Il termine “Messaggio subliminale” deriva dal latino sub, sotto e limen, soglia in riferimento al confine del nostro pensiero conscio. Si cominciò a parlare per la prima volta di messaggi subliminali nel 1957 quando Vance Packard rese pubblici i risultati di uno studio condotto da lui stesso in cui egli affermava che in un cinema in cui erano stati inseriti messaggi subliminali come “bevi Coca-Cola” e “mangia pop corn” era effettivamente aumentato il consumo dei prodotti in questione.

Caratteristiche dei messaggi subliminali

Il messaggio in questione può essere trasmesso attraverso scritte, suoni o immagini che trattano un qualsiasi argomento ma che nasconde al suo interno ulteriori frasi o immagini che rimarrebbero incosapevolmente impresse nella memoria dello spettatore. Sostanzialmente lo scopo dei messaggi subliminali, soprattutto se inseriti nell’ambito della pubblicità, è quello di invogliare lo spettatore ad acquistare uno specifico prodotto. Ma attraverso la scrittura, le immagini ed anche i suoni si può addirittura arrivare a propagandare ideologie e/o pensieri di qualsiasi tipo, compresa la propaganda politica. Non è molto difficile credere, ad esempio, che perfino la musica all’interno dei supermercati ci indurrebbe a comprare determinati prodotti a dispetto di altri.

Messaggi subliminali nella musica

Alcuni ritengono di aver trovato messaggi subliminali di varia natura anche nella musica: commerciale, promozionale ma anche di natura satanista o istiganti al suicidio e/o all’uso di sostanze stupefacenti. Questi ultimi tre tipi di messaggi hanno attirato l’attenzione dei principali mass-media che hanno reso oggetto di critica cantanti come i Beatles, i Queen e i Led Zeppelin.

Messaggi subliminali nel mondo del cinema

Sicuramente guardando un film è molto più difficile trovare in essi messaggi subliminali perchè rapiti dal film è quasi impossibile riuscire a scorgerli. In molti di essi sono contenuti immagini, scritte ma anche suoni con fini pubblicitari e/o propagandistici. Vediamone alcuni:

Matrix Reloaded

Certamente quasi nessuno fa mai caso alle targhe delle auto che compaiono nei film. Ma nella trilogia di Matrix troviamo molti riferimenti ai testi sacri. Ad esempio all’inizio di Matrix Reloaded, la targa della macchina dell’agente Smith riporta IS5416 che corrisponde ad Isaia 54:16 che recita “Ecco, io ho creato il fabbro che soffia sulle braci nel fuoco e ne trae uno strumento per il suo lavoro, e ho pure creato il devastatore per distruggere”. Anche durante un’altra scena troviamo nella targa della macchina di Trinity un altro riferimento, la targa è DA203 corrispondente a Daniele 2.03: “Il re disse loro: Ho fatto un sogno e il mio spirito è turbato, finché riuscirò a conoscere il sogno”.

Il Signore degli Anelli
Nella trilogia de Il Signore degli Anelli si può notare, quando Frodo tiene in mano l’anello, che compare per un’istante una scritta riportante il noto marchio di Coca-Cola.
Futurama

Il futuro in cui vivono i personaggi di Futurama è perennemente tappezzato di cartelloni pubblicitari scritti in lingue aliena. Anche se i simboli utilizzati possono sembrare senza senso, alcuni fan hanno trovato il modo di decodificarli e hanno scoperto che molto spesso contengono frasi in inglese di senso compiuto.

Il governo italiano per arginare il fenomeno nel 1990, con la legge 223 vietò espressamente la trasmissione di messaggi subliminali, sebbene sia dimostrato il loro ricorso in numerose circostanze.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.