Storia in pillole: scopriamo i 6 eventi storici che hanno cambiato il mondo

Gli esseri umani sono la specie più evoluta del mondo: ma come siamo divenuti ciò che siamo? Tutto è frutto della selezione naturale?

 

 

L’opera di Darwin, pubblicata nel 1859, ci racconta come da specie ancestrali si siano evolute le specie odierne, ma il nostro mondo è solo frutto di queste evoluzione o c’è dell’altro? Sicuramente alcuni eventi nel corso della storia sono stati cruciali per giungere fino a qui, vediamone alcuni.

1. La rivoluzione cognitiva

Darwin parla di selezione naturale: sopravvivono i più forti. Ma se guardassimo indietro potremmo scoprire qualcosa che potrebbe scioccarci: 2,5 milioni di anni fa il genere Homo fece la sua prima comparsa sulla Terra ma non era di certo quello più forte né il più evoluto. Dunque com’è stato possibile per gli Homo conquistare il mondo? Gli altri animali avevano le zanne, i denti aguzzi, le ali o folte pellicce per difendersi dalle intemperie mentre i primi uomini erano indifesi. Tuttavia intono a 70.000 anni fa si verificò un evento che cambiò per sempre lo stato delle cose, il primo step del nostro percorso verso la conquista: la Rivoluzione cognitiva. In questo periodo iniziarono ad emergere le prime forme di linguaggio e comunicazione, che permisero ai primi uomini di organizzarsi per cacciare e fondare comunità. Sebbene il concetto di Rivoluzione cognitiva sia relativamente recente, già in passato, nella mitologia greca, era presente un mito inerente a ciò. Si tratta della storia di Prometeo ed Epimeteo: ai fratelli era stato assegnato il compito da Zeus di suddividere le varie capacità alle specie presenti sulla terra, tuttavia Epimeteo (letteralmente “colui che vede dopo”) distribuì male tali capacità e l’uomo restò sfornito. Così Prometeo decise di sopperire all’errore del fratello rubando il fuoco agli déi per consegnarlo ai mortali. Il fuoco divino rappresenta la conoscenza che viene donata dal titano alla specie umana. La Rivoluzione cognitiva rappresenta il primo gradino dell’ascesa del genere umano.

2. Rivoluzione agricola

Un altro importante step per gli uomini è stato sicuramente l’acquisizione della capacità di coltivare la terra e allevare animali. I primi gruppi di uomini erano nomadi, cioè si spostavano sempre da un posto all’altro per poterne ricavare cibo: grazie alla coltivazione della terra fu possibile per alcuni gruppi stanziarsi in alcune aree più fertili e formare dei piccoli villaggi che via via nel corso del tempo iniziarono ad allargarsi fino a formare dei veri e propri villaggi.

 

3. La nascita della scrittura

Mesopotamia 5000 anni fa: col passare del tempo i vari villaggi divennero veri e propri Regni e uno dei più importanti dal punto di vista storico fu sicuramente quello dei Sumeri. A loro si deve, infatti, la prima forma di scrittura: si trattava di geroglifici utilizzati soprattutto per contabilizzare le risorse presenti. Il nostro alfabeto nasce con i Greci un po’ di tempo dopo: questi ripresero il tipo di scrittura utilizzato dai Fenici, con cui commerciavano, e vi aggiunsero le vocali.

 

4. La nascita del cristianesimo

Sebbene già prima della nascita della religione monoteistica più diffusa al mondo ne esistesse già un’altra, l’ebraismo, è bene ricordare che solo con il Cristianesimo si ha un vero e proprio cambiamento. La diffusione della nuova religione portò, secondo alcuni direttamente secondo altri indirettamente, alla Caduta dell’Impero romano d’Occidente e ad una rivoluzione, anche politica, all’interno delle alte classi.

 

  5. Rivoluzione scientifica (1500-1700) e Rivoluzione industriale (1700-1800)

Per “Rivoluzione scientifica” s’intende un periodo di grandi cambiamenti all’interno del settore scientifico: nel Medioevo la teorie scientifica diffusa era quella aristotelico-tolemaica, ossia una “rivisitazione” delle teorie scientifiche aristoteliche condotta la Tolomeo, che tentò di conciliare il pensiero del filosofo greco con le tesi cristiane. In particolar modo quando si parla si sistema aristotelico-tolemaico si fa riferimento al sistema geocentrico: una teorie astronomica che vedeva la Terra al centro dell’universo. Con la Rivoluzione scientifica personaggi come Copernico, Keplero, Galileo e Newton stravolsero questo modo di vedere le cose affermando un nuovo tipo di modello, quello eliocentrico, e la necessità per la scienza di avere riscontri empirici e dunque la necessità degli esperimenti.

Quando si parla di Rivoluzione Industriale si fa, invece, riferimento al processo di automatizzazione dei processi all’interno delle industrie, ossia l’introduzione delle macchine a vapore. Queste permisero un incremento della produzione e l’apertura delle industrie portò anche ad un processo di urbanizzazione: i contadini delle campagne, ormai rimasti senza lavoro, iniziarono a spostarsi nelle città alla ricerca di un impiego spesso vivendo in condizioni igieniche disastrose e precarie.

 

6. Rivoluzione tecnologica

Inutile negare la grande importanza dell’innovazione tecnologica: l’introduzione di strumenti di questo tipo ha rivoluzionato le nostre vite consentendoci di stare in contatto con persone molto lontane o di viaggiare in pochissimo tempo. La tecnologia ha cambiato per sempre le nostre vite e oramai non possiamo più farne a meno: basta guardarci intorno all’interno delle nostre case per renderci conto che gli strumenti tecnologici ci circondano e ci aiutano. Ma questa rivoluzione ha avuto solo lati negativi? Beh non tutti la pensano così, per alcuni “si stava meglio quando si stava peggio”.

 

 

 

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: