Auto-accettarsi o combattere per cambiare se stessi? Breaking Bad alla luce di Eraclito

La filosofia e la psicologia comune ci hanno insegnato che dobbiamo imparare ad accettare noi stessi così come siamo, sia dal punto di vista fisico che morale.

Risultati immagini per jesse pinkman

Questa “formula” viene spesso utilizzata perché ci fa sentire meglio, in quanto di fronte a un cambiamento che vogliamo intraprende, ci viene più facile accettare che quel problema, che ci impedisce di cambiare, sia una parte di noi piuttosto che un nemico che dobbiamo affrontare combattendo.

Breaking Bad e l’auto-accettazione

Nella famosissima serie tv di Breaking Bad, il co-protagonista Jesse Pinkman si ritrova in un centro di recupero e proprio qui si scontra con il metodo dell’auto-accettazione.

 

Partendo dal suo discorso ci poniamo le sue stesse domande: perché dovremmo accettarci e illuderci che non possiamo essere diversi da noi stessi, e ancora se non ci accettiamo risolviamo davvero qualcosa?  L’aspetto negativo del metodo dell’auto-accettazione, a cui Pinkman da risalto nel suo discorso, è proprio l’illusione che ci creiamo di noi stessi quando accettiamo le nostre azioni, in questo modo infatti, le azioni che abbiamo commesso si vanno ad identificare totalmente con noi stessi e di conseguenza la distanza che normalmente esiste tra la coscienza dell’individuo e le decisioni che questo prende viene annullata. Perciò sia la componente morale di un individuo sia la sua capacità di scelta nel commettere azioni giuste o sbagliate, risultano completamente inutili se poi auto-accettiamo le nostre azioni non affrontando le conseguenze di queste con la giusta responsabilità.

Il piacere di auto-accettarsi

Tuttavia sta proprio nella possibilità, che il metodo dell’auto-accettazione ci offre nel non affrontare le conseguenze delle nostre azioni, che ci fa provare piacere. Infatti auto-accettarsi, al contrario di quello che molti dicono, è una scelta facile, di comodo, o comunque, molto più semplice rispetto a dover prendersi le proprie responsabilità. Per cui anche l’individuo che si presenta come se fosse totalmente in pace con sé stesso in quanto ha auto-accettato che quella sia la sua natura e che per questo non la possa cambiare, in realtà si presenta in questo modo solo per essere “politicaly correct“, tuttavia anche lui stesso è consapevole di non essere realmente felice così com’è. Infatti l’uomo per essere felice il più a lungo possibile, deve continuamente migliorarsi in alcuni dei suoi aspetti che lo aiutino a raggiungere un obbiettivo che, solo una volta portato a termine ci regala una sensazione di piacere. Invece nel caso contrario, un uomo statico e immutabile che si auto-accetta continuamente per quello che è e per quello che fa, è condannato all’infelicità, in quanto la sua esistenza sarebbe piena di noia. Infatti essa sarebbe dovuta alla condizione di monotonia e di assenza di rischi con cui egli vivrebbe la sua vita, poiché indipendentemente dalle azioni che commetterebbe, egli le accetterebbe.

Risultati immagini per accettarsi allo specchio

Combattere per cambiare

L’opposto della filosofia dell’auto-accettazione é quella di affrontare sè stessi per quello che si é realmente, di conseguenza l’individuo deve compiere una severa e, il quanto più possibile oggettiva, analisi di sè. In questo modo egli diviene consapevole di avere dei punti negativi che però sceglie di non accettare ma di combatterli per eliminarli da sé. Riguardo questo aspetto la filosofia di Eraclito ci può aiutare, egli infatti sosteneva che la struttura fondante del mondo (logos) si basasse su un rapporto di interdipendenza dei contrari, i quali però oltre a combattersi tra di loro (polemos) , si sviluppavano anche, uno grazie all’altro. Infatti un contrario non avrebbe senso senza il suo opposto, per cui ciascuno contrario necessita del suo opposto per esistere. Il medesimo effetto deve avvenire anche nell’individuo, il quale se sceglie di non accettarsi deve essere anche consapevole di dover affrontare una guerra dentro sé stesso, la quale però è una condizione necessaria per lo sviluppo e il miglioramento dell’individuo.

Immagine correlata

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: