La vita secondo Nadia Toffa: come l’avrebbe pensata Oscar Wilde?

Il noto volto televisivo Nadia Toffa, recentemente scomparsa dopo una lunga malattia, saluta il mondo con parole forti, e viene salutata celebrando la vita.

Nadia Toffa

Il giorno 1 Ottobre è andata in onda una speciale puntata del noto programma di Mediaset Le Iene, dedicata a Nadia Toffa, recentemente scomparsa. Con ben 100 ‘iene’ presenti per renderle omaggio, Nadia ha parlato con un inedito video in cui rifletteva sulla vita.

Nadia Toffa: quando per combattere la morte si deve celebrare la vita

Dopo la recente scomparsa di Nadia Toffa, avvenuta il 13 Agosto 2019, la prima puntata de Le Iene non poteva che essere dedicata a lei. Tuttavia, davanti a cento Iene venute ad omaggiarla, in qualche modo è lei a prendere parola e a trovare il modo giusto per salutare. Il suo saluto è una lezione di vita e coraggio. Infatti è stato mostrato un estratto di un video inedito della Toffa, girato alla fine del 2018. La conduttrice aveva chiesto a Giorgio Romiti, autore della nota trasmissione, di andare a casa sua con la telecamera. La donna gli chiede di filmare gli incontri con le persone importanti, che per lei hanno lasciato un segno. Per spiegare la sua richiesta, dice: “In questo anno sono cambiata tantissimo. Non è il quanto vivi, ma il come vivi.” Gli anni vissuti “non ti dicono niente in più di questa persona. E’ come vivi, quanto intensamente vivi”. Sembrano parole già sentite, probabilmente lo sono, ma ascoltate dalla sua bocca, acquisiscono ancora più significato. In questa circostanza, le parole diventano improvvisamente vere e vive. Ciò che conta è l’importanza della qualità, del significato che si attribuisce a un istante, che così facendo diventa più vero e vivo di anni e anni vuoti e banali.

A prendere la parola a nome di tutte le cento Iene presenti, è Alessia Marcuzzi. Il suo discorso, spezzato diverse volte dalla commozione, si incentra sulla vita. “Il modo migliore era stare qua, tutti insieme, tutti uniti, e in qualche modo festeggiare la vita. Perché questo era quello che voleva Nadia.[…] Nadia ha vinto perché ha fatto nella vita quello che voleva.”

Oscar Wilde e la vita: come si vive davvero?

Estetismo e modo di vivere sono due concetti inevitabilmente legati. L’Estetismo è un principio in virtù del quale si vive in un certo modo. In un certo senso anche per l’Estetismo non è importante il quanto ma piuttosto il come. Questa idea della vita che assume valore e realtà solo nella bellezza, si ritrova nella poetica di uno dei più grandi esteti della storia, Oscar Wilde. Normalmente, l’idea che si ha dell’Estetismo è riduttiva. Infatti fare della vita un’opera d’arte, farne costantemente bellezza, è un compito arduo, faticoso e assolutamente notevole. Nella sua opera più conosciuta, Il ritratto di Dorian Gray, si legge: “Viva! Viva la meravigliosa vita che è in lei! Nulla deve andar perduto per lei. Cerchi continuamente nuove sensazioni. Non abbia paura di nulla… Un nuovo edonismo! Di questo ha bisogno il nostro secolo.[…] il mondo è suo, per una stagione…”. Il romanzo affronta il tema della fugacità della vita e della bellezza. La quieta disperazione che la percezione di tale fugacità risveglia, spinge però a percepire il valore che la vita stessa ha. La vita è troppo preziosa per non viverla in nome di convenzioni e moralismi.

Oscar Wilde

Da Wilde a Nadia Toffa: la vita come dono da far fiorire

Anche se alla base del pensiero di Wilde c’era un movimento culturale ben preciso, questo scrittore ha in comune con il video di Nadia Toffa l’idea dell‘intensità. Il dovere che abbiamo di vivere intensamente la vita, di darle significato in ogni momento. Il dovere di non darla per scontata e di riconoscerla sempre come un dono. Poi poco importa cosa significava per Wilde vivere intensamente e cosa per la Toffa. Parliamo di mondi diversi, tempi e luoghi diversi. La cosa interessante però, è che gira e rigira, andando alla sostanza delle cose, entrambi sentono la vita nello stesso modo.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.