Il Superuovo

Nella settimana mondiale della Terra scopriamo come si traducono “Terra” e “mare” in latino

Nella settimana mondiale della Terra scopriamo come si traducono “Terra” e “mare” in latino

Il 22 aprile di ogni anno si celebra l’Earth Day, la giornata mondiale della Terra. Molti sono gli eventi e le manifestazioni proposti per sottolineare la vitale importanza di tutelare sempre il nostro pianeta.

Giornata della Terra 2020, qual è la storia dell'Earth Day - Magazine - quotidiano.net

La data non è casuale: si festeggia la Terra un mese e un giorno dall’equinozio di primavera. Da 51 anni ricorre questa celebrazione e più passa il tempo, più urge che gli ammonimenti informativi, pubblicizzati durante questa Giornata, siano effettivamente concretizzati. Occorre informare per agire il prima possibile, prima che sia troppo tardi.

Il più grande evento green al mondo

Ogni anno si mobilitano 180 Paesi e più di 1 miliardo di persone per festeggiare la Terra; e, poiché un giorno non basta, si parla di settimana della Terra (quest’anno dal 19 al 25 aprile), sette giornate in cui il tema centrale è la nostra Casa, il nostro pianeta. La celebrazione diviene l’occasione per poter parlare, informare ed educare su tematiche attuali e spinose che, per anni, sono state sottovalutate.

Lo scopo dell’istituzione di questa giornata è rendere tutti partecipi delle serie condizioni in cui gravano gli ecosistemi dell’intero globo.

Esperti di scienze ambientali ed ecologisti sfruttano quest’occasione, di risonanza mondiale, per rendere pubblici dati e valutazioni sulle problematiche del pianeta: inquinamento di terra, acqua e aria, estinzione di animali e piante, sfruttamento, effetto serra, piogge acide, surriscaldamento globale, smaltimento dei rifiuti, deforestazione, esaurimento delle risorse non rinnovabili … E, soprattutto, a monte di tutti i problemi sovra elencati, la causa principe dei danni ambientali: l’eccessiva e invadente presenza dell’uomo.

Il videomessaggio di Papa Francesco

In occasione dell’Earth Day, anche il Papa ha cercato di attirare l’attenzione dei fedeli e delle autorità di tutto il mondo: “Le crisi legate alla diffusione del Covid-19 e all’inquinamento ambientale mostrano che l’umanità si trova al limite” ha affermato il Pontefice nel suo messaggio virtuale del 22 aprile.

“Non abbiamo più tempo per aspettare”, continua, e la dimostrazione ce la danno due catastrofi globali: il cambiamento climatico e la pandemia da coronavirus. “é il momento di agire”, insieme, per cambiare “in meglio” e per portare avanti un cammino collettivo per “creare un pianeta giusto, equo e sicuro dal punto di vista ambientale”.

L’appello del Papa è rivolto, in particolare, ai leader mondiali: “Che tutti voi, e anch’io mi unisco a voi, facciate un appello a tutti i leader del mondo affinché agiscano con coraggio, operino con giustizia e dicano sempre la verità alla gente, perché la gente sappia come proteggersi dalla distruzione del pianeta, come proteggere il pianeta dalla distruzione che molto spesso noi inneschiamo”.

Parole forti e taglienti che, si spera, smuovano le coscienze di coloro che si trovano al potere e che hanno l’effettiva possibilità (legislativa) di porre leggi e decreti più severi contro chi distrugge senza pietà il Creato.

22 aprile, la giornata della Terra con Papa Francesco - La Voce e il Tempo

Terra chiama umanità

A proposito di Earth Day e di inquinamento, sapevate che anche ai tempi degli antichi Romani esisteva l’inquinamento?

Sono stati ritrovati, infatti, dei residui di diversi metalli pesanti sulle Alpi francesi: in particolare, abbondanti quantità di antimonio e piombo, utilizzati nell’industria bellica e monetaria.

Già, diciamo che l’uomo moderno non è stato il solo, nell’evoluzione darwiniana, ad inquinare; come abbiamo visto, anche ai tempi di Cesare esisteva il problema dell’inquinamento del suolo, anche se-ovviamente- non ai livelli allarmanti di oggi.

In latino esistono diversi termini per riferirsi al suolo e alla Terra:

  • terra, -ae= globo terrestre, terraferma,
  • humus, -i= terra, suolo, terra umida.
  • solum, -i= suolo, terreno, fondo agricolo.
  • tellus, -ūris= mondo, terra coltivabile, podere.
  • arvum, -i= suolo arativo.
  • ager, agri= campo, terra pubblica, campagna.
  • pastinatio, -onis= terra zappata, zappatura.

Giornata Mondiale della Terra e gli effetti del Covid19 - MessinaWebTv

Decennio del mare

Ogni anno, in occasione dell’Earth Day, ci si sofferma sulla Terra. Quest’anno in particolare, però, segna l’inizio del decennio del mare (Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile, dichiarato dall’ONU), quindi è (e sarà) di fondamentale importanza concentrare le nostre attenzioni sugli oceani.

Come si dice “mare” in latino?

Così come per il sostantivo Terra, esistono diversi lemmi che vanno a tradurre il significato di “mare”.

  • Mare, maris= mare, acqua di mare, grande recipiente.
  • aequor, -ŏris= mare come distesa, mare aperto, superficie piatta di acqua .
  • Freetum, -i= stretto di mare, gorgo, mare agitato; mare ribollente, che gorgoglia.
  • liquor, -ōris= mare chiaro e limpido, trasparente.
  • pelăgus, -i= mare, oceano, altomare.
  • pontus, -i= mare; in particolare Ponto Eusino, mar Nero oppure il territorio intorno al mar Nero, in particolare la zona dell’Asia Minore tra Bitinia e Armenia.

Domenica del Mare, una giornata per pregare per i marittimi e le loro famiglie - Vatican News

#OnePeopleOnePlanet

La sensibilizzazione alla tutela del Pianeta coinvolge ogni anno tutti, grandi e piccini, comunità e individui. E, visto che “There is not Planet B” (=Non c’è un pianeta B), la Terra è l’unica casa che abbiamo, una casa in cui potrebbero benissimo starci tutti; la convivenza, tuttavia, non è semplice, ecco perché occorrono leggi più severe, legislazioni internazionali, una commissione globale che tuteli il pianeta e che punisca i crimini contro l’ambiente.

Per far sì che i nostri figli e le generazioni a venire abbiano un futuro, tutti -nessuno escluso- dobbiamo darci da fare.

Seguite l’#OnePeopleOnePlanet e fatevi coinvolgere dalle campagne di sensibilizzazione su una tematica così importante.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: