Il Superuovo

The Big Eyes: la straordinaria storia di un’epica frode artistica

The Big Eyes: la straordinaria storia di un’epica frode artistica

I dipinti di Margaret Keane rappresentano bambini e animali che hanno la caratteristica di avere degli occhi enormi e che guardano lo spettatore del dipinto con tristezza. Le illustrazione sono state usate nelle stampe, negli oggetti di design e hanno ispirato molti artisti tra cui Tim Burton. É stato realizzato un film biografico intitolato Big Eyes per onorare l’artista. 

Peggy Doris Hawkins é il suo vero nome di nascita, anche se alcuni la elencano come Margaret Doris Hawkins. Negli anni ’60 Walter Kaeane, suo marito, fu conosciuto per i suoi ritratti sentimentali venduti a milioni. Ma in effetti Margaret era l’artista che lavorava in schiavitú per mantenere il successo. 

 

 

La vita dell’artista

É nata nel 1927 a Nashville, nel Tennesse, negli Stati Uniti. All’etá di due anni, Peggy ha avuto un grave infortunio al timpano. Questo l’ha costretta ad imparare a guardare gli occhi della persona che parlava per capire. Ha iniziato a dipingere all’etá di dieci anni e all’etá di diciotto ha frequentato la Traphenagen School of Design di New Yorn per un anno. 

Inizió a dipingere negli anni ’50 abiti e presepi. Allo stesso tempo realizzó dipinti mentre sperimentava la pittura ad olio e con colori acrilici. Era giá sposata e divorziata con una figlia, Jane, quando decise di trasferirsi a San Francisco, in California. Qui incontró il suo secondo marito, Walter Kaene. Si sposarono nel 1955 a Honolulu, nelle Hawaii. 

Dopo il matrimonio Margaret aiutó Walter a passare dal settore immobiliare a quello dell’arte. Ha iniziato a vendere i suoi dipinti a diversi club di San Francisco. Tuttavia, Margaret non aveva idea che i dipinti che stava vedendo il marito non erano a suo nome, si accorse molto tempo dopo dell’attivitá fraudolenta del marito, poiché erano firmati “Keane”. 

Soltanto un giorno visitó il club e si rese conto di cosa Walter stava facendo. Alla fine il marito la convinse che era una buona idea farlo poiché i clienti non si sarebbero sentiti a proprio agio se si fossero resi conto che l’artista era qualcun altro per tutto quel tempo. Inoltre la societá non avrebbe approvato un’artista donna divorziata. Margaret sconfitta gli insegnó persino a realizzare gli stessi dipinti da solo, ma senza successo. Walter d’altro canto era sempre stato un ottimo venditore e negli anni ’60 le opere di Margaret valevano milioni. 

I dipinti in particolare con bambini, sono diventati famosi per i loro occhi distintamente grandi. Le illustrazioni apparivano in disegni e disegni in produzione di serie. 

La rapina 

Le menzogne di Walter erano ignare al pubblico. E come se ció non bastasse era sempre stato un uomo ubriaco ed emotivamente violento. Molto spesso tradiva Margaret nella loro stessa a casa e nonostante ció rimaneva molto geloso della sua sposa. Margaret era stata piú volte tradita consapevolmente e chiusa in studio e costretta a dipingere. Fu quando Walter minacció la vita di Margaret e Jane che lei trovó il coraggio per divorziare da lui, nel 1965.  

Purtroppo i problemi non erano terminati con il divorzio, in un’intervista radiofonica Margaret riveló finalmente la menzogna di Walter riguardo i dipinti. A metá degli anni ’80 un quotidiano pubblicava un’altra intervista in cui Walter affermava che la sua ex moglie stava mentendo. 

 

Il caso andó al tribunale federale su richiesta di Margaret che aveva avviato una causa per diffamazione contro di lui. Durante il processo nel 1986 la giuria chiede ad entrambe le parti di creare un dipinto in meno di un’ora. Walter inizialmente si rifiutó di disegnare, reclamando una spalla dolorante mentre Margaret finí il suo dipinto in 53 minuti. Vincendo il processo ha ricevuto $4 milioni di danni. Walter non ha piú guadagnato nulla ed era solito spendere tutti i rispiarmi, rivendicó i ‘suoi’ quadri fino alla sua morte nel 2000. 

Dopo la sua vittoria legale Margaret si trasferí con sua figlia alle Hawaii e divenne testimone di Geova, trovando lí l’amore e l’affetto che non aveva mai incontrato prima. Ha certamente continuato a dipingere e nelle sue opere pare si intravedano dei volti piú felici: i bambini finalmente sorridono e sembrano felici nei suoi dipinti. 

Oggi Margaret ha 93 anni e vive a Napa, in California e continua a creare dipinti. Le sue opere sono presentate nella Keane Eyes Gallery, a San Francisco, inauguarata nel 1992. 

Ispirazione 

Nel 2014 Tim Burton ha realizzato un film Big Eyes sulla vita di Margaret, affascinato dalla storia e dal coraggio della donna. Amy Adams ha interpretato l’artista e Christoph Waltz ha interpretato Walter Keane. É molto emozionante vedere Margaret nelle sue piú sofferte emozioni della sua carriera e vita sentimentale. Quasi 200 dei suoi lavori sono stati ricreati per il film. C’é stata anche una nuova ondata di interesse per i suoi lavori. 

Margaret afferma che una delle sue maggiorni influenze artistiche furono Amedeo Modigliani, altri grandi che l’hanno ispirata sono stati Vincent Van Gogh, Gustav Klimt e Pablo Picasso. Dice di essere stata ispirata da loro nel modo in cui usavano i colori e nella dimensione e nella creazione delle composizioni dei loro dipinti. I suoi Big Eyes sono diventati altrettando ispirazione per molti artisti e hanno ispirato numerosi giocattoli e cartoni animati, tra cui le famose Superchicche. 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: