Il Superuovo

Rousseau e “My Hero Academia”: come cambia il “contratto sociale” in una società di eroi

Rousseau e “My Hero Academia”: come cambia il “contratto sociale” in una società di eroi

In una società in cui i superpoteri sono all’ordine del giorno ci verrebbe da chiederci come si evolva il principio del “contratto sociale” teorizzato da Jean-Jacque Rousseau.

Nella sua opera più celebre “Il Contratto Sociale” Rousseau ci descrive come l’uomo, con il sorgere della società, si sia trovato a stringere vari patti per poter sopravvivere in comunità cercando di evitare il conflitto. In una società in cui l’80% degli esseri umani possiede un super-potere (chiamato “quirk”), come ci viene presentata nel manga “My Hero Academia”, come cambia la concezione di società nei termini dettati dal filosofo svizzero ?

Rousseau e il “Contratto sociale”

Jean-Jacque Rousseau è considerato uno dei maggiori pensatori e filosofi del XVIII secolo, nacque a Ginevra il 28 giugno 1712 da una famiglia di origini francesi e di fede calvinista. Dopo la sua nascita sua madre morì a causa di complicazioni post-parto e suo padre lo educò per i primi anni della sua vita, facendo nascere in Jean una grandissima passione per la lettura e un grande senso patriottico verso Ginevra, la sua patria natia. In seguito al trasferimento della sua famiglia venne affidato al fratello della defunta madre che lo affidò a sua volta al pastore di Bossey, Jean-Jacques Lambercier, uomo che Rousseau rispetterà e stimerà per tutta la sua vita nonostante subì dalla moglie dello stesso diverse violenze fisiche e psicologiche che lo segneranno per sempre. Successivamente rientrerà a Ginevra per poi decidere di ripartire ed approdare a Torino dove si convertì al cattolicesimo e proseguì il suo pellegrinaggio per varie città della Francia (entrerà in contatto avviando una collaborazione con d’Alembert e Diderot per la stesura dell’Enciclopedia)  e della Svizzera. Negli ultimi anni di vita si ritirò sempre di più in solitudine a causa della paranoia che lo tormentavano, vedendo ovunque congiure e piani contro di lui fino a che, il 2 luglio 1778, di ritorno da una passeggiata non ebbe un forte mal di testa che lo portò alla morte. Il pensiero di Rousseau è considerabile fuori dai canoni del suo tempo, egli infatti riteneva, da grande contrattualista, che l’uomo allo “stato di natura” fosse buono (a differenza di Hobbes e Locke) e che la causa di tutti i mali fosse la società, la quale condizionava l’uomo rendendolo cattivo e quindi a necessitare di leggi per la convivenza civile. Nell’opera “Il contratto sociale” Rousseau anticiperà l’idea di stato democratico, mostrando come all’inizio gli uomini avessero stipulato un primo “patto sociale” definito leonino in quanto basato sulla forza e non sul diritto, in quanto non veniva istituito uno Stato che con le leggi garantiva i diritti “naturali” di ognuno. Nello stato democratico, l’unico valido per garantire tali diritti, il cittadino subisce uno sdoppiamento in cui era sia sovrano sia soggetto alle stesse leggi vigenti, in nome della “volontà generale”, la clausola fondamentale di questo patto è l’alienazione totale di ciascun associato, con tutti i suoi diritti, a tutta la comunità. In cambio della sua persona privata, ciascun contraente riceve la nuova qualità di membro o parte indivisibile del tutto.

Eroe o Criminale ?

“Boku no Hero Academia” è una serie di manga di supereroi scritto e illustrato da Kōhei Horikoshi in cui l’80% popolazione mondiale possiede un superpotere, chiamati “Quirk“. Queste particolari abilità hanno permesso lo sviluppo di un nuovo mestiere, quello del “pro hero” ossia eroi autorizzati dallo stato ad utilizzare i propri poteri per il bene comune, mentre al resto della popolazione venne preclusa la possibilità di utilizzare liberamente le proprie abilità. Il protagonista, Midoriya Izuku, un giovane ragazzo privo di qualunque “Quirk” sogna di diventare un pro hero nonostante la sua condizione ma sarà l’incontro con l’eroe numero 1, il simbolo della pace All Might, a dare una nuova speranza al ragazzo grazie alla suo potere chiamato “One for All” che gli permette di trasferire le proprie abilità ad un successore come fosse una fiaccola olimpica. In una società simile ben presto si presenta il problema di come gestire il permesso all’utilizzo dei poteri in quanto la figura dell’eroe, prima considerata pura e salvifica, viene ben presto vista come un’opportunità per diventare ricchi e popolari, facendo sì che molti considerino gli eroi corrotti e ormai inutili per la società permettendo la nascita di organizzazioni che vogliono sconvolgere lo status quo, guidate dall’ideologia di un “anti-eroe” ossia “Stain”. Pian piano molti sono sempre meno disposti a concedere le libertà ai pro hero per quel che riguarda i “Quirk” in quanto si cerca la liberalizzazione dei superpoteri, cosa che aveva permesso fino ad allora un certo equilibrio sociale.

Il bene individuale e collettivo

Riprendendo il pensiero di Rousseau in una società di super-uomini il potere dello Stato dovrebbe garantire stabilità e ordine dimenticando però che, per quanto grande sia la luce esisterà sempre un’ombra a contrastarla, considerando l’uomo buono al di fuori della società. Eppure in “My Hero Academia” ci viene mostrato come sia così sottile la differenza tra eroi e criminali, tanto che spesso, se il fine giustificasse effettivamente i mezzi, si potrebbe quasi considerare alcuni degli antagonisti principali come dei reietti della società, emarginati da un sistema corrotto e fallace. Sta proprio al simbolo della pace, l’eroe più forte di tutti l’onere di stabilire un equilibrio, ponendo le basi per un concetto chiaro di eroe come colui che si scaglia contro ogni malvagità, senza mai chiedere nulla in cambio, con un grande senso di giustizia, mettendo il bene degli altri al di sopra di qualunque altra cosa (“Uno per tutti” o “One For All”), mostrando come l’uomo, al di fuori del bene o del male, possa superare i propri limiti per il bene altrui.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: