Il Superuovo

Cybersicurezza ed intelligenza artificiale ci proteggono sul web, ma presentano problematiche etiche

Cybersicurezza ed intelligenza artificiale ci proteggono sul web, ma presentano problematiche etiche

 sentiamo sempre più spesso parlare di cybersecurity e questo termine è entrato a far parte del linguaggio comune ma cosa si intende veramente?

La diffusione di questo neologismo è stata promossa principalmente dal NIST (National Institute for Standards and Technologies) degli Stati Uniti. Con questo termine ci si riferisce alla pratica di proteggere i sistemi informatici (computer, server, reti di telecomunicazione, dispositivi mobili, dati ecc.) 

Cybersecurity ed attacchi informatici

La finalità di questi attacchi, nella maggior parte dei casi, è quella di accedere, trasformare o distruggere informazioni sensibili, nonché a estorcere denaro agli utenti o interrompere i normali processi aziendali. Certamente la definizione di cybersecurity non può esaurirsi in queste poche righe poiché la materia stessa è in continua evoluzione oltre che essere caratterizzata da una forte multidisciplinarietà. Inoltre è il concetto stesso di sicurezza, nel senso  più ampio del termine, ad essere soggetto ad una moltitudine di realtà applicabili, dal Cybercrimine, dove singoli attori o gruppi attaccano i sistemi per ottenere un ritorno economico, ai Cyberattacchi  con lo scopo di raccogliere informazioni per finalità politiche, fino Cyberterrorismo che cerca di minare la sicurezza dei sistemi per suscitare panico o paura. In un mondo sempre più connesso e digital come il nostro, ognuno di noi deve poter beneficiare di programmi di cyberdefense avanzati. 

Perché è necessario difendersi?

Tra i punti più importanti da difendere a livello digitale troviamo proprio quei servizi che vengono forniti a tutti i cittadini come ad esempio le centrali elettriche, gli ospedali, le società di servizi essenziali o finanziari e così via. Proteggere queste aziende in particolare è essenziale per il corretto svolgimento della nostra vita sociale e civile. Prima tra tutte, però, c’è la necessità di difendere in ambito informatico gli stati nazionali e la loro autonomia strategica. Molti leader politici avvertono una seria minaccia in termini di sicurezza nazionale sotto l’aspetto della cybersicurezza ed effettivamente possiamo già oggi affermare che gli attacchi informatici saranno, e già sono, la primaria fonte di aggressione alle istituzioni statali e parastatali. É necessario prima di tutto individuare i temi principali dai quali possiamo individuare una buona definizione di cybersecurity 

  1. soluzioni tecnologiche; 
  2. eventi  (sia intenzionali che accidentali); 
  3. strategie, processi e metodi; 
  4. impegno umano; 
  5. oggetti referenti da proteggere

Sfide etiche

I professionisti della sicurezza informatica devono sempre ricordare ciò che stanno proteggendo e cioè le persone. Qui è necessario aprire una parentesi dal punto di vista etico in quanto l’oggetto del nostro impegno è appunto la protezione delle persone. Ma cos’è veramente importante per le persone? Per rispondere a questo quesito abbiamo deciso di poggiarci sulle immortali parole di qualcuno che sicuramente non conosceva il cyberspazio ma che ancora oggi, nonostante l’età arcaica, sembra conoscere i fondamenti della vita umana: Socrate (399 a.c.) 

“la cosa più importante non è la vita, ma la buona vita” e la “vita buona” è ciò che l’azione etica cerca di proteggere e promuovere. Le questioni etiche sono dunque necessariamente al centro delle pratiche di cybersecurity, perché queste pratiche servono per assicurare e proteggere la possibilità degli individui e dei gruppi umani di “vivere bene”.  Dalla protezione della privacy, alla trasparenza del servizio passando per i dati sensibili di ogni utente, insomma le argomentazioni sono molte e complesse. Come possiamo difenderci senza rischiare di essere controllati in ogni nostro movimento?

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: