Il Superuovo

Il Nuovo D.L. tiene conto della Filia e del giusto mezzo? Chiediamolo ad Aristotele

Il Nuovo D.L. tiene conto della Filia e del giusto mezzo? Chiediamolo ad Aristotele

pochi giorni fa sono uscite le nuove deroghe di Natale sugli spostamenti creando caos e confusione sulle deroghe proposte

 

Il Natale è ormai vicinissimo e l’ultimo D.L. ormai approvato ma non senza polemiche. Visite si o no? Nonni si o no? Congiunti si o no? Sono gli enormi interrogativi che tutta Italia ora si pone per poter passare un Natale nel modo più normale possibile, anche in tempi di Covid. Aristotele a Conte e tutti gli altri potrebbe venirgli incontro con la teoria del giusto mezzo, ovvero che restando in una posizione di equilibrio tra le due decisioni estreme si raggiunge la Virtù. Ma analizziamo insieme il tutto

Natale con chi vuoi, ma con restrizioni

Ormai le regole sono note a tutti e salvo combi repentini dell’ultima ora è tutto deciso: Natale con chi vuoi ma con restrizioni. Ecco è arrivata la risposta che aspettavamo: Natale in famiglia e massimo due perone non conviventi a casa rispettando le norme di distanziamento sociale e il coprifuoco nazionale che ci vuole tutti a casa alle 22:00. Un bene per chi è da solo e un male per le famiglie numerose. Infatti chi è solo e vuole andare a casa di un amico per un saluto può, chi ha una famiglia composta da 3 persone e un figlio non under 14 non può. Qui scatta infatti la polemica più grande sul fatto che queste ordinanze potranno essere sviate in qualche modo dai cittadini italiani. Ma secondo voi ci sono vere alternative? Sinceramente le regole erano già state decise e i danni a livello economico e sociale dopo queste chiusure verranno fuori. Siamo sicuri che questa sia la via giusta? Il 7 gennaio tireremo le somme e soprattutto sapremo se torneremo tutti gialli o la storia delle regioni tricolore continuerà.

Il giusto mezzo aristotelico

Il filosofo ateniese Aristotele, lo stargita e maestro di Alessandro Magno, ci ha donato un’opera monumentale, che per me dovrebbe essere alla base bidella cultura per la formazione dei cittadini, intitolata Etica; l’opera è divisa poi in tre “volumi” così denominati “Etica niconomachea”, “Etica eudemia” e “Grande etica”. Il libro si basa tutto sull’etimologia della parola Etica che deriva dal greco ἦθος che vuol dire comportamento. La teoria che qui analizziamo in breve è il Giusto mezzo. Che cos’è il Giusto mezzo? Esso é analizzato nella teoria aristotelica al centro dell Niconomachea che recita così “Il Giusto mezzo é la giusta misura di ogni cosa”. Infatti in ogni comportamento ed in ogni azione umana ci deve essere equilibri per no. cadere nell’eccesso. Non si deve peccare insomma di abbondanza o di mancanza. Aristotele usa questa teoria anche in politica, infatti una delle caratteristiche del buon politico è saper prendere le giuste decisioni non sfociando nei due estremi opposti: la tirannide e la democrazia. la caratteristica principale del buon politico è proprio questa: saper prendere decisioni eque per tutta la polis. Questo potrebbe essere un monito per i prossimi DPCM che verranno e per evitare le enormi polemiche io un pensierino ce lo farei. In fin dei conti “In media stat virtus”.

 I rapporti umani e la filia

Aristotele nel libro VIII dell’Etica Nicomachea ci parla della filia, ovvero quel legame che lega due uomini, il legame più alto che può esserci tra due esseri umani. Questa filia è una virtù: l’amicizia è per l’uomo infatti è la fonte di felicità più importante che lo conduce al bene. Aristotele stesso dice “un uomo che non ha amici nella sua vita è irrimediabilmente e inevitabilmente triste”. esistono tre tipi di amicizia: Utile, Piacevole e quella che tende al bene. Ecco la più elevata forma è questa: quella del Bene perché fa stare bene l’uomo, lo rende completo ed è colui in cui noi possiamo vedere e ritrovare noi stessi. Lo Stargita stesso nella sua Etica afferma “il desiderio di amicizia è rapido a nascere. L’amicizia no. L’amico è un altro se stesso“. (Etica a Nicomachea, libro VIII, 1156b 32; 1166a 31). Non è forse questo il motivo per cui tutti cerchiamo di non essere soli a Natale? Ognuno la risposta può trovarla in sé; io intanto vi auguro buon Natale.

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: