Scopriamo i 10 disturbi di personalità: una breve guida per non fare confusione

Vediamo i principali disturbi di personalità riconosciuti dal DSM5, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali.

I disturbi di personalità vengono definiti come caratterizzati da persistenti difficoltà nel formarsi un’identità stabile positiva e nel creare relazioni profonde e costruttive con le altre persone. Il DSM5 li ha divisi in tre gruppi: il gruppo A che comprende i disturbi caratterizzati da comportamenti insoliti o eccentrici, gruppo B da comportamenti drammatici, emotivi o instabili, gruppo C da ansia o paura. Vediamoli insieme.

1. Il disturbo paranoide di personalità

Le persone con questo disturbo tendono ad essere sospettose degli altri, sia che siano delle conoscenze, come amici e familiari, sia sconosciuti. Si aspettano di essere trattate male o sfruttate, sono riservare e spesso ostili, tendono a rispondere in modo adirato anche a insulti solo percepiti. La loro è spesso colma di conflitti e questi causano la paranoia principale: non potersi fidare degli altri.

2. Il disturbo schizoide di personalità

Le persone con questo disturbo non sentono né il desiderio né il bisogno di avere relazioni sociali e non ne traggono piacere. Solitamente appaiono solitari, con poco calore e tenerezza nei confronti degli altri e raramente provano emozioni forti.

3. Il disturbo schizotipico di personalità

Il comportamento e i pensieri di queste persone tendono ad essere eccentrici, sospettosi, caratterizzati dal distacco dagli altri. Possono mostrare convinzioni strane o pensiero magico, come, ad esempio, possono credere di leggere la mente altrui. Sono spesso preoccupati di essere feriti dagli altri. Tendono ad avere illusioni ricorrenti e talvolta il loro eloquio può essere formato da parole poco chiare e insolite. Anche il loro aspetto esteriore e il modo di vestire possono essere stravaganti.

4. Il disturbo antisociale di personalità

Questo disturbo è caratterizzato da comportamenti che portano alla violazione dei diritti altrui. Solitamente ciò causa aggressività, impulsività e insensibilità, nonché comportamenti irresponsabili, da cui derivano l’incapacità di mantenere un impiego lavorativo per lungo tempo, violazioni della legge, incapacità di pianificare il futuro.

5. Il disturbo borderline di personalità

Le caratteristiche principali di questo disturbo sono l’impulsività e l’instabilità nelle relazioni interpersonali e nell’umore. E’ possibile, infatti, che una persona passi dalla piena felicità a forti esplosioni di rabbia. Possono cambiare velocemente anche gli atteggiamenti e i sentimenti che provano per gli altri e si dimostrano molto sensibili ai minimi segnali emozionali nelle persone. Il loro comportamento può essere impulsivo, imprevedibile e autolesivo.

6. Il disturbo istrionico di personalità

Solitamente le persone con questo disturbo tendono ad avere un comportamento drammatico, accompagnato dalla ricerca di attenzione da parte degli altri. Spesso utilizzano l’aspetto fisico per attirare quest’attenzione tanto desiderata e, anche se esprimono le loro emozioni in modo molto enfatico, l’emotività provata è solo superficiale. Tendono ad essere molto influenzabili dalle altre persone e il loro eloquio è povero di dettagli.

7. Il disturbo narcisistico di personalità

Le persone con questo disturbo tendono ad avere un’immagine grandiosa del sé, delle proprie capacità e fantasticano continuamente sui loro futuri successi. Richiedono la costante attenzione da parte degli altri e le relazioni che instaurano sono caratterizzate da scarsa empatia e da arroganza. Emanano un grande fiducia in sé stessi, che, in realtà, nasconde una grande vulnerabilità, la quale emerge dal bisogno di essere continuamente apprezzate.

8. Il disturbo evitante di personalità

Le persone con questo disturbo temono talmente tanto di essere criticate, rifiutate e disapprovate che evitano occasioni di socialità o di relazione per proteggersi dalle critiche. In queste situazioni tendono ad essere molto timide e inibite e mostrano segni di visibile imbarazzo e d’ansia. Inoltre, si ritengono incapaci e inferiori agli altri, con tutte le conseguenze che ne derivano sul piano lavorativo e, più in generale, sulla quotidianità.

9. Il disturbo dipendente di personalità

La caratteristica principale è, come si può capire anche dal nome stesso, la dipendenza eccessiva nei confronti degli altri. Le persone con questo disturbo hanno bisogno di qualcuno che si prenda cura di loro e tendono a subordinare i loro bisogni al mantenere integre le relazioni di cui non possono fare a meno.

10. Il disturbo ossessivo-compulsivo di personalità

Le persone con questo disturbo tendono ad essere perfezioniste, preoccupate di ogni minimo dettaglio e di ogni regola, orario che sentono di dover rispettare. Sono talmente concentrate su ogni minuzia, che non riescono mai a portare a termine un progetto. Spesso le loro relazioni sono scadenti perché in genere sono formali, rigidi ed inflessibili, come lo sono con sé stessi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.