Gialli e polizieschi: come due generi della letteratura hanno cambiato il mondo

Gialli e polizieschi hanno cambiato per sempre la concezione di letteratura e non solo.

Antonio Ligabue, Gorilla con donna, 1957 (Vedi “I delitti della Rue Morgue”) (Google)

Dalla letteratura, poi, si è passati ai film in bianco e nero, agli sceneggiati di Maigret, fino ad arrivare alle serie TV C.S.I di oggi.

Un’immagine del cast di “C.S.I Miami” (Google)

Quando nasce un classico

Primissimo scritto della letteratura d’indagine è stato “I delitti della Rue Morgue” di Edgar Allan Poe, pubblicato per la prima volta nel 1841. Da allora, il genere giallo ha proliferato con il personaggio di Holmes, creato da Arthur Conan Doyle. Arture Dupin e Sherlock Holmes, i due protagonisti dei romanzi, sono investigatori logici e schematici. Qui non c’è spazio per i sentimentalismi. Per questi personaggi, il movente è solo il risultato di una concatenazione di eventi deducibili.

Con il personaggio del commissario Maigret, creato dalla mente di Georges Simenon e apparso per la prima volta nel 1929, i protagonisti trovano spazio anche per indagare l’animo umano.

Negli anni ’60 del 1900 nasce il genere Hard Boiled, recentemente rivalutato. In questi romanzi, il protagonista è un poliziotto solitario disposto anche ad usare la violenza per raggiungere i suoi scopi. Alle spalle del poliziotto c’è sempre una storia travagliata e valore fondamentale del protagonista è la lealtà.

Perché il giallo continua a piacere?

Perché questo genere ci appassiona così tanto? Perché tutti noi ci immedesimiamo con il poliziotto solitario che risolve crimini o con la squadra di indagine che danno la caccia ai serial killer. La nostra, come quella dei protagonisti che idolatriamo, è la continua ricerca della verità. Il delitto, il furto, la rapina portano caos laddove vigeva ordine e il raggiungimento della verità riporta il caos ad una dimensione di ordine. L’atto criminale, quindi, non rappresenta la “fine” ma bensì un inizio.

Il “C.S.I. effect”

Con l’avvento del 2000, si sono cominciati a vedere gli effetti causati dal cosiddetto “C.S.I. effect”. Con questo termine si intende l’impatto che la fiction dei polizieschi ha avuto sul pubblico. In America le giurie popolari hanno cominciato a ritenersi istruite circa le analisi forensi e le attività criminali. Anche gli stessi assassini hanno imparato dalla TV, ad esempio, provvedendo a nascondere le proprie tracce con la candeggina. Questi dati ci fanno un’idea di quanto questo genere abbia impattato sul mondo di ieri e di oggi.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: