fbpx
“La Coscienza di Simba”: padre e figlio tra il Re Leone e Italo Svevo

Il complesso rapporto tra genitore e figlio, nel capolavoro di Italo Svevo e nel film Disney già campione di incassi.

Il Re Leone (2019)

È uscito al cinema da appena una settimana, Il Re Leone, ed è già campione di incassi. Il nuovo film Disney in live action, diretto da Jon Favreau, ci catapulta nella savana, dove si festeggia la nascita del futuro re.

Il Re Leone: un film per riflettere

Il Re Leone intrattiene, diverte, commuove e fa anche riflettere. Nessuno resiste alla tenerezza del piccolo Simba, ed è facile cedere anche alla bellezza della colonna sonora. Così grandi e piccini tornano a casa dal cinema canticchiando Il Cerchio della Vita e Hakuna Matata, ripensando agli insegnamenti che emergono dal film. Tra le tematiche più vive c’è quella che riguarda il rapporto tra padre e figlio. Il piccolo Simba guarda con ammirazione il Re Mufasa, di cui sarà successore: spera di diventare esattamente come lui, e per questo tenta di emularlo, dimenticando di essere solo un cucciolo. Di fronte alla maturità e alla saggezza del padre, nel tentativo di raggiungere la stessa grandezza, si spinge oltre i propri limiti e si lascia tirare in inganno dallo zio, che sfrutta la curiosità e l’ingenuità del piccolo per liberarsi del Re.

Il piccolo Simba si lascia ingannare dallo zio Scar, il cui reale obiettivo è quello di uccidere il Re Mufasa.

“La morte di mio padre” nell’opera di Italo Svevo

“La morte di mio padre”: questo è il titolo del quarto capitolo del capolavoro di Italo Svevo, pubblicato nel 1923. L’intero romanzo consiste nell’autoanalisi del protagonista Zeno Cosini, attraverso la tecnica del flusso dei ricordi, scritta per essere destinata a un certo “dottor S.”, psicanalista. La Coscienza di Zeno, questo è il titolo dell’opera, illustra però una situazione opposta a quella che emerge dal film Il Re Leone: padre e figlio sono in forte conflitto, a seguito di numerose incomprensioni. Zeno Cosini vede il padre come un debole, nonostante sia da tutti ritenuto un buon commerciante. Quello che emerge è un forte complesso edipico: il padre è visto come un nemico dal protagonista, e sembra apparire come la principale causa della sua instabilità mentale. È particolare il racconto della morte del genitore: malato da poco tempo, era assistito dal figlio, che lo tratteneva a letto per fargli evitare ogni sforzo, come da consiglio del medico. Nel tentativo di vincere tale resistenza, nell’ultima notte di vita, il padre dà uno schiaffo al figlio: sarà quello il suo ultimo gesto prima della morte.

 La Coscienza di Zeno, Italo Svevo. Seconda edizione.

Gli insegnamenti del padre: da Zeno a Simba

Durante la crescita di Zeno Cosini il ricordo del padre diventa tanto positivo da spingerlo a raccomandare a Dio la sua anima. Nel rievocare la scena dello schiaffo e della morte, sembrano emergere la tenerezza e la redenzione del protagonista. “[…]riuscii a ricordare mio padre debole e buono come l’avevo sempre conosciuto dopo la mia infanzia e mi convinsi che quello schiaffo che m’era stato inflitto da lui moribondo, non era stato da lui voluto. Divenni buono, buono e il ricordo di mio padre s’accompagnò a me, divenendo sempre più dolce. Fu come un sogno delizioso: eravamo oramai perfettamente d’accordo, io divenuto il più debole e lui il più forte.” Un simile flusso di coscienza ci fa pensare a Simba, che dal primo istante porta con lui un tenero ricordo del padre. Le storie servono a intrattenere quanto a fornire spunti di riflessione, è per questo che uniscono il mondo dei grandi e quello dei bambini. Tutti i più piccoli che lasciano la sala del cinema dopo aver visto “Il Re Leone”, oggi, sono pienamente convinti di quanto sia giusto crescere con i propri tempi e dare ascolto ai genitori. Il Re Mufasa prometteva al piccolo leoncino: “[…]quando ti senti solo, ricordati che quei Re saranno sempre lì per guidarti. E ci sarò anche io.” Così, per noi, ogni genitore. Viva i papà!

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: