fbpx
Perchè il linguaggio umano è così particolare? Hockett ci risponde in 11 punti

Scopriamo le caratteristiche del linguaggio umano.


Il linguaggio è la facoltá dell’uomo di comunicare ed esprimersi per mezzo di suoni articolati, organizzati in parole, atte a individuare immagini e a distinguere rapporti secondo convenzioni implicite, varie nel tempo e nello spazio; ma siamo davvero così sicuri che esista solo un tipo di linguaggio: quello umano? La risposta è ovviamente negativa, ma allora cosa distingue il linguaggio umano dagli altri linguaggi? Per rispondere a queste domande, nel 1960 Charles F. Hockett stiló una lista delle caratteristiche del linguaggio umano.

 

1.Sistema di comunicazione

Il linguaggio si basa su messaggi che un emittente vuole mandare a un ricevente; esso è costituito da segni a cui sono affidati dei significati.

Inoltre un insieme di segni costituisce un codice, ed è possibile affermare senza paura di essere smentiti, che tutti i sistemi di comunicazione sono codici.

2.Biplananaritá dei segni

È da differenza tra significante e significato: il significante, detto anche espressione fonica, è facilmente percepibile perchè cade sotto i nostri sensi; il significato invece è l’utilizzo di un termine per indicare qualcosa di più profondo o nascosto.

3.Arbitrarietà

Il rapporto tra significante e significato è arbitrario, detto in soldoni: chi ha deciso che i gatti si chiamano gatti e non scrivanie?

4.Trasmissibilità culturale

L’acquisizione di una lingua umana avviene attraverso l’interazione comunicativa con altri membri della specie, e, nonostante il fattore linguistico sia innato nei bambini, questi hanno bisogno di entrare in contatto con altri parlanti per riuscire a svilupparlo.

5.Discretezza e combinatorietà

Il linguaggio è formato da unità discrete (suoni, sillabe, parole) che possono combinarsi tra loro per formare frasi e discorsi.


6.Linearità e ordine

Il modo in cui si combinano i suoni per formare una parola o le parole per formare frasi dà esiti a unità di significato diverse.

Ad esempio le lettere A C O R possono formare sia la parola ARCO, che la parola CARO.

7.Doppia articolazione

Ogni lingua ha un inventario di suoni e parole che è potenzialmente finito, ma grazie a essi puó creare frasi potenzialmente infinite.

8.Produttivitá illimitata e ricorsivitá

Possiamo produrre quantità illimitate di frasi grazie al sistema degli input. 

Per esempio (input in grassetto): Giovanni ama Maria che è cugina di Sandra che abita a Roma che è famosa per il Colosseo ecc…

9.Creativitá

Proprio come Dio, noi siamo in grado di creare, questa capacitá ci è data appunto dal linguaggio, che ci permette di raccontare cose inesistenti o astratte.

10.Equivocità

Talvolta la lingua dà esito a equivoci, ad esempio nei casi di omonimia, ma per sfuggire all’inganno generalmente basta basarsi sul contesto.

11.Riferimento a distanza

È la possibilità di formulare messaggi relativi a cose o eventi lontani nel tempo e nello spazio.

 

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: