HYMYM: un finale che divide il pubblico tra delusi e commossi

Si avvisano i lettori di leggere questo articolo dopo aver dedicato dieci giorni della vostra vita ad How i met your mother.

HYMYM (2005-2014) è una sitcom americana che ha emozionato coloro che non hanno visto Friends e, soprattutto, i cinefili che hanno avuto il coraggio di guardarla in lingua originale… Dato che in lingua italiana perde totalmente la propria essenza!

“E alla fine arriva mamma”

Ad aprire la narrazione è Ted Mosby, un architetto cinquantenne che racconta ai suoi figli come ha conosciuto la mamma: uno sproloquio lungo nove stagioni nelle quali si raccontano tutte le avventure dei cinque personaggi della serie, Ted, Robin, Marhsall, Lily e Barney. Cinque amici che all’inizio del millennio passano i loro pomeriggi a chiacchierare davanti una birretta al McLaren, in centro a New York. Una serie leggera e avventurosa il cui fine principale è quello di trovare l’anima gemella di Ted, colei con cui sposarsi e avere due figli, Luke e Leila!

Il numero di avventure e di ipotetiche ragazze che potrebbero essere la “lei” di Ted sono numerose, ma assistiamo al matrimonio di Lily e Marshall, la coppia perfetta e la testimonianza che gli opposti si attraggono. Conosciamo Robin che incarna tutte le tematiche femminili del nuovo millennio: la donna incentrata sulla carriera e che non vuole sposarsi e avere figli; decisa e senza peli sulla lingua, si rilassa facendo attività “maschili”. Infine, c’è Barney, il daddy in giacca e cravatta che ogni ragazza vorrebbe: passa le serate a conquistare fanciulle o ad ampliare la sua bibbia, “Il Playbook. Semplici strategie per conquiste leggere”.

Attraverso le loro avventure vengono toccati temi di un certo spessore come il destino, la solitudine, la morte. La struttura seriale è identica ad altri contenuti dello stesso genere, ugualmente la caratterizzazione dei personaggi, palesemente ripresi da Friends.

La nona stagione

Nell’ultima stagione avviene una delle unione che meno ci saremmo aspettate: il matrimonio di Robin e Barney. Lei che è stato il pensiero fisso di Ted da quando si sono conosciuti; lei che voleva girare il mondo facendo la giornalista; lei che non voleva avere figli… si sposa con il Don Giovanni del gruppetto. Un amante delle donne cambiato, che le dimostra il suo amore e che non le interessa nessun’altra!

Il matrimonio avviene a Farhampton (New York) e, nell’arco di 56 ore, ogni personaggio vive una serie di eventi che saranno lo specchio del loro futuro. Gli sposi sono in preda a dubbi e ripensamenti: Robin probabilmente si è lasciata scappare il suo vero amore, Ted, e Barney impazzisce al solo pensiero che vivrà la vita noiosa che ha sempre detestato. Proprio in quelle ore, la coppia perfetta entra in crisi: Marshall ha accettato l’incarico da giudice senza dire nulla a Lily, la quale sogna di trasferirsi a Roma. Infine, Ted non riesce a reggere l’unione dei suoi due migliori amici e decide di trasferirsi a Chicago per iniziare una nuova vita, il trasferimento verrà rivelato solo dopo le nozze. A sconvolgergli i piani è l’arrivo di una giovane bassista che suonerà al matrimonio. Proprio quando Ted ha perso ogni speranza, la mamma è arrivata. Quella ragazza con lo stesso ombrello giallo che Ted aveva preso anni prima ad una festa in discoteca e smarrito nell’appartamento di una sua studentessa. L’appartamento in cui viveva la coinquilina dagli ottimi gusti musicali e che suonava il basso, la stessa Tracy che Ted aspettava da tempo.

Il finale

Se l’arco temporale di 22 puntate è di 56 ore, le ultime due che costituiscono il finale racchiudono una tutta una serie di eventi raccontati in modo frettoloso e, in alcuni tratti, incoerente alle stagioni precedenti. Sono proprio queste due puntate che hanno diviso il pubblico più affezionato. Vengono accennati solo eventi chiave della crescita dei personaggi avvenuti tra il 2018 e il 2020. Ted inizia una relazione con Tracy, hanno due bambini e si sposano. Un matrimonio fugace e non approfondito nel dettaglio. Barney e Robin divorziano perché il rapporto non funzionava più, mentre Marshall e Lily trovano una nuova casa dove poter vivere con i tre bambini.

Ogni componente del gruppo ha la propria famiglia e, come è naturale che sia, le chiacchiere al bar sono sempre meno. Robin è diventata una giornalista di fama mondiale e manca nei momenti più importanti, invece Barney riprende la sua attività da Don Giovanni, ma un rapporto non protetto le dona l’unica “ragazza” che sarà…

…the love of my life. Everithing I have and everything I’am… is yours, forever.

Quello che ha sconvolto di più il pubblico è il finale di Ted: l’anima gemella che ha sempre sognato viene portata via da un cancro.

Come detto prima, le scelte editoriali effettuate in queste ultime puntate sono quelle che hanno più diviso il pubblico: se da una parte c’è chi apprezza il destino di ogni personaggio, dall’altra c’è chi non approva come questi stessi eventi non siano raccontati nel modo giusto. Tutta questa fretta sembra rivelarci che, probabilmente, vi erano programmate ulteriori stagioni della serie ma che, se effettivamente aveste realizzate, avrebbero perso di efficienza. Infine, la morte della madre: un personaggio che abbiamo atteso per tutte le stagioni e che non abbiamo minimamente vissuto. Come a rivelarci che il vero amore non sempre rispecchia quello che desideriamo: noi pubblico non eravamo destinati a conoscere l’anima gemella di Ted che, lottando contro il destino stesso e nonostante l’avesse trovata gliela portata via. La vera “lei” è quella che ha desiderato dal primo momento, quella che Tracy e suoi stessi figli vorrebbero gli fosse accanto. Quella per cui ha rubato un corno blu francese!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.