Il Superuovo

“Ricordami, dovunque tu sarai”: “Coco” e Foscolo ci spiegano com’è possibile sopravvivere alla morte

“Ricordami, dovunque tu sarai”: “Coco” e Foscolo ci spiegano com’è possibile sopravvivere alla morte

La vicenda di Hèctor nel film d’animazione è un esempio della “corrispondenza d’amorosi sensi” foscoliana

Ugo Foscolo, nei Sepolcri, spiegava che dopo la morte resta qualcosa di noi: il nostro nome sarà ricordato da coloro che ci hanno amato in vita. Ecco perché la famiglia di Miguel in Coco celebra il Dìa de los muertos.

FOSCOLO DÀ UNA CONSOLAZIONE ALL’OBLIO DELLA MORTE

Nel 1807 Ugo Foscolo pubblicava Dei sepolcri, un’opera destinata a segnare per sempre la letteratura sepolcrale italiana e mondiale. Il carme si apre con una domanda retorica: il poeta, infatti, si chiede che consolazione potrà mai dare una lapide, nel momento in cui si muore. La vita ormai è finita, cosa importa dove si trova il nostro cadavere? Niente potrà riportarci indietro. Tuttavia, Foscolo scrive questo componimento con il preciso scopo di smantellare questa teoria.

C’è un’illusione, spiega il poeta, consente di rendere la morte meno dura, ed è la consapevolezza che sopravvivremo nel ricordo di chi ci ha amati in vita. La nostra famiglia, i nostri amici, le persone con cui ci siamo comportati bene. Foscolo chiama questa rete di relazioni una “corrispondenza d’amorosi sensi”:

Non vive ei forse anche sotterra, quando
Gli sarà muta l’armonia del giorno,
Se può destarla con soavi cure
Nella mente de’ suoi? Celeste è questa
Corrispondenza d’amorosi sensi,
Celeste dote è negli umani; e spesso
Per lei si vive con l’amico estinto
E l’estinto con noi, se pia la terra
Che lo raccolse infante e lo nutriva,
Nel suo grembo materno ultimo asilo
Porgendo, sacre le reliquie renda
Dall’insultar de’ nembi e dal profano
Piede del vulgo, e serbi un sasso il nome,
E di fiori adorata arbore amica
Le ceneri di molli ombre consoli.

Quindi, spiega Foscolo, perché il ricordo di noi sopravviva anche dopo la nostra morte sono necessarie tre condizioni: una lapide con inciso il nostro nome (sasso), un albero (adorata arbore amica) che fa ombra sulla nostra tomba e, soprattutto, l’aver lasciato buoni ricordi.

SOPRAVVIVERE NEL RICORDO: IL CASO DI ERNESTO DE LA CRUZ

L’antagonista principale che ci viene presentato in Coco è Ernesto De La Cruz: un famosissimo cantante, ormai defunto, che è riuscito a sopravvivere nel ricordo di moltissime persone grazie al successo delle sue canzoni. Se non fosse per un piccolo particolare: le canzoni che l’hanno reso “immortale” non sono sue, ma si è assunto meriti che non aveva. Interpretando la vicenda secondo un’ottica foscoliana, potremmo supporre che Ernesto fosse così disperato per il fatto di non essere nessuno e così terrorizzato dall’idea di morire senza lasciare traccia, che è arrivato a fare una cosa orribile: ha rubato a qualcun altro – a Hèctor – la possibilità di sopravvivere nel ricordo.

HÈCTOR VIENE INFINE COMMEMORATO DURANTE IL DÌA DE LOS MUERTOS

Il caso di Hèctor è opposto: egli era riuscito a lasciare qualcosa di sé – una famiglia, un pubblico di ammiratori. Ma, a causa di un’incomprensione e di una morte prematura, era destinato a essere dimenticato. La sua vicenda sembra richiamare un altro punto delle vicende dei Sepolcri: quello in cui Foscolo ricorda le vicende del poeta Parini, che nonostante sia riuscito a creare una fitta rete di affetti, è stato abbandonato in un’anonima fossa comune dalla città di Milano. Tuttavia, la vicenda di Hèctor si conclude positivamente: la giustizia fa il suo corso e viene, finalmente, ricordato dalla sua famiglia, mentre Ernesto viene dimenticato per sempre. Quasi a richiamare, ancora una volta, Foscolo. Il poeta, infatti, ricorda la leggenda delle armi di Achille, rubate da Ulisse ma tornate ad Aiace, che era colui che veramente le meritava e che avrebbe dovuto possederle. Perché, come insegnano Foscolo e Coco, alla fine, per i vivi e per i morti, solo i più meritevoli avranno davvero la gloria eterna.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: