Il Superuovo

Suicidio sempre più frequente in Italia tra giovani e imprenditori

Suicidio sempre più frequente in Italia tra giovani e imprenditori

I dati che fanno riflettere

Secondo i dati raccolti nel 2016 dal laboratorio di ricerca sociale Link Campus University, quasi dopo un decennio esatto dall’inizio della crisi, il 60% di chi commette suicidio, ha tra i 45 e i 60 anni, fra i quali 44 su 100 sono imprenditori.
Esonerati quegli imprenditori non portati per il mestiere e che non sono riusciti ad ‘improvvisarsi’ tali, per tutti gli altri che il mestiere lo conoscevano bene, un mea culpa lo devono fare gli stessi istituti finanziari che, o ingenuamente o in malafede, hanno erogato mutui con troppa facilità.
Infatti per la quasi totalità degli imprenditori che si sono tolti la vita, sono stati concessi mutui di gran lunga superiori rispetto alle capacità di solvibilità dell’azienda. In sostanza dietro al debito c’è stata una continua speculazione.

Suicidio
Fonte foto: stateofmind.it

I dati riguardanti il mondo e soprattutto quello dei giovani

Notizie ancora più preoccupanti ci arrivano dal mondo e ce le fornisce l’Organizzazione Mondiale della Sanità. L’OMS ha stimato in base ai dati raccolti, che il suicidio dovuto alla malattia della depressione, rappresenta l’1,5% dei decessi nel mondo ed è la seconda causa di morte fra i giovani tra i 15 e i 29 anni.
In Italia, come per il resto del mondo è in aumento il suicidio fra i giovani che, dagli anni ’70 ad oggi, impenna del 10%. Non un numero elevatissimo, ma sicuramente importante per l’Istituto nazionale di statistica.

Combattere il suicidio attraverso la comunicazione e la cura della depressione

Suicidio
Fonte foto: prevenireilsuicidio.it

Secondo gli esperti della IaspAssociazione internazionale per la prevenzione dei suicidi, nella maggior parte delle comunità, il suicidio viene avvolto nel silenzio e finisce per essere minimizzato al singolo caso e alla fine dimenticato.
Per questo motivo secondo la Iasp, il migliore modo per prevenire il gesto estremo, è quello di sensibilizzare la popolazione affinché il problema del suicidio, diventi un problema pubblico sanitario di massima priorità.

Elia Belmonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: