Fenomenologia del 1996: ecco 3 opere che rispecchiano il qualunquismo targato fine secolo

La paura fa 90, ma il trash fa ’96. Prendo la pillola rossa: apro gli occhi e mi ritrovo nel 1996, ad Arcore, mentre faccio colazione in giardino, tutta vestita di satin azzurro, fagocitando l’english breakfast che Silvio, le maniche del suo dolcevita nero in cachemire tirate su, mi ha preparato con le sue mani. Non … Leggi tutto