Nella mente di Thomas Shelby: i Peaky Blinders ed il disturbo da stress post-traumatico

I “Peaky Blinders “ ci mostrano gli effetti della grande guerra e lo sviluppo di un disturbo psicologico che caratterizza i componenti e il boss della gang.

Thomas Shelby è il leader della gang dei Peaky Blinders, è un personaggio tanto forte quanto tormentato. È infatti segnato dall’esperienza della guerra che non intende lasciare in pace la propria mente!

 

Peaky Blinders

Peaky Blinders è una serie tv Netflix ambientata nel quartiere di Small Heath,Birmingham. Siamo nel primo dopoguerra, un periodo storico particolarmente difficile dal punto di vista economico. La popolazione lotta per superare queste difficoltà e cerca di riprendere in mano la propria vita. Il focus della storia, però, è sulla famiglia Shelby la quale ,dopo il ritorno dalla guerra di Thomas, Arthur e John, riprende gli affari e cerca di affermarsi nel mondo della criminalità, mercato nero e scommesse illegali.Thomas Shelby è inoltre il capo della gang dei “Peaky Blinders” chiamata così per indicare una particolare forma di paraocchi del berretto all’interno del quale nascondono una lametta che viene utilizzata anche come arma.

Gli effetti della guerra

All’interno della storia un ruolo importante e rilevante è dato alla guerra e i suoi effetti su tutti coloro che sono stati al fronte.
La prima guerra mondiale ha avuto un impatto forte sul mondo ma soprattutto su chi l’ha vissuta. La guerra, infatti, influisce sull’evoluzione dei personaggi e sulla loro personalità. Ció porterà ad uno sviluppo di un disturbo da stress post traumatico. Sará  proprio questo disturbo a caratterizzare alcuni componenti della banda che mostreranno un disagio nel ritornare alla normalità. Tale disturbo segnerà anche il leader della gang, Thomas che si mostrerá forte e carismatico ma anche tanto turbato e inquieto. Infatti, dopo l’esperienza della grande guerra ció che vivrà Thomas sará una sorta di “guerra mentale”.


Cos’è il disturbo da stress post-traumatico ?

Il Disturbo da stress post-traumatico (PTSD) in psicologia è una condizione che si presenta solitamente in persone coinvolte in situazioni traumatiche. L’evento può essere inoltre caratterizzato da violenza e catastrofi che mettono a rischio l’incolumità del soggetto. Infatti questo è un disturbo tipico in ambito militare. Durante la Prima Guerra Mondiale questo disagio era noto come “febbre delle trincee” ed era un modo per spiegare i comportamenti anomali messi in atto una volta rientrati dalla guerra.
In seguito, si parlava di “nevrosi traumatica da guerra”. Lo sviluppo di questo disturbo provocato dallo stress da combattimento era dovuto principalmente alle continue minacce a cui si era esposti.
Dopo la fine dell’evento il soggetto tende ad evitare tutto ciò che è legato all’evento stesso anche se spesso rivive mentalmente quanto è accaduto. Qualunque evento puó indurre crudeli flashback che a loro volta sono associati ad un’intensa pauracambiamenti fisiologici. Per questo motivo il soggetto si sente sempre in allerta e sulla difensiva. Coloro che presentano questo disturbo generalmente presentano anche dolori fisici, depressione, ansia, comportamenti suicidari, problemi di sonno, abuso di sostanze e varie dipendenze.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: