Salvare il mondo partendo dalla testa: il legame tra psicologia e cambiamenti climatici

Stiamo vivendo la peggiore siccità degli ultimi 1200 anni. Vediamo come cambiamenti climatici e psicologia siano strettamente collegati.

Free Immagine gratuita di ambiente, attivista, avvicinamento Stock Photo

Una siccità come quella di quest’estate non si verificava almeno da 1200 anni. Questo soprattutto a causa dei cambiamenti climatici, la cui emergenza non è sempre percepita in maniera adeguata dalla popolazione, ma i cui rischi toccano anche la psicologia di ciascuno.

Accettare e comprendere l’emergenza

Spiegare ad una persona perché dovrebbe intraprendere azioni, modificare alcuni aspetti della propria vita per salvare il pianeta potrebbe sembrare un messaggio semplice da comunicare, ma le cose stanno molto diversamente.

Gli esseri umani sono naturalmente portati a pensare a breve termine, piuttosto che a lungo termine (questo è anche uno dei motivi per i quali è difficile, ad esempio, continuare ad andare in palestra e dimagrire).

In poche parole: vogliamo risultati, li vogliamo subito e vogliamo che siano effettivamente tangibili. Quest’ultimo è infatti un punto a sfavore in questo genere di comunicazioni, in quanto, per fare un esempio, una possibile estinzione scongiurata degli orsi polari grazie al miglioramento del clima non porterebbe a noi risultati direttamente visibili e capaci di migliorare la nostra vita. Ci sono infatti studi che affermano come le persone siano più portate a preoccuparsi e percepire i cambiamenti climatici come un evento imminente e problematico quando le temperature sono più alte.

Inoltre, a volte è emotivamente difficile accettare i cambiamenti climatici. Le azioni richieste per ostacolarli richiedono spesso un cambiamento nello stile di vita a cui siamo abituati e non siamo sempre disposti a ciò.

Inoltre spesso si verifica la cosiddetta “ignoranza sociale”, ossia ognuno crede che gli altri non stiano facendo nulla perché non vì è nessuna azione necessaria, ma in realtà tutti si aspettano uno stimolo, un’iniziativa degli altri (in breve: io non faccio nulla perché lui non fa nulla, ma lui non fa nulla perché io non faccio nulla).

Free Immondizia Sul Corpo D'acqua Stock Photo

Come i cambiamenti climatici peggiorano la salute mentale

Anche se le problematiche derivanti dal repentino cambiamento del clima sono associate soprattutto ad altre specie, queste sono capaci di influenzare non soltanto la nostra economia e, a livello individuale, il nostro fisico, ma anche la nostra salute mentale.

Studi dimostrano come vivere un evento climatico estremo (come uragani o incendi) si traduca in un aumento del 7-40 % di una psicopatologia, che include, ad esempio, stress traumatico e post-traumatico, depressione, ansia e abuso di sostanze.

Ma non soltanto eventi estremi sono capaci di influenzare la nostra psiche. Oltre a questi, anche cambiamenti climatici graduali possono agire negativamente. L’impatto può essere diretto, come una correlazione tra aumento di temperatura e maggior probabilità di suicidi, ma anche indiretto, per esempio l’immigrazione, possibile fattore di stress in grado di peggiorare la salute fisica e mentale, causata dai cambiamenti, così come una crisi economica.

Anche se questi effetti negativi sono sperimentati da persone che vivono dove si verificano mutamenti climatici, vi sono persone che, anche non essendo a stretto contatto con essi, possono risentirne. Soltanto il fatto di sapere che questi cambiamenti climatici si stanno verificando può causare in persone già psicologicamente fragili senso di colpa, sofferenza, ansia e depressione, che possono sfociare in veri e propri disturbi.

Free Fotografia In Scala Di Grigi Di Donna Che Piange Stock Photo

Comunicare per salvare il pianeta

Per risolvere il problema è quindi, dal punto di vista comunicativo, e necessario tenere conto di alcuni particolari. Per attrarre l’attenzione è preferibile raccontare i cambiamenti climatici in chiave narrativa, che risulta più comprensibile e chiara. Inoltre è necessario rendere le informazioni rilevanti a livello locale, e presentare queste in diverse modalità, come ad esempio liste, immagini e statistiche.

Per superare limitazioni emotive è utile bilanciare la paura con la speranza. La nostra psiche cercherà spontaneamente di negare messaggi che provocano una reazione oltremodo negativa. Se questo messaggio, però, verrà accompagnato da prospettive future positive possibili grazie alle nostre azioni, percepiremo l’informazione come costruttiva e utile.

Oltre a ciò, è necessario preparare la popolazione non soltanto ad un comportamento volto alla mitigazione, contenimento di questi cambiamenti, ma all’adattamento a nuove condizioni necessarie per preservare il pianeta.

Free Immagine gratuita di affetto, alba, alla ricerca Stock Photo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.