Il Superuovo

Doparsi per correre più veloce: quando la fisiologia umana non regge lo sforzo

Doparsi per correre più veloce: quando la fisiologia umana non regge lo sforzo

Per doping si intende l’abuso di una serie di sostanze e medicinali che premettono di implementare in maniera artificiale la prestazione atletica e il rendimento sportivo.

Prendere sostanze dopanti è un grave problema per lo sport e rappresenta una vera e propria infrazione all’etica dello sport e a quella della medicina in generale.

Quando nasce il doping?

Al contrario di come pensano molti, il doping non è un fenomeno che si è sviluppato solo negli ultimi tempi, infatti è una pratica che risale sin dalla antichità. Nelle Olimpiadi storiche dell’antica Grecia e dell’antica Roma si faceva uso di sostanze perlopiù eccitanti, come funghi allucinogeni, piante o bevande particolari per amplificare la prestazione atletica. Successivamente con l’avvento della farmacologia l’abuso di queste sostanze è aumentato notevolmente, usando farmaci a base di nitroglicerina o caffeina. Il termine doping deriva dalla parola inglese “dope”, che indicava una miscela di vino e tè che veniva somministrata agli schiavi che lavoravano nei campi in America per farli rimanere sempre vigili e attivi.

Quali sono le principali sostanze dopanti?

Le categorie di farmaci che vengono utilizzate a scopo di doping sono diverse. Ci sono gli ormoni steroidei che comportano un’ipertrofia muscolare e riducono tutto il tessuto adiposo, andando quindi ad implementare la forza muscolare. Ci sono gli stimolanti come le anfetamine che agiscono direttamente sul sistema nervoso centrale aumentando lo stato di vigilanza e i riflessi. C’è l’eritropoietina (EPO) che è l’ormone stimolante la produzione dei globuli rossi e soprattutto nel ciclismo viene spesso assunto in maniera da ampliare la resistenza, poiché permette la presenza di più ossigeno nel sangue. E c’è l’ormone della crescita (GH) che  amplifica l’effetto degli steroidi anabolizzanti portando ad un ulteriore aumento della massa corporea. Purtroppo ce ne sono anche tante altre categorie derivate da quelle elencate.

Ma quali rischi comportano a livello fisiologico queste sostanze?

Abbiamo parlato di come effettivamente questi farmaci aumentino prestazione, attenzione, massa corporea, ma c’è anche il rovescio della medaglia di tutta questa situazione. Un’assunzione regolare di ormoni steroidei porta alla perdita di tutte le proprietà meccaniche ed elastiche dei tendini e aumenta la formazione di trombi vasali, che quindi possono portare anche a gravi complicanze cardiovascolari. L’assunzione di anfetamine può causare problemi di aritmie cardiache, aumentare il rischio di emorragie cerebrali, psicosi e soprattutto causare una forte dipendenza. L’abuso di sostanze come l’EPO e altre tipologie di ormoni sintetici possono, invece, causare gravi complicanze a livello cardiovascolare, che vanno ad implementare la necrosi tissutale e il rischio di embolia.

Il doping sta rovinando lo sport moderno, probabilmente per colpa di una società che spinge sempre ad andare oltre a superare i limiti, ma la bellezza delle competizioni sportive sta nel mettere in gioco se stessi senza nessun artificio ed è per questo che molte associazioni sportive stanno portando avanti numerose campagne contro questa pratica.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: