tutti i giorni, frenetica o monotona che sia. E’ forse anche grazie a questo che la popolazione danese, che mette in pratica questa ricerca di atmosfera positiva, è considerata fra le più felici al mondo.

Bere un tè con gli amici, leggere un buon libro, accendere una candela, preparare i biscotti alla cannella, guardare un vecchio film, decorare la casa, fare un bagno caldo, ascoltare della musica, accendere il camino o fare una passeggiata possono essere dei rituali che ci permettono di ritagliarci del tempo e di creare una routine di momenti positivi anche in un inverno buio o in un periodo non del tutto felice come può essere questo.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: