I funghi sono degli organismi presenti pressoché ovunque. Basti pensare ai porcini che mangiamo abitualmente, oppure ai funghetti più piccoli che troviamo nei prati dopo la pioggia. Persino le muffe, ospiti di diverse case, appartengono al regno dei funghi. Si tratta di esseri viventi estremamente diffusi, tanto da avere un ruolo molto importante anche nella cultura di massa. Un esempio in questo senso è il mondo di Super Mario, in cui i funghi hanno una parte centrale.

Il porcino è una delle specie di fungo più note e più apprezzate

Caratteristiche generali dei funghi

Nonostante possano ricordare per certi versi le piante, i funghi appartengono ad un regno a parte. Essi infatti si riproducono tramite spore, non hanno dei tessuti per trasportare la linfa e sono eterotrofi, ovvero si nutrono di sostanze presenti nell’ambiente esterno. La loro nutrizione è molto varia: alcuni infatti degradano sostanze non viventi di origine animale o vegetale, mentre altri sono parassiti di determinate specie di piante o animali. Addirittura ci sono specie in grado di sviluppare delle simbiosi, come si può vedere nei licheni. I funghi hanno comunque un punto in comune: la preferenza per i luoghi umidi. Essi infatti si sviluppano più facilmente quando i tassi di umidità sono piuttosto alti, ad esempio nel sottobosco o nei prati bagnati dalla pioggia.

Non fidatevi dei funghi con questo aspetto, poiché sono velenosi

Pericolosità dei funghi

Data la loro importanza gastronomica, bisogna prestare molta attenzione ai funghi che si intende servire a tavola. Le specie infatti si dividono, da questo punto di vista, in due tipi: commestibili e velenose. I funghi commestibili non producono veleno e possono essere consumati senza accorgimenti particolari, come i porcini, il prataiolo e i tartufi. Questi ultimi addirittura sono molto pregiati e si accompagnano a piatti particolarmente raffinati. I funghi velenosi invece hanno delle colorazioni tendenzialmente più accese e non vanno consumati. Alcuni di essi infatti producono delle tossine estremamente pericolose se non mortali, come nel caso della tignosa verdognola, spesso considerata la specie più pericolosa in natura. Ciò si deve anche al suo aspetto, non troppo diverso da quello di alcuni funghi commestibili.

Nel mondo di Super Mario i funghi hanno un ruolo di primo piano (fonte: Game Music 4 All)

I funghi nell’universo di Super Mario

Uno degli esempi più noti che riguardano i funghi nella cultura di massa è la serie di videogiochi che vede Super Mario protagonista. Qui infatti esistono molti tipi di funghi, le cui funzioni sono le più disparate. Il Super Fungo per esempio trasforma Mario in Super Mario, mentre il Fungo Dorato nella serie Mario & Luigi restituirà tutti i punti vita al giocatore. L’idea di base quindi è quella di ridare la salute ai giocatori o ampliare le capacità dei protagonisti. Il fungo più noto probabilmente è il Fungo 1-Up, che fornisce una vita in più al giocatore. Considerando che finire le vite comporta la sconfitta, questo fungo è di fondamentale importanza.

Nel mondo di Super Mario esistono pure dei funghi antropomorfi (fonte: gq.com)

Mario, Toad e i funghi antropomorfi

L’universo di Super Mario è abitato da creature di tutti i tipi. Basti pensare a Yoshi, oppure ai Koopa che ci ostacolano in molti titoli della serie. Non potevano quindi mancare dei funghi viventi o addirittura antropomorfi. Nel primo caso abbiamo i Goomba, funghi andati a male e alleati con Bowser. Sono tra i primi nemici che si incontrano e sono molto diffusi, nonché facili da battere. Toad invece presenta un discorso a parte. Esso infatti non è solo il nome di un personaggio, ma rappresenta anche un’intera razza di funghi antropomorfi. Se all’inizio Toad si limitava a dirci che la principessa era in un altro castello, col tempo è diventato sempre più importante, fino a divenire giocabile a sua volta.

Mario
Anche in Mario Kart i funghi hanno un ruolo molto importante (fonte: YouTube)

Funghi e motori: Mario Kart

Col tempo Super Mario ha preso sempre più piede e ha cominciato ad occupare tantissime tipologie di videogiochi, tra cui le corse automobilistiche. La serie di Mario Kart è un esempio molto conosciuto in questo senso: iniziata nel 1992 grazie a Super Mario Kart per lo SNES, continua tuttora con titoli sempre nuovi. In questi giochi è possibile ricorrere alle armi più disparate, dai gusci dei Koopa alle stelle per diventare invincibili. In tutto questo non potevano mancare i funghi, che servono per effettuare degli scatti brevi ma molto veloci. Questo è compito dei già citati Super Fungo e Fungo Dorato, mentre il Mega Fungo fa diventare gigante l’utilizzatore per breve tempo. Così come nella realtà quindi i funghi hanno tante proprietà diverse, e i loro effetti dipendono dall’uso che ne facciamo.

Matteo Trombi

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: