Il Superuovo

Sor Juana Inés: la poetessa che pur di essere libera è diventata monaca

Sor Juana Inés: la poetessa che pur di essere libera è diventata monaca

Sor Juana Inés: poetessa libera, genio indiscusso, monaca per scelta. Storia della prima femminista del Nuovo Mondo.

Per la rubrica poetesse “sconosciute” oggi tratteremo di una donna eccezionale, poco citata nei libri di scuola, che ha sconvolto nel Seicento il mondo dell’America latina. Il suo nome? Sor Juana Inés de la Cruz, messicana di origine, in vita conosciuta come Juana de Asbaje y Ramirez de Santillana.

Il monachesimo

Non è inconsueto che nel passato molte donne diventassero monache o suore per studiare. Non ci deve quindi sorprendere il termine anteposto al nome della ragazza, in quanto preferì dedicarsi al monachesimo piuttosto che prendere marito, nonostante avesse avuto decine e decine di richieste di matrimonio. Moltissime donne hanno condiviso la sua scelta, una decisione personale e coraggiosa, dettata dal bisogno di libertà e di accedere ad un’istruzione (anche minima).

Bisogna però soffermarci su un dettaglio: Juana avrebbe potuto sposarsi per amore. O meglio, essendo diventata famosissima in tutto il Messico per la sua precoce conoscenza del mondo, in particolare presso la corte del viceré Antonio Sabasti Marquis de Mancera, dove divenne dama d’onore di sua moglie, ricevette molte richieste di matrimonio (anche dovute alla sua bellezza). Molti uomini iniziarono a desiderarla, molti la odiarono per come una donna potesse averli superati in intelligenza. Ma allora nessun uomo mortale avrebbe mai potuto competere con una bambina che ad otto anni finì la sua prima composizione di carattere religioso o con una tredicenne che parlava di metafisica e logica greca, dimostrandosi anche un’ottima insegnante di latino. Ovunque andasse era circondata da ammirazione ed invidia. Ed eccoci quindi alle numerose proposte e ai litigi per la sua mano. Non vi era nessun padre pronto a fare i suoi interessi attraverso quello scambio che allora veniva chiamato matrimonio. L’ultima parola era sua. Poteva sposarsi davvero per amore. E lei lo scelse. Scelse ciò che la rendeva più felice: studiare. E quindi divenne monaca, entrando nell’ordine di San Gerolamo dell’Immacolata Concezione a diciotto anni. Scrisse tantissimo e la sua cella divenne a lungo luogo di incontro tra le persone più colte di Città del Messico, dove era stata spedita dalla madre per lavorare.

Juana poetessa

Juana fu una grandissima intellettuale e si concentrò principalmente sulla sua produzione poetica, questo destò molte critiche anche per il loro contenuto profano. Alcuni la considerarono una strega proprio perché non riuscivano a comprendere come così tanta conoscenza fosse racchiusa all’interno di un corpo femminile così giovane. Per vedere se la sua incredibile capacità fosse effettivamente dono di Dio, il viceré istituì un enorme esame. Chiamò quaranta docenti della maggiore Università del Messico per interrogarla su diverse discipline. I presenti rimasero esterrefatti: riuscì a superare brillantemente tutte le domande, rispondendo con umiltà ed intelligenza. E la sua fama crebbe in maniera indescrivibile.

Nella sua poesia si notano una molteplicità di voci, influenzate dai poeti che Juana ha incontrato durante la sua educazione, e si coglie la sua grandissima sensibilità ed originalità. In vita aveva fatto esperienza di dolore e sofferenza che trovano spazio nei suoi fogli bianchi come espressione di qualcosa di universale che tocca tutti gli uomini poichè, come dice lei ai molti che la criticavano, perchè non si concentrò solo su Dio ma su molte altre discipline:

Per conoscere Dio è necessario conoscere l’uomo e le sue scoperte

La suora nelle sue poesie comprende molto bene il suo limite di essere mortale, caratterizzato dalla presenza costante della morte, che annulla ogni cosa, portando una creatura alla sua stessa forma, eliminando ogni ambizione esagerata. E ciò si nota nei versi:

Se è per vivere così poco,

a che serve sapere così tanto?

La prima femminista del Nuovo Mondo

Viene considerata proprio così: la prima femminista del Nuovo Mondo. Ed ad esserlo fu proprio una suora. In particolare le viene attribuito tale titolo per la sua lotta per la parità dei sessi che si può analizzare e leggere all’interno del poema Redondillas o in altri simili.  Inoltre analizza le contraddizioni etiche e morali della società in cui vive ed a cui affianca una critica netta contro il sessismo nello scritto Hombres Necios (Uomini Ignoranti). E come se ciò non bastasse pubblica anche la Respuesta a la muy ilustre Sor Filotea de la Cruz, considerata fondamentale per la letteratura femminista, in cui sottolinea l’importanza dell’istruzione e di come le donne possano accedervi ed insegnare, dimostrandosi intellettuali ai pari degli uomini (e non solo mogli e madri).

Preoccupiamoci di tener lontano dalle cattedre gli ignoranti piuttosto che le donne

Quest’ultima opera era una risposta al vescovo dopo le accuse da lui mosse nei suoi confronti, in cui la presentava come una donna che si dedicava troppo agli studi profani e che dimostrava scarsa devozione, sottovalutando le Sacre Scritture. Con le traduzioni dei suoi scritti e la successiva ondata di femminismo che scosse il mondo, la figura di Sor Juana Inés de la Cruz venne riscoperta, apprezzata e ricordata in eterno attraverso la realizzazione di molti monumenti e raffigurazioni a lei dedicati.

Ci sono molte teorie intorno alla sua persona. Si pensa che sia entrata in convento dopo una delusione d’amore e che i suoi versi siano riferiti a quell’amore mai vissuto pienamente. Altri ritengono che sia stata la morte della madre a sconvolgerla. Ma di una cosa siamo certi: Juana è stata una delle prime femministe del Nuovo Mondo, si è scagliata contro la chiesa di cui faceva parte, contro la società che la voleva sposata, moglie e madre e non intellettuale ed istruita, contro tutti quelli che dicevano che una donna non poteva osare così tanto.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: