Il Superuovo

L’amore materno vince su tutto: ce lo ricordano Molly Weasley e Sant’Agostino

L’amore materno vince su tutto: ce lo ricordano Molly Weasley e Sant’Agostino

La mamma è sempre la mamma: per noi figli è così e anche Molly Weasley e Sant’Agostino ce lo confermano

 

Fino a poco tempo fa è andata di nuovo in onda la saga completa di Harry Potter e tutti ormai la conoscono. Non tutti però hanno mai messo l’accento su i protagonisti non principali e oggi lo farò con Molly Weasley. La signora Weasley è la mamma tipica, la donna a protezione del focolare che dedica tutta se stessa alla sua famiglia. In filosofia poi troviamo sant’Agostino che descrive la madre con amore e dolcezza come unica donna della sua vita a cui sarà sempre grato.

Molly Weasley e l’amore materno

Molly Weasley la mamma che tuti vorremmo: buona e cattiva allo stesso tempo ma devota alla famiglia e pronta a sacrificare se stessa per i suoi figli. Molly non è altro che una donna premurosa, guidata dai propri sentimenti e da quell’infinito “capitale amoroso” che continuamente si ritrova a dispensare ad amici e parenti, a farsi in quattro per tutti. Molly la vediamo sempre presente quando qualcuno è in difficoltà. Il suo momento magico però avviene nel momento in cui uccide la Super Cattiva Bellatrix Lestrange e facendola esplodere. In questo istante è lei che vince e che ci insegna che l’amore materno rende anche leonesse e non solo chiocce. L’amore materno batte tutto e tutti anche un cattivo pronto a lanciare un Avada Kedavra. Soprattutto se ha appena perso un figlio e non vuoi perdere la tua unica figlia.

La mamma in Sant’ Agostino

Monica è stata la madre di Agostino d’Ippona, alias Sant’Agostino. Una donna giovane che Agostino stesso tratta con amore e rispetto e con un desiderio di successo per il figlio primogenito. Tutti la conoscono per l’elogio che il filosofo ne fa nel suo Confessioni dove le dedica ampio spazio e le dedica una delle frasi più belle dell’intero manoscritto Agostino infatti descrive così la madre:“Mia madre mi ha generato due volte, la prima nella carne a questa vita temporale, la seconda mi ha generato col cuore alla vita eterna”. Monica quindi qui ci viene descritta come una mamma capace di generare due volte il figlio, carnalmente e spiritualmente. Si potrebbe dire azzardando quasi un Battesimo della madre verso il figlio sulla via del cammino spirituale. Agostino la nomina anche nel suo trattato sulla felicità dove troviamo un elogio ricolto alla madre: “è una donna di fede virile, di assennata gravità, di cristiana pietà e materna carità… Si è presa cura non solo dei figli carnali, ma come se di tutti fosse la madre!“. Un figlio devoto che ricambia l’amore incondizionato della madre. Esprime gratitudine per Monica in ogni passo della sua filosofia.

Lili Evans e Narcissa Lestrange

Lily Evans e Narcissa Lestrange sono le altre due mamma che incontriamo nella saga di Harry Potter. La prima è la mia di Harry Potter, l’altra è la mamma di Draco Malfoy. Sono due donne che hanno dato tutto per i loro figli, la prima la vita, la seconda chiudendo un voto infrangibile. Buone o Cattive che siano, la caratteristica dell’amore materno salta sempre fuori. La mamma che vuole proteggere il figlio dal mondo esterno. La mamma che vuole proteggere il figlio a costo della propria vita. Insomma sono due donne che come tutte le mamma vivono per i figli. Lily regala ad Harry la protezione necessaria a sopravvivere, narciso stipula un voto che se infranto la porta alla morte. Quindi ditemi: la mamma è o non è la creatura più magica del mondo?

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: