Il Superuovo

Davvero un fertilizzante può aiutare a compiere un omicidio? La chimica nella serie You

Davvero un fertilizzante può aiutare a compiere un omicidio? La chimica nella serie You

La serie NetflixYou‘ è incentrata sulla vita di Joe Goldberg, un ragazzo apparentemente normale che si rivela però essere un serial killer astuto che usa le sue conoscenze, tra cui quelle in chimica, per crearsi alibi così solidi da far vacillare qualsiasi detective.

Joe Goldberg, il protagonista, con Love Quinn e Candace Stone, due personaggi principali della seconda stagione (netflix.com)

La serie ‘You’ di Neflix, basata sui romanzi di Caroline Kepnes, è ambientata a New York e successivamente a Los Angeles. Ha come protagonista Joe Goldberg, un ragazzo che a causa del suo passato oscuro e triste si converte in un uomo ossessionato dalla ricerca del vero amore e della donna che lo possa amare per sempre. Questa ossessione lo porta a diventare uno stalker e un omicida pur di avere tutto per sé l’amore delle donne per le quali si infatua. Nel corso della serie commette molti omicidi e più volte rischia di essere scoperto ma grazie alla sua enorme intelligenza e grazie anche al fatto di essere un assiduo lettore sin da quando era bambino, trova sempre l’escamotage per poter giustificare tutto quello che fa e tutti i suoi spostamenti. Come riesce quindi a scampare ad una condanna penale certa usando le sue conoscenze sulla chimica?

(chimicafacile.it)

Da omicida a giardiniere

Nella terza puntata della prima stagione della serie Joe, dopo essersi infatuato della giovane scrittrice Guinevere Beck, decide che lei sarà la donna della sua vita e che nulla potrà separarlo da lei. C’è però un piccolo problema: Beck è fidanzata con un ragazzo, che a parer di Joe non la merita, chiamato Benji. Joe pensa che Benji sia una persona da eliminare dalla vita di Beck e quindi decide di rapirlo per toglierlo dai pensieri della ragazza. Una volta rapito lo tiene in ostaggio per vari giorni finché Benji, pur di essere liberato, confessa di aver gettato nella piscina e lasciato affogare un innocente ragazzo ubriaco ad una festa. A questo punto, Joe si convince completamente del fatto che Benji sia una persona cattiva che deve essere eliminata e allora lo uccide dandogli da bere del caffellatte con all’interno olio di noccioline, a cui lui è allergico, causandogli uno shock anafilattico. Sorge però un nuovo problema, come disfarsi del corpo? Decide di bruciarlo ma necessita di alcune cose per trasportarlo nel bosco e manda quindi un ragazzino a comprarle per evitare che si crei qualche sospetto su di lui. Il ragazzino però viene scoperto da suo padre mentre si stava per recare a comprare ciò che Joe gli aveva chiesto. Il padre decide di chiamare la polizia perché la lista fatta da Joe era molto sospetta visto che richiedeva di comprare nastro adesivo, corde, accendi-fuoco, insomma tutte cose che potevano rimandare ad un omicidio. Una volta arrivati, i poliziotti iniziano a fare domande a Joe il quale si ricorda di aver inserito nella lista anche il nitrato di potassio e quindi si rende conto di essere salvo. Inizia a spiegare loro che con quel materiale ci avrebbe fatto un orto, cosa che i poliziotti trovano sensata visto che il nitrato di potassio è un buonissimo fertilizzante.

Che cos’è il nitrato di potassio?

Il nitrato di potassio è un sale inorganico, solido a temperatura ambiente, con un colore pressoché bianco che viene impiegato come ossidante ovvero come qualcosa che fornisce ossigeno. Ha svariati impieghi ed è conosciuto sin dall’antichità dove veniva usato come detergente dagli antichi romani e come fertilizzante dagli antichi greci. Ci sono inoltre evidenze del fatto che sia stato uno dei materiali che ha permesso la scoperta del vetro ed inoltre è stato anche nominato nella Bibbia come appunto detergente. La formula bruta di tale composto è KNO3 e si origina facendo reagire l’acido nitrico con il carbonato di potassio come mostra la seguente reazione:

(wikipedia.org)

Questa reazione è quella seguita industrialmente per ottenere nitrato di potassio ma in realtà esso si può trovare anche in natura sulle pareti di luoghi come caverne ovvero dove c’è molta umidità e non è presente né aria né luce. Essendo molto facile da produrre e impiegato in molti settori, questo composto chimico può essere trovato facilmente in qualsiasi supermercato che abbia una parte dedicata al giardinaggio.

Gli impieghi del nitrato di potassio

Al giorno d’oggi, come già detto prima, è possibile trovare il KNO3 in molti settori anche non necessariamente collegati tra loro. Innanzitutto viene impiegato come additivo alimentare e più precisamente viene usato come conservante di salumi e carni salate. Poi può anche essere usato come propellente per razzi prodotti in casa come hobby in quanto funge da ossidante e quindi, unito al saccarosio (comunemente conosciuto come zucchero), produce un impulso tale da poter far decollare un razzo di piccole dimensioni. Ma arriviamo al dunque, quale collegamento c’è tra il suo impiego come fertilizzante e l’uso che ne vuole fare Joe per disfarsi di un cadavere? Partiamo dallo spiegare che viene usato come fertilizzante perché contiene 2 delle molecole più importanti per la crescita vegetale: l’azoto e il potassio. Essendo molto solubile in acqua è molto facile che esso rilasci le sostanze nutritive necessarie alla crescita di piante e non solo. Esistono infatti dei batteri specifici che si nutrono di azoto, contenuto nel KNO3, chiamati batteri nitrificanti che oltre a decomporre sostanze in ambienti aerobi o anaerobica, le corrodono. Joe aveva quindi intenzione di ricoprire il corpo, già in decomposizione, con questa sostanza affinché si decomponesse più velocemente, bruciasse meglio e si deteriorasse molto di più anche grazie al potere corrosivo che hanno i batteri nitrificanti che proliferano grazie appunto al nitrato di potassio.

La chimica quindi può rivelarsi pericolosa e in un certo senso anche insidiosa, capace di fare del bene ma anche del male a seconda dell’astuzia e delle intenzioni che ha la persona che la applica e la usa.

 

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: