Un forte terremoto è avvenuto nel mare vicino Creta, la scossa si è sentita anche in Italia. Non è la prima volta che Creta è colpita da un forte terremoto

                                                             luogo esatto in cui è avvenuta la scossa

Nel secondo millennio avanti Cristo una potente scossa di terremoto venne accompagnata dall’eruzione di un un vulcano che si trovava vicino alle coste della più importante isola greca, oggi questo è considerata come una delle cause possibili della scomparsa della civiltà minoica.

La terra sembra non lasciarci in pace

Il terremoto si è verificato in Grecia,in mare, vicino Creta. La scossa ha avuto un magnitudo di 6.0. Il sisma è stato avvertito anche in Italia,Turchia,Egitto e Libia. La scossa è avvenuta a 74 chilometri a nordovest della città di Hania ad una profondità di 56 chilometri. Secondo Ekhatimerini, uno dei più importanti giornali della Grecia, non ci dovrebbero essere feriti o danni, precisando che un certo numero di edifici è stato evacuato. Secondo i sismologi il sisma non è in relazione con quelli che sono stati registrati in Albania e in Bosnia.

La civiltà minoica

Civiltà minoica è il nome dato alla cultura cretese dell’età del bronzo sorta approssimativamente dal 2000 a.C. al 1500 a.C. (successivamente, la cultura micenea greca divenne dominante nei siti minoici dell’isola di Creta): questa civiltà, chiamata minoica in riferimento al mitologico re cretese Minosse, fu riscoperta tra il 1901 e il 1905, principalmente attraverso il lavoro dell’archeologo britannico Arthur Evans. La Creta minoica prese il suo posto storico, come la prima grande civiltà europea. La vantaggiosa posizione geografica dell’isola favorì il sorgere della prima civiltà mediterranea e di un fiorente impero marittimo che dal Mare Egeo controllava una rete commerciale che raggiungeva l’Egitto, la Fenicia (Libano), le regioni a nord del Mar Nero e l’Occidente tanto da esercitare una vera e propria talassocrazia. La civiltà minoica è famosissima per i suoi palazzi. I palazzi soddisfano una pletora di funzioni: come centri di governo, uffici amministrativi, santuari, officine e spazi per l’immagazzinamento (per es., cereali). I primi palazzi furono costruiti alla fine del periodo dell’antico minoico nel terzo millennio a.C. (Malia). Mentre precedentemente si credeva che la fondazione dei primi palazzi fosse sincrona e datata al medio minoico, intorno al 2000 a.C. (la data del primo palazzo a Cnosso), gli studiosi ora pensano che i palazzi fossero stati costruiti durante un periodo di tempo più lungo in differenti località, come risposta allo sviluppo locale. I principali palazzi più antichi sono Cnosso, Malia e Festo.

La misteriosa fine della civiltà minoica

La cosiddetta eruzione minoica sull’isola di Thera (attualmente Santorini distante circa 100 km da Creta) avvenne nel secondo millennio a.C. durante il periodo del TM (tardo minoico), e fu una delle più grandi esplosioni vulcaniche mai accadute nella storia della civiltà, emettendo approssimativamente 60 km³ di materiale, con un indice di esplosività vulcanica pari a 6. L’eruzione devastò il vicino insediamento minoico di Akrotiri su Santorini, che venne sepolto sotto uno strato di pomice. È stato inoltre suggerito che l’eruzione e i suoi effetti sulla civiltà minoica abbiano dato origine al mito di Atlantide, attraverso i resoconti storici egiziani. L’eruzione è stata preceduta da forti scosse di terremoto, che molto probabilmente hanno dato origine a un grande tsunami che devastò le aree costiere di Creta distruggendo molti insediamenti minoici La conquista micenea di Creta avvenuta nel TM II, a parere di molti storici fu senza dubbio facilitata dalla crisi che seguì la catastrofica esplosione di non molti anni prima.

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: