Roberta Metsola: scopriamo chi è la nuova Presidente del Parlamento Europeo e le sue funzioni

In data 18 gennaio 2022, la maltese Roberta Metsola, eurodeputata del Ppe (Partito Popolare Europeo), è stata nominata Presidente del Parlamento Europeo.

É divenuta così la più giovane Presidente del Parlamento Europeo e la terza donna nella storia comunitaria a ricoprire tale ruolo dopo Simone Veil e Nicole Fontaine. “Sassoli un combattente, lo onorerò“, ha affermato in riferimento al suo predecessore, David Sassoli, tristemente scomparso lo scorso 11 gennaio.

Come si elegge il Presidente del Parlamento Europeo

Il Parlamento Europeo è composto da 705 deputati eletti nei 27 Stati membri dell’Unione Europea allargata. Essi sono eletti a suffragio universale diretto con un mandato di 5 anni. Diverso è invece per chi ricopre la carica di Presidente del Parlamento Europeo, che viene eletto con un mandato (rinnovabile) di 2 anni e mezzo, che coincide dunque con metà legislatura esatta. Sono gli stessi europarlamentari che eleggono la figura a cui attribuire il ruolo di vertice all’interno dell’istituzione europea. Difatti, i candidati al ruolo di Presidente del Parlamento Europeo vengono proposti da almeno 38 eurodeputati (circa un ventesimo del totale dei deputati europei) o da gruppi politici. Si prevede la possibilità di poter svolgere fino a 4 votazioni: il candidato che ottiene la maggioranza dei voti espressi a scrutinio segreto viene eletto Presidente. Se però la maggioranza assoluta non viene raggiunta a seguito di 3 scrutini, il quarto e ultimo viene limitato ai due membri che hanno ricevuto il maggior numero di voti allo scrutinio precedente. Vengono invece eletti con un unico scrutinio i 14 Vicepresidenti, che in quanto tali possono fare le veci del Presidente nell’adempimento delle sue mansioni e nel presiedere le sedute plenarie. Chi detiene tale carica entra a far parte anche dell’Ufficio di Presidenza (eletto insieme al Presidente e rimane in carica per 2 anni e mezzo) , che si occupa di questioni amministrative e organizzative rispetto al Parlamento Europeo. Generalmente, l’elezione dei Vicepresidenti avviene sulla base di precedenti accordi intrattenuti tra i gruppi politici presenti all’interno del Parlamento Europeo.

Quali sono le funzioni del Presidente del Parlamento Europeo

Il Presidente del Parlamento Europeo rappresenta quest’ultimo e vigila sull’osservanza del suo regolamento. Chi detiene tale carica presiede i dibattiti dell’asselmblea, coadiuvato dai suoi Vicepresidenti. A tale ruolo spetta il potere di convocare l’Ufficio di Preisdenza del Parlamento (che presiede e che conta anche la presenza dei Vicepresidenti e dei Questori) e la Conferenza dei Presidenti dei gruppi politici del Parlamento. Il Presidente, oltre a coordinare le attività del Parlamento che presiede, lo rappresenta anche dal punto di vista legale e nelle sue relazioni con le altre istituzioni facenti capo all’Unione Europea. Comunica infatti il punto di vista dell’organo parlamentare all’apertura di ogni riunione del Consiglio Europeo, evidenziando i temi all’ordine del giorno che gli eurodeputati percepiscono con maggiore interesse e/o preoccupazione. É necessaria la sua firma per rendere esecutivo il bilancio dell’Unione Europea approvato dal Parlamento. Inoltre, firma con il Presidente del Consiglio gli atti legislativi adottati nell’ambito della procedura legislativa ordinaria. Infine, partecipa alle Conferenze Intergovernative organizzate per la riforma o l’introduzione di nuovi trattati.

Chi è Roberta Metsola

Roberta Metsola Tedesco Triccas è una politica ed avvocata maltese, laureata in giurisprudenza e specializzata in diritto e politica europea. Già da giovane ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo della politica, divenendo membro della formazione giovanile del Partito Nazionalista e dell’European Democrat Students, un movimento giovanile del Partito Popolare Europeo. La sua prima candidatura alle elezioni europee risale al 2004, seguite da quelle avvenute nel 2009, ma il primo incarico risale al 2013, quando subentrò a Simon Bussuttil, leader del Partito Nazionalista Maltese, che attuò le dimissioni a seguito delle elezioni presso il Parlamento Maltese. Entrò a far parte del PPE, ovvero il Partito Popolare Europeo, classificato come partito politico europeo di centro-destra che riconosce al suo interno le forze moderate, cristiane-democratiche e conservatrici. Partecipò alle elezioni europee del 2014 e del 2019, durante le quali fu la candidata più votata del suo partito. Nel corso delle legislature di cui ha fatto parte ha ricoperto svariati incarichi, quali membro della Commissione speciale sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro, membro della Commissione per le petizioni e membro della Delegazione per le relazioni con l’Albania, la Bosnia-Erzegovina, la Serbia, il Montenegro e il Kosovo. Il 12 novembre 2020 venne eletta come prima Vicepresidente vicaria del Parlamento Europeo, sostituendo Mairead McGuinness, che si dimise dalla carica a seguito della sua nomina come Commissaria Europeo, un traguardo importante, poiché è stata la prima maltese a ricoprire tale ruolo. A seguito del decesso dell’ex Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, avvenuto lo scorso 11 gennaio, Roberta Metsola ha ricoperto il ruolo di Presidente del Parlamento europeo ad interim, per poi divenire ufficialmente Presidente lo scorso 18 gennaio, ottenendo 458 voti. Hanno suscitato particolare scalpore le sue posizioni anti-abortiste, dimostrate anche dalla sua votazione contraria alla risoluzione sull’accesso universale alla salute sessuale e riproduttiva avvenuta nell’estate dello scorso anno. La posizione di Roberta Metsola riflette l’orientamento presente anche a Malta in materia, che continua ad attuare una legislazione particolarmente restrittiva rispetto al tema dell’aborto. In riferimento a tale questione, la neo-presidente ha affermato “Le mie posizioni sull’aborto saranno quelle del Parlamento Europeo che ora rappresento. I voti espressi in precedenza facevano riferimento a posizioni di carattere nazionale. Io non voterò più su temi come l’aborto“.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.