Il Superuovo

La storia di Ed Kemper, il famigerato serial killer che soffriva del disturbo Borderline di Personalità

La storia di Ed Kemper, il famigerato serial killer che soffriva del disturbo Borderline di Personalità

Sono molti i fattori che hanno reso Ed Kemper un assassino e il disturbo borderline è uno di questi

Con più di otto vittime accertate, Ed Kemper è uno dei più famigerati serial killer statunitensi, la cui fama è cresciuta soprattutto grazie alla nuova serie Netflix “Mindehunter”.

Ed Kemper

Edmund Emil Kemper è stato un famigerato killer seriale americano i cui disturbi psichiatrici si potevano notare già dall’infanzia infatti, era solito divertirsi uccidendo animali, dando fuoco agli oggetti e facendo fare particolari giochi sessuali alle bambole delle sue sorelline. La sua carriera di killer inizia già a 15 anni con l’omicidio di sua nonna e la concluse anni dopo con l’assassinio di sua madre. Il trauma infantile che lo ha indotto a portare dietro di sé una lunga scia di cadaveri è stato il divorzio dei suoi genitori nel 1957. Egli era molto attaccato a suo padre e quando venne, da quest’ultimo, che si era già risposato, lasciato in custodia dai suoni nonni il giovane Ed scatenò la sua ira. Questo famigerato Killer è un uomo molto intelligente, ha un QI di 133 e riuscì persino a convincere i suoi psichiatri di aver superato i suoi traumi infantili.

Borderline

La psiche di Ed Kemper era estremamente “deviata” tanto da portargli a compiere atti di necrofilia e cannibalismo. Egli soffriva di una grave psicopatologia, ovvero il disturbo borderline di personalità. Da cosa è caratterizzato questo disturbo? Principalmente provoca una disfunzionalità delle relazioni interpersonali, un’instabilità dell’umore e dell’immagine che si ha di sé. I sintomi, trascritti sul manuale diagnostico dei disturbi mentali (DSM 5), che possiamo notare in persone che soffrono di questo disturbo sono:

  • Disperati sforzi per evitare un qualsiasi tipo di abbandono, anche immaginario
  • Il proseguimento di relazioni instabili e intense, in cui il soggetto tende a idealizzare eccessivamente e poi svalutare la persona con cui interagisce
  • Cambiamento della percezione che ha di sé
  • Impulsività in campi che possono essere estremamente dannosi per il soggetto, come per esempio il nostro Ed Kemper con il sesso
  • Sentimenti cronici di vuoto
  • Attacchi di ira improvvisi e immotivati o veri e propri attacchi di violenza
  • Tentativi di suicidio, autolesionismo e minacce

Disturbi di personalità

Oltre al disturbo borderline ci sono altri disturbi che coinvolgono la personalità e si possono suddividere in tre differenti gruppi. Il primo gruppo è quello delle eccentricità e delle stranezze e comprende: il disturbo Paranoide di Personalità, il disturbo Schizoide di Personalità e disturbo Schizotipico di personalità. Nel secondo gruppo possiamo trovare quei disturbi con risvolti emotivi e drammatici: il disturbo Antisociale di Personalità, il disturbo Borderline di Personalità, di cui abbiamo parlato fino ad ora, il disturbo Istrionico di personalità e infine il disturbo Narcisistico di Personalità. Infine, nel terzo ed ultimo gruppo troviamo i disturbi che provocano ansia e pura, e comprende: il disturbo Evitante di Personalità, il disturbo Dipendente di Personalità e per ultimo il disturbo Ossessivo-compulsivo di Personalità.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: