Il Superuovo

Abbandono la mia vita ma con stile: il caso di Truman Burbank e Giorgio Caproni

Abbandono la mia vita ma con stile: il caso di Truman Burbank e Giorgio Caproni

The Truman Show è uno dei film più riusciti degli ultimi anni e la sua scena finale ricorda la vicenda di una poesia di Caproni, “Congedo del viaggiatore cerimonioso”.

Andarsene, si sa, non è mai semplice, specialmente quando ci si allontana dalla propria comfort zone. In questo senso il protagonista della poesia di Caproni e Truman Burbank hanno molto in comune, abbandonando la vita come perfetti gentiluomini.

Truman Burbank se ne va come ha sempre vissuto

Breve riassunto: la vita intera di Truman Burbank è una menzogna. Fin da quando era piccolo ha sempre vissuto in un enorme set cinematografico. Le sue amicizie, i suoi amori, la sua stessa famiglia sono stati creati ad arte per la realizzazione del reality show più seguito al mondo. Truman era in diretta ventiquattro ore su ventiquattro, perfino mentre dormiva, attraverso un sistema avanzatissimo di telecamere nascoste. Questa esperienza alienante trova la sua fine quando il protagonista si rende conto di come qualcosa non vada dopo che dal cielo cade una luce. Questa epifania farà sorgere in lui dei dubbi, così come la ricomparsa sul set del padre, creduto morto in mare in seguito a una tempesta che li aveva colpiti durante un’escursione in barca. Proprio il mare sarà quello che porterà Truman alla libertà. Dopo aver capito che viveva in una messinscena colossale, Truman prende il largo, sfidando l’intemperia provocata dal regista/creatore Christof. Sopravvissuto, trova la via d’uscita dal set. Qui dà il suo ultimo commiato agli spettatori, salutandoli, cerimoniosamente, con la sua frase tormentone: “Casomai non vi rivedessi buon pomeriggio buona sera e buona notte.” Truman se ne va come ha sempre vissuto, con gentilezza artefatta, cerimoniosa appunto.

Il viaggiatore di Caproni affronta la morte scendendo dal treno

La poesia di Caproni “Congedo del viaggiatore cerimonioso” presenta un viaggiatore in procinto di scendere dal treno su cui si trova e abbandonare i suoi compagni di viaggio. Il testo è un’allegoria di chi, ormai privo di turbamenti, in uno stato di atarassia, è pronto ad abbandonare la vita e ad avvicinarsi alla morte. In particolare, il viaggiatore di Caproni affronta la morte senza paura, perché per lui non è un diaframma tra due mondi diversi, bensì la fine di tutto. Il suo congedo è cerimonioso perché rappresenta la vittoria del poeta sulla paura della morte. In particolare, si vede come questo commiato sia rivolto specialmente ai compagni di viaggio, che rappresentano la guerra, la pace, la sapienza, l’amore e la religione, ossia le componenti principali della vita di quasi tutti noi.

Quali sono i punti di contatto?

Entrambi i personaggi sono in una situazione simile: stanno per allontanarsi dalla vita che hanno sempre conosciuto. Truman se ne va da un mondo che doveva essere perfetto, ma che all’improvviso ha mostrato tutte le sue falle. Il viaggiatore di Caproni invece, conscio di tutte le contraddizioni e le criticità del reale, è pronto ad affidarsi al nulla. In questi due addii si prospetta comunque un passo verso qualcosa di sconosciuto. Specialmente Truman dà addio alla sua comfort zone per scoprire un nuovo mondo, dirigendosi nell’ignoto. Anche il personaggio della poesia di Caproni, benchè convinto che la morte coincida con il nulla, si sta di fatti dirigendo verso una destinazione sconosciuta come dice al v. 20 “il luogo de trasferimento lo ignoro”. Oltre a questo ci sono molte altre somiglianze. Innanzitutto il saluto artefatto agli amici in un caso e agli spettatori nell’altro, estremamente cerimonioso ed educato. Il viaggiatore ammette che avrà un po’ di nostalgia dei suoi compagni, così come Truman potrà averla della sua vita con tutte le relazioni, anche se fittizie, che comportava. Il viaggiatore porta una valigia pesante ma che non ha un granchè, proprio come Truman la cui esperienza è ricca ma di fatto labile, priva di valore.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: