Il Superuovo

L’amicizia è evasione dalla realtà: scopriamolo con Dante nell’anniversario di Friends

L’amicizia è evasione dalla realtà: scopriamolo con Dante nell’anniversario di Friends

Nell’anniversario della messa in onda della prima puntata di Friends, analizziamo attraverso Dante il valore dell’amicizia.

Era il 22 settembre del 1994 quando andava in onda la prima puntata di Friends. Chissà se qualcuno tra coloro che si trovavano alla visione di quell’episodio aveva una minima idea del viaggio che stava per intraprendere. Chissà se ha subito compreso la portata di cambiamento che avrebbe portato quella serie tv, che dopo più di venticinque anni continua a riscontrare un’irraggiungibile successo.

I’ll be there for you: la serie Friends

Sei amici, New York, un palazzo, un bar iconico e quella canzone della sigla che se solo la ascoltiamo ci lascia trasportare lì, in mezzo a loro, alle loro vite, ai loro racconti e alle loro avventure. Non dovremmo chiedere dov’è il bagno, se ci trovassimo in uno di quegli appartamenti. Sapremmo anche dove cercare il sale, lo zucchero o le posate. La bellezza di Friends è che non si limita, come tutte le serie tv, a regalare un momento di spensieratezza, ma trasporta tutti gli appassionati nella leggerezza dei protagonisti, nelle loro bizzarrie, nelle loro storie e tra le loro emozioni. I protagonisti Rachel, Monica, Phoebe, Ross, Chandler e Joey sono sei amici che già dal primo episodio condividono esperienze di vita, emozioni, problemi e soluzioni. Le loro storie e la loro quotidianità vengono raccontate nel corso degli episodi da loro stessi, che si ritrovano insieme sul divano e condividono esperienze, pensieri e prospettive future. La leggerezza che la serie trasmette è la stessa della loro amicizia: una vera e propria boccata d’aria, tra una giornata, un impegno e un altro.

La potenza di Friends

Per quanto sia vero che l’amicizia non ha prezzo, un’analisi delle cifre significative della serie tv Friends può essere accurata per comprendere la portata del suo successo. Il guadagno degli attori è stato crescente di stagione in stagione: se per la prima stagione si trattava di circa 20 mila dollari a episodio, alla decima ed ultima stagione la cifra era di un milione di dollari a episodio. Il tutto, però, non si conclude nel 2004 con la messa in onda del finale della serie tv: gli attori percepiscono ogni anno una percentuale del ricavato, che per la casa di produzione Warner Bros si aggira intorno a un miliardo di dollari annui. A cosa è dovuto il suo successo? La vera protagonista di Friends è l’amicizia, che nella forma dell’evasione da ogni giornata e da ogni situazione si ritrova sul divano di Monica o al bar, e che finisce per essere tanto speciale da sfondare lo schermo e coinvolgere anche lo spettatore, che in una apparentemente banale serie tv riesce a trovare una finestra per un volo lontano dalla quotidianità.

Dante, Guido e Lapo

Se il 1994 di Friends può sembrarci tanto lontano, esistono ancora più antichi esempi di amicizia ed evasione. Nelle Rime di Dante Alighieri, ad esempio. Nel sonetto “Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io”, il celebre poeta padre della lingua italiana esprime un desiderio. Il sogno è che Dante stesso, Guido Cavalcanti e Lapo Gianni, nel segno dell’amicizia possano distaccarsi dalla natura della quotidianità ed essere trasportati in una dimensione fiabesca e senza tempo. Il suono incantatore della poesia del Dolce Stil Novo, questo comunica Dante, può trasportarli sulla nave magica della poesia e, con tre donne amate, l’ideale sarebbe per lui poter ragionare sempre d’amore.

Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io
fossimo presi per incantamento,
e messi in un vasel ch’ad ogni vento
per mare andasse al voler vostro e mio,

sì che fortuna od altro tempo rio
non ci potesse dare impedimento,
anzi, vivendo sempre in un talento,
di stare insieme crescesse ‘l disio.

E monna Vanna e monna Lagia poi
Con quella ch’è sul numer de le trenta
con noi ponesse il buono incantatore:

e quivi ragionar sempre d’amore,
e ciascuno di lor fosse contenta,
sì come i’ credo che saremmo noi.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: